Sorrento Scuola di Cesarano intervento Raffaele Apreda e ipotesi Elefante come per scuola Carlo Amalfi

0

Sorrento. Situazione difficile quella dell’amministrazione Cuomo sulle scuole, ma per l’ipotesi Elefante, ammesso che sia vero , non possiamo essere totalmente critici, se vediamo ad altri casi in penisola sorrentina, come a Piano di Sorrento, dove invece di ascoltare altre ipotesi l’amministrazione ha reagito mettendosi sulle barricate senza dialogare ma solo attaccare una ipotesi portata avanti per la prima volta con un pubblico dibattito, solo grazie alla testata giornalistica Positanonews, sulla scuola Carlo Amalfi che rimane cosi miseramente chiusa senza nessun intervento di alcun tipo. Bisogna dar atto che il dialogo , seppur aspro , con opposizioni aggueritissime, non manca, come pure il mettersi in discussione, mentre non sembra ci sia stato per la scuola Carlo Amalfi dove, nonostante ci fosse la possibilita’, non sono state mai prese in considerazione ipotesi alternative…

 Raffaele Apreda assessore ai lavori pubblici della Giunta Cuomo interviene sul suo profilo face book sulla vicenda della scuola di Cesarano, ne riportiamo integralmente l ‘ intervento, gia’ replicato da Salvatore Caccaviello e Rosario Fiorentino. In una situazione del genere crediamo che chiunque amministri, non possa che trovarsi in difficolta’, rispetto alle quali insieme si dovrebbe anche cercare di cooperare per trovare soluzioni 

Scuola di Cesarano nessun dietrofront anzi tre passi in avanti.

Le comiche riflessioni, o anzi artate illazioni di alcuni signori prestati senza successo al giornalismo e di una parte dell’opposizione nella persona del Consigliere Rosario Fiorentino, meritano un replica, non tanto per convincerli, in quanto non mi interessa, ma per mettere in condizione chi legge di sentire anche l’Amministrazione Comunale.  La giunta Comunale di Sorrento con proprio atto ha deliberato di noleggiare e costruire un prefabbricato provvisorio per sopperire in parte, alla carenza di aule determinatasi con la chiusura delle scuole Vittorio Veneto e Cesarano. L’ing.Alfonso Donadio capo dell’ U.T.C. è stato incaricato di individuare un suolo idoneo che potesse ospitare tale prefabbricato, parallelamente, è stata indetta una manifestazione di interesse rivolta a tutti coloro che fossero interessati al noleggio e al montaggio del prefabbricato, a tale manifestazione hanno risposto tre ditte che sono state regolarmente invitate dal Comune di Sorrento a presentare le offerte entro il 15 Luglio scorso. In quella data nessuna ditta ha presentato offerte ritenendo probabilmente non conveniente il bando proposto, tale esito della gara, visti i tempi ristretti, non ci consente di presentare un nuovo bando con condizioni differenti. Il suolo che era stato individuato dall’ing.Donadio è a confine con la scuola Tasso ed è l’unico, non ve ne sono altri con eguali caratteristiche, tale scelta era stata fatta in considerazione di usufruire dei sevizi della scuola Tasso in primis, la mensa. I signori di cui prima, ed il Consigliere Rosario Fiorentino in particolare, che in questo periodo hanno solo gettato fango come da consolidata abitudine, non hanno presentato alcuna proposta per la risoluzione della problematica al contrario del Consigliere Alessandro Schisano sempre attento e, sulla vicenda propositivo. Il problema, a dir di costoro qual’era?? che il fondo individuato annoverava tra i proprietari Antonino Sorrentino socio di chi scrive nello Studio Tecnico. Essere mio socio non significa che Sorrentino insieme ad altri non possa comprare un terreno peraltro tre anni fa, però è utile a creare una strumentalizzazione politica al solo scopo di infangare l’Amministrazione. Ma c’e’ di più il Sorrentino ed il suo socio erano e sono fermamente contrari al decreto di occupazione che voleva fare L’Ing.Donadio in quanto il canone che si sarebbe determinato per legge sarebbe stato intorno ai 400 € mensili che decurtati delle imposte sarebbero diventati circa 260 €, roba da arricchisi…tanto è vero che per le vie brevi mi avevano preannunciato che si sarebbero opposti nelle sedi competenti. 
Ora, la nostra priorità è la sistemazione dei bambini della scuola di Cesarano entro il 15 Settembre ed il Sindaco con proprio atto renderà pubblica la decisione assunta, entro i primi giorni della prossima settimana

Sorrento. Situazione difficile quella dell'amministrazione Cuomo sulle scuole, ma per l'ipotesi Elefante, ammesso che sia vero , non possiamo essere totalmente critici, se vediamo ad altri casi in penisola sorrentina, come a Piano di Sorrento, dove invece di ascoltare altre ipotesi l'amministrazione ha reagito mettendosi sulle barricate senza dialogare ma solo attaccare una ipotesi portata avanti per la prima volta con un pubblico dibattito, solo grazie alla testata giornalistica Positanonews, sulla scuola Carlo Amalfi che rimane cosi miseramente chiusa senza nessun intervento di alcun tipo. Bisogna dar atto che il dialogo , seppur aspro , con opposizioni aggueritissime, non manca, come pure il mettersi in discussione, mentre non sembra ci sia stato per la scuola Carlo Amalfi dove, nonostante ci fosse la possibilita', non sono state mai prese in considerazione ipotesi alternative…

 Raffaele Apreda assessore ai lavori pubblici della Giunta Cuomo interviene sul suo profilo face book sulla vicenda della scuola di Cesarano, ne riportiamo integralmente l ' intervento, gia' replicato da Salvatore Caccaviello e Rosario Fiorentino. In una situazione del genere crediamo che chiunque amministri, non possa che trovarsi in difficolta', rispetto alle quali insieme si dovrebbe anche cercare di cooperare per trovare soluzioni 

Scuola di Cesarano nessun dietrofront anzi tre passi in avanti.

Le comiche riflessioni, o anzi artate illazioni di alcuni signori prestati senza successo al giornalismo e di una parte dell'opposizione nella persona del Consigliere Rosario Fiorentino, meritano un replica, non tanto per convincerli, in quanto non mi interessa, ma per mettere in condizione chi legge di sentire anche l'Amministrazione Comunale.  La giunta Comunale di Sorrento con proprio atto ha deliberato di noleggiare e costruire un prefabbricato provvisorio per sopperire in parte, alla carenza di aule determinatasi con la chiusura delle scuole Vittorio Veneto e Cesarano. L'ing.Alfonso Donadio capo dell' U.T.C. è stato incaricato di individuare un suolo idoneo che potesse ospitare tale prefabbricato, parallelamente, è stata indetta una manifestazione di interesse rivolta a tutti coloro che fossero interessati al noleggio e al montaggio del prefabbricato, a tale manifestazione hanno risposto tre ditte che sono state regolarmente invitate dal Comune di Sorrento a presentare le offerte entro il 15 Luglio scorso. In quella data nessuna ditta ha presentato offerte ritenendo probabilmente non conveniente il bando proposto, tale esito della gara, visti i tempi ristretti, non ci consente di presentare un nuovo bando con condizioni differenti. Il suolo che era stato individuato dall'ing.Donadio è a confine con la scuola Tasso ed è l'unico, non ve ne sono altri con eguali caratteristiche, tale scelta era stata fatta in considerazione di usufruire dei sevizi della scuola Tasso in primis, la mensa. I signori di cui prima, ed il Consigliere Rosario Fiorentino in particolare, che in questo periodo hanno solo gettato fango come da consolidata abitudine, non hanno presentato alcuna proposta per la risoluzione della problematica al contrario del Consigliere Alessandro Schisano sempre attento e, sulla vicenda propositivo. Il problema, a dir di costoro qual'era?? che il fondo individuato annoverava tra i proprietari Antonino Sorrentino socio di chi scrive nello Studio Tecnico. Essere mio socio non significa che Sorrentino insieme ad altri non possa comprare un terreno peraltro tre anni fa, però è utile a creare una strumentalizzazione politica al solo scopo di infangare l'Amministrazione. Ma c'e' di più il Sorrentino ed il suo socio erano e sono fermamente contrari al decreto di occupazione che voleva fare L'Ing.Donadio in quanto il canone che si sarebbe determinato per legge sarebbe stato intorno ai 400 € mensili che decurtati delle imposte sarebbero diventati circa 260 €, roba da arricchisi…tanto è vero che per le vie brevi mi avevano preannunciato che si sarebbero opposti nelle sedi competenti. 
Ora, la nostra priorità è la sistemazione dei bambini della scuola di Cesarano entro il 15 Settembre ed il Sindaco con proprio atto renderà pubblica la decisione assunta, entro i primi giorni della prossima settimana

Lascia una risposta