Camorra. Catturato superlatitante della Vannella Grassi: si nascondeva in Piemonte

0

Si era allontanato da Secondigliano perché temeva di essere ucciso dai suoi stessi ex «amici» Ciro Castiello, affiliato al clan della Vannella Grassi, elemento di spicco del gruppo criminale ricercato dal maggio scorso per associazione camorristica e omicidio. L’uomo si nascondeva nel centro di Cuneo, in Piemonte, dove è stato trovato. A stanarlo sono stati i carabinieri del reparto operativo diretto dal colonnello Francesco Rizzo, che alle 5 di questa mattina hanno fatto irruzione nel residence cogliendo nel sonno il latitante.

Nonostante abbia solo 24 anni Castiello ha già un curriculum criminale di tutto rispetto. E’ accusato di essere uno dei promotori del gruppo che si è fronteggiato con gli scissionisti di Scampia per il controllo delle piazze dello spaccio e per omicidio.

In particolare Castiello è destinatario dii un’ordinanza cautelare in carcere per l’omiicidio di Antonio Mattuozzo, altro affiliato al clan della Vinella Grassi.IL MATTINO.ITSi era allontanato da Secondigliano perché temeva di essere ucciso dai suoi stessi ex «amici» Ciro Castiello, affiliato al clan della Vannella Grassi, elemento di spicco del gruppo criminale ricercato dal maggio scorso per associazione camorristica e omicidio. L’uomo si nascondeva nel centro di Cuneo, in Piemonte, dove è stato trovato. A stanarlo sono stati i carabinieri del reparto operativo diretto dal colonnello Francesco Rizzo, che alle 5 di questa mattina hanno fatto irruzione nel residence cogliendo nel sonno il latitante.

Nonostante abbia solo 24 anni Castiello ha già un curriculum criminale di tutto rispetto. E’ accusato di essere uno dei promotori del gruppo che si è fronteggiato con gli scissionisti di Scampia per il controllo delle piazze dello spaccio e per omicidio.

In particolare Castiello è destinatario dii un’ordinanza cautelare in carcere per l’omiicidio di Antonio Mattuozzo, altro affiliato al clan della Vinella Grassi.IL MATTINO.IT