Arma in lutto per la morte del giovane carabiniere Vincenzo Tardia

0

Il maresciallo Capo era originario di Squinzano e attualmente in forze alla stazione di Monteroni.

E’ deceduto ieri a San Cesario di Lecce, a soli 49 anni il Maresciallo Capo dei carabinieri Vincenzo Tardio, originario di Squinzano attualmente sottufficiale in sottordine alla Stazione di Monteroni.
Arruolatosi nell’Arma dei Carabinieri il 27 agosto 1987, al termine del corso di formazione fu destinato, quale Carabiniere Ausiliario, alla Stazione di Calcinaia, in Provincia di Livorno.
Vincitore di concorso per sottufficiali, dopo aver frequentato il biennio formativo presso la Scuola Sottufficiali di Velletri dal 1989 al 1991, da giovane Vice-Brigadiere fu destinato alla Stazione Carabinieri di Gela, in Sicilia, territorio particolarmente esposto al fenomeno mafioso.
Dopo una breve parentesi, ha prestato servizio al Nucleo Operativo della Compagnia di Gela, impegnandosi in indagini di polizia giudiziaria di rilievo. Fu destinato poi al primo comando di Stazione a Mongrassano, provincia di Cosenza, prima di transitare al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castrovillari quale Capo-Equipaggio di Radiomobile. Di nuovo Comandante di Stazione a Grimaldi (Cosenza), ha fatto rientro poi in Puglia in sottordine alla Stazione di Palo del Colle. Il 27 giugno del 2011 era giunto presso la Stazione di Monteroni di Lecce, sua ultima sede di servizio.leccesette

Il maresciallo Capo era originario di Squinzano e attualmente in forze alla stazione di Monteroni.

E’ deceduto ieri a San Cesario di Lecce, a soli 49 anni il Maresciallo Capo dei carabinieri Vincenzo Tardio, originario di Squinzano attualmente sottufficiale in sottordine alla Stazione di Monteroni.
Arruolatosi nell’Arma dei Carabinieri il 27 agosto 1987, al termine del corso di formazione fu destinato, quale Carabiniere Ausiliario, alla Stazione di Calcinaia, in Provincia di Livorno.
Vincitore di concorso per sottufficiali, dopo aver frequentato il biennio formativo presso la Scuola Sottufficiali di Velletri dal 1989 al 1991, da giovane Vice-Brigadiere fu destinato alla Stazione Carabinieri di Gela, in Sicilia, territorio particolarmente esposto al fenomeno mafioso.
Dopo una breve parentesi, ha prestato servizio al Nucleo Operativo della Compagnia di Gela, impegnandosi in indagini di polizia giudiziaria di rilievo. Fu destinato poi al primo comando di Stazione a Mongrassano, provincia di Cosenza, prima di transitare al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castrovillari quale Capo-Equipaggio di Radiomobile. Di nuovo Comandante di Stazione a Grimaldi (Cosenza), ha fatto rientro poi in Puglia in sottordine alla Stazione di Palo del Colle. Il 27 giugno del 2011 era giunto presso la Stazione di Monteroni di Lecce, sua ultima sede di servizio.leccesette