Praiano Laudano “Sono uscito perchè non condivido più la linea politica”

0

Praiano, Costiera amalfitana  L’amministrazione comunale di Praiano, guidata dal sindaco Giovanni Di Martino, perde i pezzi. Già, perché ieri mattina è stata protocollata la decisione irrevocabile dell’oramai ex consigliere di maggioranza, Angelo Laudano, che ha comunicato di voler abbandonare il gruppo consiliare “Insieme in libertà” che fa capo al primo cittadino. A determinare la sua scelta, come spiega lo stesso Laudano, nella breve e concisa nota con cui ha annunciato la sua decisione, soprattutto motivi di gestione della cosa pubblica. Laudano, infatti, ha evidenziato come non «condivida più la linea politica» del gruppo di cui ha fatto parte finora, comunicando quindi al sindaco, al segretario comunale e agli altri componenti del parlamentino cittadino, di ritenersi «consigliere comunale indipendente» e, dunque, di dissociarsi, d’ora in poi, dalla linea della maggioranza. Sicuramente l’atto di Laudano non mancherà di provocare un acceso dibattito politico nel caratteristico paese della Costiera, rendendo ancor più “caliente”, e non solo da un punto di vista atmosferico, l’estate di Praiano. Anche perché la maggioranza ha già dovuto subire una defezione, seppure diverso tempo fa. A prendere le distanze era stato, quasi all’indomani delle elezioni, l’ex primo cittadino Gennaro Amendola, che non si era potuto candidare nuovamente alla guida del paese, avendo esaurito il bonus dei due mandati consecutivi. Un divorzio che si era consumato in fretta, per divergenze all’interno dello stessa compagine che Amendola aveva capitanato per dieci anni e di cui, per la prima volta dopo due lustri, non era più leader. Anche Amendola decise di rendersi “autonomo” nel parlamentino cittadino, rinunciando anche alle deleghe. Gaetano de Stefano

Praiano, Costiera amalfitana  L’amministrazione comunale di Praiano, guidata dal sindaco Giovanni Di Martino, perde i pezzi. Già, perché ieri mattina è stata protocollata la decisione irrevocabile dell’oramai ex consigliere di maggioranza, Angelo Laudano, che ha comunicato di voler abbandonare il gruppo consiliare “Insieme in libertà” che fa capo al primo cittadino. A determinare la sua scelta, come spiega lo stesso Laudano, nella breve e concisa nota con cui ha annunciato la sua decisione, soprattutto motivi di gestione della cosa pubblica. Laudano, infatti, ha evidenziato come non «condivida più la linea politica» del gruppo di cui ha fatto parte finora, comunicando quindi al sindaco, al segretario comunale e agli altri componenti del parlamentino cittadino, di ritenersi «consigliere comunale indipendente» e, dunque, di dissociarsi, d’ora in poi, dalla linea della maggioranza. Sicuramente l’atto di Laudano non mancherà di provocare un acceso dibattito politico nel caratteristico paese della Costiera, rendendo ancor più “caliente”, e non solo da un punto di vista atmosferico, l’estate di Praiano. Anche perché la maggioranza ha già dovuto subire una defezione, seppure diverso tempo fa. A prendere le distanze era stato, quasi all’indomani delle elezioni, l’ex primo cittadino Gennaro Amendola, che non si era potuto candidare nuovamente alla guida del paese, avendo esaurito il bonus dei due mandati consecutivi. Un divorzio che si era consumato in fretta, per divergenze all’interno dello stessa compagine che Amendola aveva capitanato per dieci anni e di cui, per la prima volta dopo due lustri, non era più leader. Anche Amendola decise di rendersi “autonomo” nel parlamentino cittadino, rinunciando anche alle deleghe. Gaetano de Stefano