Revisione auto: novità in arrivo

0

Le revisioni auto “facili” hanno le ore contate. Il graduale processo di digitalizzazione andrà a regolamentare un settore in cui, sempre troppo spesso, si opera con approssimazione e poco professionalità. Un taglio netto alle “furbate” che in questi anni hanno permesso a veicoli non conformi di restare in strada, mettendo in pericolo sia la vita del guidatore che degli altriautomobilisti.

Revisioni auto digitalizzate

Da lunedì 14 luglio, secondo una circolare ministeriale, è dichiarato “definitivamente inibito l’uso dei timbri per l’aggiornamento della carta di circolazione” che fino ad oggi aveva testimoniato l’esito positivo dei controlli effettuati sul veicolo. Alla cancellazione del timbro si affianca anche un sistema di prenotazione informatizzato: in questo modo non sarà possibile emettere un tagliando per una revisione non prenotata in precedenza e un inserimento dati all’interno del sistema informatico della Motorizzazione Civile, che dovrà tassativamente essere effettuato entro un’ora dalla revisione. Il tagliando, da apporre sul libretto e che attesta il superamento delle verifiche, verrà stampato solo se tutte le procedure saranno state effettuate correttamente.

Informatizzando il processo di revisione non solo si va a garantire la circolazione ai soli veicoli a norma ma, visto che le prenotazione online potranno essere effettuate dal meccanico solo se associate ad un conto corrente, verrà limitato il mercato del nero e le numerose truffe.

Revisioni auto: un protocollo detta le novità future

Il protocollo MCTCNet2 è un insieme di procedure che rivoluzioneranno completamente il sistema di revisione dei veicoli a patire da luglio fino alla fine del 2015. L’abolizione dei timbri è solo il primo passo di uno lungo percorso di informatizzazione. L’aggiornamento dei software di prenotazione, da effettuare entro ottobre 2014, renderà quasi impossibile revisionare i “veicoli fantasmi” o effettuare revisioni postdatate. Successivamente i centri autorizzati dovranno installare telecamere che, essendo capaci di scansionare la targa del mezzo e di incrociare i dati con quanto dichiarato dall’operatore, verificheranno la veridicità del veicolo revisionato. Infine arriveranno gli aggiornamenti per i macchinari adoperati per effettuare le revisioni, eseguiti dai produttori autorizzati dalla pubblica amministrazione, in modo da rispettare le recenti normative.

Articoli Suggeriti:

Revisione Moto
Revisione auto: sei in regola?
Codice della strada: novità in arrivo
Cartelle esattoriali: novità in arrivo
Revisione auto: costo, controlli e scadenze

Le revisioni auto “facili” hanno le ore contate. Il graduale processo di digitalizzazione andrà a regolamentare un settore in cui, sempre troppo spesso, si opera con approssimazione e poco professionalità. Un taglio netto alle “furbate” che in questi anni hanno permesso a veicoli non conformi di restare in strada, mettendo in pericolo sia la vita del guidatore che degli altriautomobilisti.

Revisioni auto digitalizzate

Da lunedì 14 luglio, secondo una circolare ministeriale, è dichiarato “definitivamente inibito l’uso dei timbri per l’aggiornamento della carta di circolazione” che fino ad oggi aveva testimoniato l’esito positivo dei controlli effettuati sul veicolo. Alla cancellazione del timbro si affianca anche un sistema di prenotazione informatizzato: in questo modo non sarà possibile emettere un tagliando per una revisione non prenotata in precedenza e un inserimento dati all’interno del sistema informatico della Motorizzazione Civile, che dovrà tassativamente essere effettuato entro un’ora dalla revisione. Il tagliando, da apporre sul libretto e che attesta il superamento delle verifiche, verrà stampato solo se tutte le procedure saranno state effettuate correttamente.

Informatizzando il processo di revisione non solo si va a garantire la circolazione ai soli veicoli a norma ma, visto che le prenotazione online potranno essere effettuate dal meccanico solo se associate ad un conto corrente, verrà limitato il mercato del nero e le numerose truffe.

Revisioni auto: un protocollo detta le novità future

Il protocollo MCTCNet2 è un insieme di procedure che rivoluzioneranno completamente il sistema di revisione dei veicoli a patire da luglio fino alla fine del 2015. L’abolizione dei timbri è solo il primo passo di uno lungo percorso di informatizzazione. L’aggiornamento dei software di prenotazione, da effettuare entro ottobre 2014, renderà quasi impossibile revisionare i “veicoli fantasmi” o effettuare revisioni postdatate. Successivamente i centri autorizzati dovranno installare telecamere che, essendo capaci di scansionare la targa del mezzo e di incrociare i dati con quanto dichiarato dall’operatore, verificheranno la veridicità del veicolo revisionato. Infine arriveranno gli aggiornamenti per i macchinari adoperati per effettuare le revisioni, eseguiti dai produttori autorizzati dalla pubblica amministrazione, in modo da rispettare le recenti normative.