Positano I motori a 2 tempi recano più danni dei pulmini

0

Positano, Costiera amalfitana . È proprio così, e il tratto da Piazza dei Mulini alla Sponda è il più martoriato, il più soggetto al fenomeno avvelenante di emissioni dai motori a 2 tempi. Alcuni autisti della Flavio Gioia (uno in particolare), con la loro perizia e competenza riescono a ridurre le emissioni dei pulmini, non tutti per la verità; mentre invece tutti i veicoli a due e tre ruote con motori a 2 tempi fanno una “fumeta” impressionante.

Il loro passaggio lascia una scia indicibile, indicibile in quanto non ci sono parole per definire i danni causati: gente che si porta la mano alla bocca con e senza fazzoletto, mamme che coprono i bimbi nei passeggini, vigili che sventolano la mano per allontanare i fumi etc. e tutti a imprecare e lanciare maledizioni che …… poveri conducenti, manco se ne accorgono.

Come non hanno cognizione delle “fumete” che lasciano, oppure si. Molti lo sanno, altri sono stati informati, altri fanno finta di niente, altri ancora sono stati invitati a sostituire il mezzo, purtroppo non c’è nessuna legge che ne vieti la circolazione anzi, addirittura quelli d’epoca hanno pure delle agevolazioni. Non ci resta che fare appello solo all’etica, rivolgerci direttamente ai possessori, al loro comportamento di cittadino residente in un paese turistico tra i più famosi nel mondo, possiamo fare appello alle autorità competenti che pensino a una soluzione come il limitarne la circolazione ( a orari per esempio) con una ordinanza o ancora, al Comando Vigili non rilasci i permessi residenti, o al Comune istituire un capitolo per incentivi a coloro che cambiano da 2 a 4 tempi.

Di certo non si riuscirà a eliminare il problema tutto e subito, quantomeno però si può ridurre man mano l’inquinamento e coinvolgere, sensibilizzare e interessare i proprietari stessi a dar loro un segnale concreto. Lettera firmata 

Positano, Costiera amalfitana . È proprio così, e il tratto da Piazza dei Mulini alla Sponda è il più martoriato, il più soggetto al fenomeno avvelenante di emissioni dai motori a 2 tempi. Alcuni autisti della Flavio Gioia (uno in particolare), con la loro perizia e competenza riescono a ridurre le emissioni dei pulmini, non tutti per la verità; mentre invece tutti i veicoli a due e tre ruote con motori a 2 tempi fanno una “fumeta” impressionante.

Il loro passaggio lascia una scia indicibile, indicibile in quanto non ci sono parole per definire i danni causati: gente che si porta la mano alla bocca con e senza fazzoletto, mamme che coprono i bimbi nei passeggini, vigili che sventolano la mano per allontanare i fumi etc. e tutti a imprecare e lanciare maledizioni che …… poveri conducenti, manco se ne accorgono.

Come non hanno cognizione delle “fumete” che lasciano, oppure si. Molti lo sanno, altri sono stati informati, altri fanno finta di niente, altri ancora sono stati invitati a sostituire il mezzo, purtroppo non c’è nessuna legge che ne vieti la circolazione anzi, addirittura quelli d’epoca hanno pure delle agevolazioni. Non ci resta che fare appello solo all’etica, rivolgerci direttamente ai possessori, al loro comportamento di cittadino residente in un paese turistico tra i più famosi nel mondo, possiamo fare appello alle autorità competenti che pensino a una soluzione come il limitarne la circolazione ( a orari per esempio) con una ordinanza o ancora, al Comando Vigili non rilasci i permessi residenti, o al Comune istituire un capitolo per incentivi a coloro che cambiano da 2 a 4 tempi.

Di certo non si riuscirà a eliminare il problema tutto e subito, quantomeno però si può ridurre man mano l’inquinamento e coinvolgere, sensibilizzare e interessare i proprietari stessi a dar loro un segnale concreto. Lettera firmata 

Lascia una risposta