Le metamorfosi musicali della XVII edizione dei Concerti d’Estate a Villa Guariglia

0

 

Presentato ieri mattina il cartellone nella sala consiliare del Comune di Vietri sul mare ospite del sindaco Francesco Benincasa

 

Di OLGA CHIEFFI

La metamorfosi si inscrive pienamente nell’universo del meraviglioso, che sfugge ai codici del mondo reale e si proietta nella dimensione altra dell’immaginario. Le sue funzioni sono poliedriche e polivalenti: da un lato tende, infatti, a scardinare ogni immagine monolitica della realtà e dell’identità, dall’altro mira a spiegare retrospettivamente, e quasi a razionalizzare, l’infinita varietà delle forme. Il pianista Francesco Nicolosi, direttore artistico dei Concerti d’estate di Villa Guariglia, ha scelto quale tema “Metamorphosen”, sia per omaggiare il 150° anno dalla nascita di Richard Strauss, ma, in particolare, per riaffermare la necessità di un’autonomia assoluta della musica quale energia e valore vitale d’ogni perfezione sensibile nello spazio del bello. Diciannove sono gli appuntamenti, che ieri mattina nella sala consiliare di Vietri sul mare il padrone di casa il sindaco Francesco Benincasa ha inteso generosamente introdurre, unitamente a Giulia Ambrosio, docente di Storia della Musica del Martucci, Barbara Cussino, Resp.le del settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno e, naturalmente Tonia Willburger, “Donna di Ftica” così affettuosamente definita dal sindaco, del Festival. Tra itinerari musicali, incontri con l’autore, percorsi di gusto ed eventi solidali che caratterizzano la diciassettesima edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia” in programma dal 10 luglio al 5 agosto sulla terrazza di Villa Guariglia a Raito di Vietri sul Mare. ll festival quest’anno è il capofila degli eventi cofinanziati con PO FESR Campania 2007 – 2013 Ob. O. 1.12 con DD.GR. n.197/2013 e n.692/2013: La Scoperta della Campania – Sessione “Giugno 2014 – Gennaio 2015” .

I “Concerti d’estate di Villa Guariglia”, si avvalgono anche del contributo ed il patrocinio del Comune di Vietri sul Mare, della Provincia di Salerno, della Camera di Commercio di Salerno, della Coldiretti Salerno, dell’EPT, della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, del Gal Casacastra e del Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno. “Artisti di levatura internazionale, ha annunciato Francesco Nicolosi, ed alcuni tra i migliori giovani del nostro panorama concertistico animeranno un programma, che accompagnandoci dal 10 luglio al 5 agosto, si muove attraverso la metamorfosi dei linguaggi, talvolta testimoni della parabola esistenziale ed artistica di un compositore, altre volte simboli di cambiamenti storici e sociali. Tutto ciò in progetti che mirano ad evidenziare come la musica sia capace di restituire, in ogni ambito, profonde evidenze dell’avventura umana. Potremo osservare anche i mutamenti delle forme che i compositori hanno utilizzato nei secoli per dar vita a pensiero, animo, emozione, a cominciare da giovedì 10 luglio quando nell’incantevole cornice di Villa Guariglia si esibirà la Rotary Youth Chamber Orchestra diretta da Simone Genuini, che presenterà, il giovanissimo violinista Riccardo Zamuner interprete di due gemme della letteratura vivaldiana quali Alla rustica e l’Estate, passando poi, per la Holberg suite di Grieg e chiudendo con i più celebri songs di George Gershwin. Ritorna, il 15 luglio, il Quartetto Terpsycordes di Girolamo Bottiglieri, Raya Raytcheva, Caroline Cohen-Adad e François Grin al cello, reduce dall’incisione di due quartetti beethoveniani, ma che qui spazieranno da Haydn a Brahms, onorando il tema della rassegna con le “Métamorphoses nocturnes” di Ligeti. Largo ai giovani, al work in progress del mondo musicale, il 25 luglio nella Villa Comunale di Vietri, con l’Orchestra del Conservatorio Statale di Musica “G.Martucci” di Salerno, diretta da Massimiliano Carlini. Il concerto straussiano è fissato per il 26 luglio, in programma “Enoch Arden”, un melologo del 1897, che pone in luce la grande sensibilità teatrale del genio tedesco, interpretato da due mostri sacri del teatro italiano quali Mariano Rigillo e Annateresa Rossini con Francesco Nicolosi al pianoforte, mentre il 29 luglio il tocco internazionale sarà offerto dal duo portoghese flauto e pianoforte di Luis Meireles e Maria Josè Souza Guedes, protagonisti di un programma che spazia dalla sonatina di Gaetano Donizetti, croce e delizia di qualsiasi studente che approcci il flauto, alle virtuosistiche variazioni di Franz Schubert sul tema del lied “Trockne Blumen”, sino a Lapa e alla scuola francese di Piernè. Ancora magistero russo per il recital del vincitore del Premio di esecuzione pianistica “A.Napolitano – Città di Salerno”, Alexander Yakovlev, in scena il 30 luglio, il quale proporrà musiche di Mozart e Schumann, prima di interpretare i Quadri da una esposizione di Musorgskij, che gli hanno consegnato la vittoria sul palcoscenico del teatro Verdi. Due gli appuntamenti di agosto: il 3 con Cinema Serenade, le più amate colonne sonore di tutti i tempi, da Piazzolla a Rota, da Gershwin a Scott Joplin, sino a Gardel, Morricone, e Piovani, eseguite dal Quintetto Concentus, prime parti del Bellini di Catania e il 5 gran finale con uno dei più grandi affabulatori campani, Peppe Barra,  il quale coadiuvato dal Discantus Ensemble diretto da Luigi Grima ci condurrà per mano nel giardino di Pierino e il lupo, alla scoperta dei segreti dell’orchestra insieme a Sergej Prokofiev.

 

Presentato ieri mattina il cartellone nella sala consiliare del Comune di Vietri sul mare ospite del sindaco Francesco Benincasa

 

Di OLGA CHIEFFI

La metamorfosi si inscrive pienamente nell’universo del meraviglioso, che sfugge ai codici del mondo reale e si proietta nella dimensione altra dell’immaginario. Le sue funzioni sono poliedriche e polivalenti: da un lato tende, infatti, a scardinare ogni immagine monolitica della realtà e dell’identità, dall’altro mira a spiegare retrospettivamente, e quasi a razionalizzare, l’infinita varietà delle forme. Il pianista Francesco Nicolosi, direttore artistico dei Concerti d’estate di Villa Guariglia, ha scelto quale tema “Metamorphosen”, sia per omaggiare il 150° anno dalla nascita di Richard Strauss, ma, in particolare, per riaffermare la necessità di un’autonomia assoluta della musica quale energia e valore vitale d’ogni perfezione sensibile nello spazio del bello. Diciannove sono gli appuntamenti, che ieri mattina nella sala consiliare di Vietri sul mare il padrone di casa il sindaco Francesco Benincasa ha inteso generosamente introdurre, unitamente a Giulia Ambrosio, docente di Storia della Musica del Martucci, Barbara Cussino, Resp.le del settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno e, naturalmente Tonia Willburger, "Donna di Ftica" così affettuosamente definita dal sindaco, del Festival. Tra itinerari musicali, incontri con l’autore, percorsi di gusto ed eventi solidali che caratterizzano la diciassettesima edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia” in programma dal 10 luglio al 5 agosto sulla terrazza di Villa Guariglia a Raito di Vietri sul Mare. ll festival quest’anno è il capofila degli eventi cofinanziati con PO FESR Campania 2007 – 2013 Ob. O. 1.12 con DD.GR. n.197/2013 e n.692/2013: La Scoperta della Campania – Sessione “Giugno 2014 – Gennaio 2015” .

I “Concerti d’estate di Villa Guariglia”, si avvalgono anche del contributo ed il patrocinio del Comune di Vietri sul Mare, della Provincia di Salerno, della Camera di Commercio di Salerno, della Coldiretti Salerno, dell’EPT, della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, del Gal Casacastra e del Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno. “Artisti di levatura internazionale, ha annunciato Francesco Nicolosi, ed alcuni tra i migliori giovani del nostro panorama concertistico animeranno un programma, che accompagnandoci dal 10 luglio al 5 agosto, si muove attraverso la metamorfosi dei linguaggi, talvolta testimoni della parabola esistenziale ed artistica di un compositore, altre volte simboli di cambiamenti storici e sociali. Tutto ciò in progetti che mirano ad evidenziare come la musica sia capace di restituire, in ogni ambito, profonde evidenze dell’avventura umana. Potremo osservare anche i mutamenti delle forme che i compositori hanno utilizzato nei secoli per dar vita a pensiero, animo, emozione, a cominciare da giovedì 10 luglio quando nell’incantevole cornice di Villa Guariglia si esibirà la Rotary Youth Chamber Orchestra diretta da Simone Genuini, che presenterà, il giovanissimo violinista Riccardo Zamuner interprete di due gemme della letteratura vivaldiana quali Alla rustica e l’Estate, passando poi, per la Holberg suite di Grieg e chiudendo con i più celebri songs di George Gershwin. Ritorna, il 15 luglio, il Quartetto Terpsycordes di Girolamo Bottiglieri, Raya Raytcheva, Caroline Cohen-Adad e François Grin al cello, reduce dall’incisione di due quartetti beethoveniani, ma che qui spazieranno da Haydn a Brahms, onorando il tema della rassegna con le “Métamorphoses nocturnes” di Ligeti. Largo ai giovani, al work in progress del mondo musicale, il 25 luglio nella Villa Comunale di Vietri, con l’Orchestra del Conservatorio Statale di Musica “G.Martucci” di Salerno, diretta da Massimiliano Carlini. Il concerto straussiano è fissato per il 26 luglio, in programma “Enoch Arden”, un melologo del 1897, che pone in luce la grande sensibilità teatrale del genio tedesco, interpretato da due mostri sacri del teatro italiano quali Mariano Rigillo e Annateresa Rossini con Francesco Nicolosi al pianoforte, mentre il 29 luglio il tocco internazionale sarà offerto dal duo portoghese flauto e pianoforte di Luis Meireles e Maria Josè Souza Guedes, protagonisti di un programma che spazia dalla sonatina di Gaetano Donizetti, croce e delizia di qualsiasi studente che approcci il flauto, alle virtuosistiche variazioni di Franz Schubert sul tema del lied “Trockne Blumen”, sino a Lapa e alla scuola francese di Piernè. Ancora magistero russo per il recital del vincitore del Premio di esecuzione pianistica “A.Napolitano – Città di Salerno”, Alexander Yakovlev, in scena il 30 luglio, il quale proporrà musiche di Mozart e Schumann, prima di interpretare i Quadri da una esposizione di Musorgskij, che gli hanno consegnato la vittoria sul palcoscenico del teatro Verdi. Due gli appuntamenti di agosto: il 3 con Cinema Serenade, le più amate colonne sonore di tutti i tempi, da Piazzolla a Rota, da Gershwin a Scott Joplin, sino a Gardel, Morricone, e Piovani, eseguite dal Quintetto Concentus, prime parti del Bellini di Catania e il 5 gran finale con uno dei più grandi affabulatori campani, Peppe Barra,  il quale coadiuvato dal Discantus Ensemble diretto da Luigi Grima ci condurrà per mano nel giardino di Pierino e il lupo, alla scoperta dei segreti dell’orchestra insieme a Sergej Prokofiev.