Parte l’esperimento ‘biglietto autonomo’ della EAV BUS

0

Se tutto andrà bene a fine anno sarà distribuito anche ai rivenditori

 

SORRENTO – Dopo vari proclami e tentativi da parte dei dirigenti dell’azienda che gestisce il trasporto pubblico in penisola sorrentina, da lunedì scorso è finalmente decollato il piano di bigliettazione autonoma sugli autobus delle linee peninsulari.

Infatti, dall’inizio della scorsa settimana tutti i conducenti degli autobus di linea dell’EAV BUS hanno ricevuto un quantitativo di titoli di viaggio divisi in due prezzi diversi, uno da 1,00 € ed uno da 1,50 €. Il primo può essere acquistato ai capolinea della rete aziendale, ossia a Massa Lubrense, Marina Grande, Marina Piccola, la Spiaggia di Meta e la stazione di Vico Equense. Mentre il secondo potrà essere acquistato dal conducente a bordo del mezzo pubblico ma quando l’autobus è in “movimento”, cioè quando abbia già lasciato la fermata indicata come capolinea. Guardando nel dettaglio questa iniziativa, bisogna dire che essa è nata come contrasto ai cosiddetti “portoghesi” che avevano fattodell’evasione d’acquisto del titolo di viaggio sui mezzi pubblici il loro sport preferito. Ed altresì per cercare di contrastare la massa dei teppisti del mare che il sabato e la domenica calano come le orde barbariche di Attila sulle nostre spiagge – a volte senza nemmeno pagare il biglietto del treno che dall’hinterland della nostra regione li porta sino alle nostre spiagge – e che subito dopo il loro passaggio risultano deturpate in ogni dove. È di qualche anno fa l’episodio verificatosi alla Marina di Seiano, dove un conducente dell’EAV fu preso a calci e pugni solo perché avrebbe preteso il pagamento del biglietto a bordo del mezzo pari ad 1,80 €, reazione a  dir poco spropositata contro chi lavora anche in condizioni spesso inumane sui mezzi pubblici in servizio sulle nostre strade. Il servizio di bigliettazione autonoma è ancora in fase embrionale e sperimentale. Infatti, sono stati stampati solo 80mila titoli di viaggio e distribuiti ai conducenti. Solo il 31 dicembre c.a. si avrà, sempre che vada bene la sperimentazione, la distribuzione dei nuovi biglietti anche agli esercizi commerciali che già vendono i titoli del consorzio UNICO CAMPANIA. Ma al contrario dei biglietti di quest’ultimo, il titolo sarà valido per una corsa semplice e solo sull’autobus, mentre comunque chi poi ne avesse bisogno può sempre acquistare il biglietto combinato UNICO bus e treno, che resterà valido per il gruppo EAV.

 

                                                           Le foto di Rosario Criscuolo

                    

 

GIUSEPPE SPASIANO

Se tutto andrà bene a fine anno sarà distribuito anche ai rivenditori

 

SORRENTO – Dopo vari proclami e tentativi da parte dei dirigenti dell’azienda che gestisce il trasporto pubblico in penisola sorrentina, da lunedì scorso è finalmente decollato il piano di bigliettazione autonoma sugli autobus delle linee peninsulari.

Infatti, dall’inizio della scorsa settimana tutti i conducenti degli autobus di linea dell’EAV BUS hanno ricevuto un quantitativo di titoli di viaggio divisi in due prezzi diversi, uno da 1,00 € ed uno da 1,50 €. Il primo può essere acquistato ai capolinea della rete aziendale, ossia a Massa Lubrense, Marina Grande, Marina Piccola, la Spiaggia di Meta e la stazione di Vico Equense. Mentre il secondo potrà essere acquistato dal conducente a bordo del mezzo pubblico ma quando l’autobus è in “movimento”, cioè quando abbia già lasciato la fermata indicata come capolinea. Guardando nel dettaglio questa iniziativa, bisogna dire che essa è nata come contrasto ai cosiddetti “portoghesi” che avevano fattodell’evasione d’acquisto del titolo di viaggio sui mezzi pubblici il loro sport preferito. Ed altresì per cercare di contrastare la massa dei teppisti del mare che il sabato e la domenica calano come le orde barbariche di Attila sulle nostre spiagge – a volte senza nemmeno pagare il biglietto del treno che dall’hinterland della nostra regione li porta sino alle nostre spiagge – e che subito dopo il loro passaggio risultano deturpate in ogni dove. È di qualche anno fa l’episodio verificatosi alla Marina di Seiano, dove un conducente dell’EAV fu preso a calci e pugni solo perché avrebbe preteso il pagamento del biglietto a bordo del mezzo pari ad 1,80 €, reazione a  dir poco spropositata contro chi lavora anche in condizioni spesso inumane sui mezzi pubblici in servizio sulle nostre strade. Il servizio di bigliettazione autonoma è ancora in fase embrionale e sperimentale. Infatti, sono stati stampati solo 80mila titoli di viaggio e distribuiti ai conducenti. Solo il 31 dicembre c.a. si avrà, sempre che vada bene la sperimentazione, la distribuzione dei nuovi biglietti anche agli esercizi commerciali che già vendono i titoli del consorzio UNICO CAMPANIA. Ma al contrario dei biglietti di quest’ultimo, il titolo sarà valido per una corsa semplice e solo sull’autobus, mentre comunque chi poi ne avesse bisogno può sempre acquistare il biglietto combinato UNICO bus e treno, che resterà valido per il gruppo EAV.

 

                                                           Le foto di Rosario Criscuolo

                    

 

GIUSEPPE SPASIANO