L’Associazione Pizzaiuoli Napoletani alla scoperta di giovani talenti

0

Iniziativa per il sociale promossa dall’APN rivolta a 20 ragazzi di un istituto alberghiero, in occasione dell’evento a Vulcano Buono

Napoli, 9 luglio 2014 – L’Associazione Pizzaiuoli Napoletani offre opportunità ai giovani per specializzarsi in un lavoro antico e artigianale. A venti studenti dell’Istituto alberghiero Vittorio Veneto di Secondigliano è stata offerta l’opportunità di partecipare ad uno stage professionale gratuito per imparare a realizzare la vera pizza napoletana STG.

I corsi si svolgeranno nei primi 5 giorni dell’evento Pizza-Festival 2014, in programma, al Vulcano Buono di Nola dal 10 al 20 luglio, tenuti dai maestri pizzaiuoli che, oltre a insegnare la preparazione della pizza, cercheranno di trasmettere agli allievi anche la “filisofia” e di raccontare la storia di questa celeberrima pietanza.

Tutti i ragazzi riceveranno un attestato di partecipazione, ma due di loro, saranno premiati con un corso professionale del valore di circa 2.800 euro alla scuola di formazione dell’associazione, l’Academy of Pizza. Ed infine, il migliore tra i due vincitori avrà la possibilità di partecipare ad uno stage di 30 giorni, in una delle più famose e antiche pizzerie napoletane.

“Questa iniziativa rappresenta un contributo per il sociale – afferma Sergio Miccù, presidente dell’associazione – Vogliamo offrire una possibilità a ragazzi che non possono permettersi dei corsi di specializzazione perchè possano trarne un’opportunità di lavoro. Ma ci teniamo soprattutto che apprendano l’arte dei pizzaioli attraverso grandi maestri e professionisti del nostro territorio imparino a valutare anche l’importanza della tradizione”.

I corsi che si tengono presso l’Academy of Pizza sono a numero chiuso di 12 allievi, con 240 ore di lezione che prevedono laboratori e teoria, ma anche visite in aziende che producono le materie prime per la pizza STG e nelle pizzerie. In un anno sono stati frequentati da aspiranti pizzaiuoli o professionisti che intendono specializzarsi, provenienti da ogni parte del mondo.Iniziativa per il sociale promossa dall’APN rivolta a 20 ragazzi di un istituto alberghiero, in occasione dell’evento a Vulcano Buono

Napoli, 9 luglio 2014 – L’Associazione Pizzaiuoli Napoletani offre opportunità ai giovani per specializzarsi in un lavoro antico e artigianale. A venti studenti dell’Istituto alberghiero Vittorio Veneto di Secondigliano è stata offerta l’opportunità di partecipare ad uno stage professionale gratuito per imparare a realizzare la vera pizza napoletana STG.

I corsi si svolgeranno nei primi 5 giorni dell’evento Pizza-Festival 2014, in programma, al Vulcano Buono di Nola dal 10 al 20 luglio, tenuti dai maestri pizzaiuoli che, oltre a insegnare la preparazione della pizza, cercheranno di trasmettere agli allievi anche la “filisofia” e di raccontare la storia di questa celeberrima pietanza.

Tutti i ragazzi riceveranno un attestato di partecipazione, ma due di loro, saranno premiati con un corso professionale del valore di circa 2.800 euro alla scuola di formazione dell’associazione, l’Academy of Pizza. Ed infine, il migliore tra i due vincitori avrà la possibilità di partecipare ad uno stage di 30 giorni, in una delle più famose e antiche pizzerie napoletane.

“Questa iniziativa rappresenta un contributo per il sociale – afferma Sergio Miccù, presidente dell’associazione – Vogliamo offrire una possibilità a ragazzi che non possono permettersi dei corsi di specializzazione perchè possano trarne un’opportunità di lavoro. Ma ci teniamo soprattutto che apprendano l’arte dei pizzaioli attraverso grandi maestri e professionisti del nostro territorio imparino a valutare anche l’importanza della tradizione”.

I corsi che si tengono presso l’Academy of Pizza sono a numero chiuso di 12 allievi, con 240 ore di lezione che prevedono laboratori e teoria, ma anche visite in aziende che producono le materie prime per la pizza STG e nelle pizzerie. In un anno sono stati frequentati da aspiranti pizzaiuoli o professionisti che intendono specializzarsi, provenienti da ogni parte del mondo.