Salerno: arrestato lo scafista che aveva portato in Italia i migranti

0

Nell’ambito dei servizi a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica disposti dalla Questura, per la giornata di ieri, in occasione dell’arrivo, presso il porto di Salerno, di oltre 1000 migranti a bordo della motonave “Etna”, la Squadra Mobile era presente in relazione ai compiti di propria specifica competenza.

In tale contesto, nel corso delle complesse operazioni di sbarco, veniva approfondita la segnalazione proveniente dall’unità di comando della motonave Etna circa possibile presenza di scafisti responsabili del trasporto dei migranti – circa 300 di prevalente etnia eritrea – recuperati a bordo di uno dei barconi individuato al largo delle coste siciliane. Le immediate indagini condotte, attraverso l’analisi del materiale consegnato dalla marina militare e l’escussione di alcuni testimoni individuati tra i migranti, consentivano di identificare tale BGABGASEM Mehare, nato a Tunisi l’11.11.1980, presente, egli stesso, tra i migranti sbarcati a Salerno.

Costui, secondo la ricostruzione investigativa, unitamente ad altre cinque persone allo stato non identificate, ha fatto imbarcare in Tripoli – previo pagamento di 1650 euro ciascuno – i migranti trovati sul barcone; una volta partiti dalle coste libiche, preso il largo, su una barca di scorta si sono allontanati i cinque non identificati mentre il Bgabgasem è rimasto a condurre il barcone verso le coste italiane. Accertato quanto sopra, il personale operante della Squadra Mobile ha sottoposto a fermo di pg il Bgabgasem per la violazione pluriaggravata dell’art. 12 d.lvo 286/98.

COMUNICATO UFFICIALE QUESTURA DI SALERNO
SALERNONOTIZIE.ITNell’ambito dei servizi a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica disposti dalla Questura, per la giornata di ieri, in occasione dell’arrivo, presso il porto di Salerno, di oltre 1000 migranti a bordo della motonave “Etna”, la Squadra Mobile era presente in relazione ai compiti di propria specifica competenza.

In tale contesto, nel corso delle complesse operazioni di sbarco, veniva approfondita la segnalazione proveniente dall’unità di comando della motonave Etna circa possibile presenza di scafisti responsabili del trasporto dei migranti – circa 300 di prevalente etnia eritrea – recuperati a bordo di uno dei barconi individuato al largo delle coste siciliane. Le immediate indagini condotte, attraverso l’analisi del materiale consegnato dalla marina militare e l’escussione di alcuni testimoni individuati tra i migranti, consentivano di identificare tale BGABGASEM Mehare, nato a Tunisi l’11.11.1980, presente, egli stesso, tra i migranti sbarcati a Salerno.

Costui, secondo la ricostruzione investigativa, unitamente ad altre cinque persone allo stato non identificate, ha fatto imbarcare in Tripoli – previo pagamento di 1650 euro ciascuno – i migranti trovati sul barcone; una volta partiti dalle coste libiche, preso il largo, su una barca di scorta si sono allontanati i cinque non identificati mentre il Bgabgasem è rimasto a condurre il barcone verso le coste italiane. Accertato quanto sopra, il personale operante della Squadra Mobile ha sottoposto a fermo di pg il Bgabgasem per la violazione pluriaggravata dell’art. 12 d.lvo 286/98.

COMUNICATO UFFICIALE QUESTURA DI SALERNO
SALERNONOTIZIE.IT