Il disastro annunciato dell’EAV BUS

0

Il sindaco di Vico Equense favorevole al ‘Protocollo d’Intesa’ intercomunale

 

VICO EQUENSE – Nonostante le proteste e le minacce rivolte dalla amministrazione equana ai vertici dell’azienda di trasporto pubblico dell’EAV di dotarsi di mezzi idonei, essa non ha potuto far fronte alle richieste pressanti del sindaco Gennaro Cinque.

Infatti l’azienda di trasporto pubblico svolge il servizio presso le spiagge comunali di Marina Aequa e Marina di Seiano e se non lo si potrà più eseguire ci sarà l’attivazione di un servizio di minibus interno e la conseguente esclusione dalle linee del trasporto pubblico. Di fatti quest’anno l’EAV non riesce a garantire un servizio puntuale e costante sia con le due marine e ci sono conseguenti ripercussioni su coloro che usano il mezzo pubblico per andare a trovare in questi giorni di calura refrigerio sulle spiagge vicane. Sono centinaia le persone che ogni giorno vengono lasciate a terra dagli autobus sempre in numero esiguo su tutto il territorio del comune costiero. Anche Gennaro Cinque, sindaco del comune di Vico Equense, si è espresso in toni favorevoli alla proposta avanzata, il cosiddetto ‘Protocollo’d’Intesa, nei giorni scorsi dal collega di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero, la quale mira all’apertura di un tavolo tecnico che veda riunite le amministrazioni locali, la Regione che ha in mano la gestione del trasporto pubblico e la società EAV, che a sua volta dovrebbe garantire il servizio nei comuni costieri. Questo tavolo dovrebbe, secondo l’intenzione dei promotori, portare a soluzioni immediate, in quanto questa volta è l’intera comunità della penisola sorrentina a far sentire in maniera vibrante e forte la sua voce. In modo che in un territorio ad alta vocazione e densità turistica non abbiano a ripetersi episodi come quelli che si stanno verificando oggi: di utenti lasciati a piedi per mancanza di mezzi idonei al servizio di trasporto pubblico sulle nostre strade.

 

GIUSEPPE SPASIANO 

Il sindaco di Vico Equense favorevole al ‘Protocollo d’Intesa’ intercomunale

 

VICO EQUENSE Nonostante le proteste e le minacce rivolte dalla amministrazione equana ai vertici dell’azienda di trasporto pubblico dell’EAV di dotarsi di mezzi idonei, essa non ha potuto far fronte alle richieste pressanti del sindaco Gennaro Cinque.

Infatti l’azienda di trasporto pubblico svolge il servizio presso le spiagge comunali di Marina Aequa e Marina di Seiano e se non lo si potrà più eseguire ci sarà l’attivazione di un servizio di minibus interno e la conseguente esclusione dalle linee del trasporto pubblico. Di fatti quest’anno l’EAV non riesce a garantire un servizio puntuale e costante sia con le due marine e ci sono conseguenti ripercussioni su coloro che usano il mezzo pubblico per andare a trovare in questi giorni di calura refrigerio sulle spiagge vicane. Sono centinaia le persone che ogni giorno vengono lasciate a terra dagli autobus sempre in numero esiguo su tutto il territorio del comune costiero. Anche Gennaro Cinque, sindaco del comune di Vico Equense, si è espresso in toni favorevoli alla proposta avanzata, il cosiddetto ‘Protocollo’d’Intesa, nei giorni scorsi dal collega di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero, la quale mira all’apertura di un tavolo tecnico che veda riunite le amministrazioni locali, la Regione che ha in mano la gestione del trasporto pubblico e la società EAV, che a sua volta dovrebbe garantire il servizio nei comuni costieri. Questo tavolo dovrebbe, secondo l’intenzione dei promotori, portare a soluzioni immediate, in quanto questa volta è l’intera comunità della penisola sorrentina a far sentire in maniera vibrante e forte la sua voce. In modo che in un territorio ad alta vocazione e densità turistica non abbiano a ripetersi episodi come quelli che si stanno verificando oggi: di utenti lasciati a piedi per mancanza di mezzi idonei al servizio di trasporto pubblico sulle nostre strade.

 

GIUSEPPE SPASIANO