Primo giorno per Koulibaly, Benitez mette tutti sotto torchio. Tra gli assenti Pandev, si rivede Rafael tra i pali

0

In Brasile è tempo di finali. A Castelvoltuno, invece, è tempo di ripresa. Il Napoli si è ritrovato nel suo centro sportivo, come da programmi, ed inizia a preparare la stagione che verrà. Certo, i dubbi e le sorprese legate al mercato restano un punto interrogativo imperante nell’aria, mal’ombra del preliminare di Champions incombe sugli azzurri, e la tabella di lavoro di Benitez è già stata accuratamente stilata. La stagione 2014-15 è iniziata nella prima mattinata di ieri, senza i giocatori che hanno disputato il mondiale con le nazionali e che si uniranno al resto del gruppo alla spicciolata. I primi ad arrivare sono stati Radosevic e Mesto seguiti dal nuovo acquisto Koulibaly, che ovviamente aveva il classico entusiasmo da primo giorno di scuola. In una nuova classe e con i nuovi compagni da conoscere e con i quali perfezionare l’affiatamento. Per lui queste saranno settimane fondamentali per conquistare la fiducia dell’allenatore come quella della squadra. L’assenza di Fernandez, che domenica insieme ad Higuain potrebbe laurearsi campione del Mondo, offre una grande opportunità al difensore francese per scalare le gerarchie e candidarsi come prima scelta per affiancare Albiol. Il gruppo, poi, gradualmente si è andato a formare e l’atmosfera nello spogliatoio si è fatta sempre più distesa e serena. L’occasione migliore per una battuta, una chiacchiera ed un racconto delle proprie vacanze. Grandi sorrisi da parte di tutti, ma anche la concentrazione di chi sa che questa può e deve essere una stagione da giocare a tutta forza su più fronti. Accoglienza in grande stile per Marek Hamsik, fresco di matrimonio e con una fede al dito da mettere subito in bella mostra con i compagni. Anche lui ha tutte le intenzioni di cancellare un’annata costellata da tante ombre e poche luci. Questo il motivo per il quale ha addirittura rinunciato alla luna di miele. Vuole ritornare leader in campo e fuori, a suon di gol, la sua specialità. Ma non solo. L’obiettivo principale è trovare continuità e freschezza atletica, due cose che gli sono mancate dopo l’infortunio al piede. È lui il capitano del Napoli che verrà, ed in attesa del rientro di Mertens e Higuain, saranno lui e Callejon a dover dare la giusta qualità al reparto offensivo. Primo giorno anche per Rafael che dopo l’infortunio al ginocchio punta con decisione a riprendersi il posto da titolare nella porta del Napoli. Unico assente, tra quelli che non erano in Brasile, Pandev, che raggiungerà i compagni nella giornata di sabato. Dopo i saluti di rito, Benitez è subito venuto al sodo, mostrando al gruppo il programma di allenamento per questa prima settimana di ripresa in vista della partenza per il ritiro di Dimaro. Poi sotto con i primi test atletici: giocatori suddivisi in tre blocchi con altrettante sessioni di lavoro alternate per verificare lo stato di forma di tutti i ragazzi. Tutti convocati per il ritiro di Dimaro dai ragazzi della primavera a Higuain, Fernandez, Andujar e Herinque che sono ancora in Brasile. Vargas e gli altri usciti agli ottavi arriveranno il 23. Oggi si riprende con una doppia seduta, mentre martedì 15 è prevista la presentazione della nuova maglia con il doppio sponsor «Acqua Lete» e «Pasta Garofalo». (Bruno Majorano – Il Mattino)

In Brasile è tempo di finali. A Castelvoltuno, invece, è tempo di ripresa. Il Napoli si è ritrovato nel suo centro sportivo, come da programmi, ed inizia a preparare la stagione che verrà. Certo, i dubbi e le sorprese legate al mercato restano un punto interrogativo imperante nell'aria, mal'ombra del preliminare di Champions incombe sugli azzurri, e la tabella di lavoro di Benitez è già stata accuratamente stilata. La stagione 2014-15 è iniziata nella prima mattinata di ieri, senza i giocatori che hanno disputato il mondiale con le nazionali e che si uniranno al resto del gruppo alla spicciolata. I primi ad arrivare sono stati Radosevic e Mesto seguiti dal nuovo acquisto Koulibaly, che ovviamente aveva il classico entusiasmo da primo giorno di scuola. In una nuova classe e con i nuovi compagni da conoscere e con i quali perfezionare l'affiatamento. Per lui queste saranno settimane fondamentali per conquistare la fiducia dell’allenatore come quella della squadra. L’assenza di Fernandez, che domenica insieme ad Higuain potrebbe laurearsi campione del Mondo, offre una grande opportunità al difensore francese per scalare le gerarchie e candidarsi come prima scelta per affiancare Albiol. Il gruppo, poi, gradualmente si è andato a formare e l'atmosfera nello spogliatoio si è fatta sempre più distesa e serena. L'occasione migliore per una battuta, una chiacchiera ed un racconto delle proprie vacanze. Grandi sorrisi da parte di tutti, ma anche la concentrazione di chi sa che questa può e deve essere una stagione da giocare a tutta forza su più fronti. Accoglienza in grande stile per Marek Hamsik, fresco di matrimonio e con una fede al dito da mettere subito in bella mostra con i compagni. Anche lui ha tutte le intenzioni di cancellare un’annata costellata da tante ombre e poche luci. Questo il motivo per il quale ha addirittura rinunciato alla luna di miele. Vuole ritornare leader in campo e fuori, a suon di gol, la sua specialità. Ma non solo. L’obiettivo principale è trovare continuità e freschezza atletica, due cose che gli sono mancate dopo l’infortunio al piede. È lui il capitano del Napoli che verrà, ed in attesa del rientro di Mertens e Higuain, saranno lui e Callejon a dover dare la giusta qualità al reparto offensivo. Primo giorno anche per Rafael che dopo l’infortunio al ginocchio punta con decisione a riprendersi il posto da titolare nella porta del Napoli. Unico assente, tra quelli che non erano in Brasile, Pandev, che raggiungerà i compagni nella giornata di sabato. Dopo i saluti di rito, Benitez è subito venuto al sodo, mostrando al gruppo il programma di allenamento per questa prima settimana di ripresa in vista della partenza per il ritiro di Dimaro. Poi sotto con i primi test atletici: giocatori suddivisi in tre blocchi con altrettante sessioni di lavoro alternate per verificare lo stato di forma di tutti i ragazzi. Tutti convocati per il ritiro di Dimaro dai ragazzi della primavera a Higuain, Fernandez, Andujar e Herinque che sono ancora in Brasile. Vargas e gli altri usciti agli ottavi arriveranno il 23. Oggi si riprende con una doppia seduta, mentre martedì 15 è prevista la presentazione della nuova maglia con il doppio sponsor «Acqua Lete» e «Pasta Garofalo». (Bruno Majorano – Il Mattino)

Lascia una risposta