SINDACO DA CONDANNARE?

0

SINDACO DA CONDANNARE?
Questo ippocastano secolare (datazione impianto 1855) era stato sottoposto ad esami fitosanitari nel mese di maggio in quanto dal colletto emergevano decine di carpofori di Fomes. La perizia agronomica portava ad una diagnosi infausta: albero pericolante, compromesso, irrecuperabile, da tagliare.
Gli pseudo-ambientalisti locali inscenavano violente proteste, in quanto l’albero risultava “normalmente fogliato”.
Dopo meno di 2 mesi, in una serata tranquilla di inizio luglio, il gigante si schiantava a terra in piena notte demolendo 2 auto in sosta.
La risposta degli ambientalisti della domenica non mancava: “l’albero andava curato”.

Al mio grande Sindaco Gennaro Cinque ed al mio amico Sindaco Luca Sindaco Per Agerola consiglierei, in questi casi, di cedere la proprietà dell’albero, con regolare atto notarile, ai comitati o ai singoli o alle Associazioni che si oppongono all’abbattimento in modo tale che qualunque cosa accada ne rispondano personalmente. In caso contrario (diniego dei sedicenti ambientalisti a prendersi la proprietà dell’albero: ABBATTIMENTO).

Saluti a tutti raffaele staraceSINDACO DA CONDANNARE?
Questo ippocastano secolare (datazione impianto 1855) era stato sottoposto ad esami fitosanitari nel mese di maggio in quanto dal colletto emergevano decine di carpofori di Fomes. La perizia agronomica portava ad una diagnosi infausta: albero pericolante, compromesso, irrecuperabile, da tagliare.
Gli pseudo-ambientalisti locali inscenavano violente proteste, in quanto l’albero risultava “normalmente fogliato”.
Dopo meno di 2 mesi, in una serata tranquilla di inizio luglio, il gigante si schiantava a terra in piena notte demolendo 2 auto in sosta.
La risposta degli ambientalisti della domenica non mancava: “l’albero andava curato”.

Al mio grande Sindaco Gennaro Cinque ed al mio amico Sindaco Luca Sindaco Per Agerola consiglierei, in questi casi, di cedere la proprietà dell’albero, con regolare atto notarile, ai comitati o ai singoli o alle Associazioni che si oppongono all’abbattimento in modo tale che qualunque cosa accada ne rispondano personalmente. In caso contrario (diniego dei sedicenti ambientalisti a prendersi la proprietà dell’albero: ABBATTIMENTO).

Saluti a tutti raffaele starace

Lascia una risposta