Arriva Equitalia Sud…

0

Sono svariati i cittadini che negli ultimi giorni sono stati messi alle strette dal recapito di richieste di pagamento da parte dell’Equitalia Sud S.p.A., Agente della riscossione per la Provincia di Salerno e ciò, proprio a ridosso delle scadenze ordinarie annuali, inerenti al pagamento delle imposte. Infatti, Equitalia ha inviato ai cittadini dell’intera Provincia molteplici atti tra i quali: preavvisi di fermo amministrativo, intimazioni e/o solleciti di pagamento, cartelle esattoriali e altri provvedimenti di riscossione, aventi ad oggetto un presunto carico debitorio di dubbia legittimità, poiché, la maggior parte di essi si fondano su crediti prescritti e/o già estinti per avvenuto pagamento, o su cartelle di pagamento mai notificate e/o aventi ad oggetto atti ad esse collegati dei quali l’utente non era mai venuto a conoscenza, il tutto nella speranza che il contribuente ignaro effettui ugualmente il pagamento di qualcosa in realtà non dovuto. In merito, già molti cittadini salernitani e della costiera amalfitana, allarmati dalla situazione, si sono rivolti all’ Avv. Stefania Merrone, delegato dell’Associazione Consumatori e Utenti (ACU), nonché, referente nella Provincia di Salerno della Fondazione AdAstra, sedi di Salerno site in P.zza Cavalieri di Vittorio Veneto, 4, denunciando il disagio derivante da tali esose pretese creditorie e bisognosi di idonea assistenza, innanzitutto nella lettura dei suddetti atti, molte volte oscuri e poco chiari all’occhio dell’uomo medio, oltre che per un valido aiuto a tutela e difesa dei propri diritti. Invero, sia l’Associazione Consumatori e Utenti (ACU) che la Fondazione AdAstra si occupano in maniera attiva delle problematiche presenti sul territorio inerenti alle politiche giovanili, istruzione e formazione, economia e lavoro, cultura, sanità, terzo settore, tutte questioni che sono inscindibilmente legate le une alle altre, in un contesto regionale che appare ormai un unico, enorme contenitore e moltiplicatore di disagio sociale. In particolare l’ACU si occupa di perseguire finalità di solidarietà sociale nel campo della tutela dei diritti civili dei consumatori e degli utenti a tutela di interessi collettivi. A tal proposito, per venire incontro alla collettività e tutelare i loro diritti, la sede ACU e la delegazione di Salerno per la Fondazione AdAstra, entrambe rappresentate dall’Avv. Stefania Merrone, invitano coloro che vogliano delucidazioni sulla vicenda a contattare i seguenti numeri telefonici: cell.: 338/6150901, fax: 089/9953745, mail: merronestefania53@gmail.com; salerno@acucampania.org; siti web: http://acucampania.it/; http://www.fondazioneadastra.it/.

 

 

Sono svariati i cittadini che negli ultimi giorni sono stati messi alle strette dal recapito di richieste di pagamento da parte dell’Equitalia Sud S.p.A., Agente della riscossione per la Provincia di Salerno e ciò, proprio a ridosso delle scadenze ordinarie annuali, inerenti al pagamento delle imposte. Infatti, Equitalia ha inviato ai cittadini dell’intera Provincia molteplici atti tra i quali: preavvisi di fermo amministrativo, intimazioni e/o solleciti di pagamento, cartelle esattoriali e altri provvedimenti di riscossione, aventi ad oggetto un presunto carico debitorio di dubbia legittimità, poiché, la maggior parte di essi si fondano su crediti prescritti e/o già estinti per avvenuto pagamento, o su cartelle di pagamento mai notificate e/o aventi ad oggetto atti ad esse collegati dei quali l’utente non era mai venuto a conoscenza, il tutto nella speranza che il contribuente ignaro effettui ugualmente il pagamento di qualcosa in realtà non dovuto. In merito, già molti cittadini salernitani e della costiera amalfitana, allarmati dalla situazione, si sono rivolti all’ Avv. Stefania Merrone, delegato dell’Associazione Consumatori e Utenti (ACU), nonché, referente nella Provincia di Salerno della Fondazione AdAstra, sedi di Salerno site in P.zza Cavalieri di Vittorio Veneto, 4, denunciando il disagio derivante da tali esose pretese creditorie e bisognosi di idonea assistenza, innanzitutto nella lettura dei suddetti atti, molte volte oscuri e poco chiari all’occhio dell’uomo medio, oltre che per un valido aiuto a tutela e difesa dei propri diritti. Invero, sia l’Associazione Consumatori e Utenti (ACU) che la Fondazione AdAstra si occupano in maniera attiva delle problematiche presenti sul territorio inerenti alle politiche giovanili, istruzione e formazione, economia e lavoro, cultura, sanità, terzo settore, tutte questioni che sono inscindibilmente legate le une alle altre, in un contesto regionale che appare ormai un unico, enorme contenitore e moltiplicatore di disagio sociale. In particolare l’ACU si occupa di perseguire finalità di solidarietà sociale nel campo della tutela dei diritti civili dei consumatori e degli utenti a tutela di interessi collettivi. A tal proposito, per venire incontro alla collettività e tutelare i loro diritti, la sede ACU e la delegazione di Salerno per la Fondazione AdAstra, entrambe rappresentate dall’Avv. Stefania Merrone, invitano coloro che vogliano delucidazioni sulla vicenda a contattare i seguenti numeri telefonici: cell.: 338/6150901, fax: 089/9953745, mail: merronestefania53@gmail.com; salerno@acucampania.org; siti web: http://acucampania.it/; http://www.fondazioneadastra.it/.