Ecomostro di Alimuri successo della conferenza dei servizi, ad una svolta la procedura per la demolizione

0
10

Questa mattina si è tenuta presso la sede del Comune di Vico Equense la conferenza dei servizi finalizzata ad ottenere i pareri sul progetto definitivo di demolizione delle strutture tutt’ora presenti nella localita Alimuri. Alla conferenza dei servizi condotta dal neo dirigente dell’UTC ing. P.De Maio sono stati presenti il sottoscritto assessore ai LL.PP. ing. Elefante Antonio e il Sindaco Gennaro Cinque oltre alle seguenti amministrazioni: Autorità di Bacino Centrale, Genio Civile, Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia , associazioni ambientaliste (WWFF, Italia Nostra, Lega Ambiente) le altre amministrazioni invitate hanno fatto pervenire direttamente i loro pareri favorevoli (Soprintendenza, Provincia e Anas). Tutte le amministrazioni presenti, ovviamente , hanno manifestato la loro soddisfazione rispetto a tale evento ed espresso pareri favorevoli e concordanti rispetto al progetto di demolizione salvo qualche suggerimento – prescrizione da adottare nella fase della messa in sicurezza del costone roccioso e indicazioni nella fase di esecuzione dei lavori per la occupazione della sede stradale etc…… La conferenza , pertanto si è conclusa con un generale consenso che consentira al dirigente dell’UTC di approvare il progetto esecutivo e procedere alla richiesta di mutuo alla Cassa Depositi e Prestiti ed, infine, procedere alla indizione della gara di appalto per la individuazione della impresa specializzata a cui affdare le opere di demolizione.Legambiente ha rinnovato la top 5 dello scempio continuo di coste e mari. Fra gli ecomostri spiccano i ruderi di quello che doveva essere l’albergo sulla scogliera di Alimuri a Vico Equense, che a breve sarà demolito.  Il progetto richiede una spesa complessiva di 530mila euro e prevede varie fasi. Prima di demolire l’area, infatti, sarà necessario un intervento di bonifica del costone per contenere la caduta di massi durante le attività di cantiere. A supporto del progetto sarà presentata anche una dettagliata relazione geologica sullo stato dei luoghi. Ad elaborarla sarà un tecnico, nominato dall’amministrazione pochi giorni fa. Fase successiva sarà la demolizione attraverso l’utilizzo di specifici macchinari che prevedono manovre a distanza. In ultimo gli interventi di frantumazione dei resti, lo smaltimento dei materiali di risulta e la recinzione dell’area.

Questa mattina si è tenuta presso la sede del Comune di Vico Equense la conferenza dei servizi finalizzata ad ottenere i pareri sul progetto definitivo di demolizione delle strutture tutt'ora presenti nella localita Alimuri. Alla conferenza dei servizi condotta dal neo dirigente dell'UTC ing. P.De Maio sono stati presenti il sottoscritto assessore ai LL.PP. ing. Elefante Antonio e il Sindaco Gennaro Cinque oltre alle seguenti amministrazioni: Autorità di Bacino Centrale, Genio Civile, Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia , associazioni ambientaliste (WWFF, Italia Nostra, Lega Ambiente) le altre amministrazioni invitate hanno fatto pervenire direttamente i loro pareri favorevoli (Soprintendenza, Provincia e Anas). Tutte le amministrazioni presenti, ovviamente , hanno manifestato la loro soddisfazione rispetto a tale evento ed espresso pareri favorevoli e concordanti rispetto al progetto di demolizione salvo qualche suggerimento – prescrizione da adottare nella fase della messa in sicurezza del costone roccioso e indicazioni nella fase di esecuzione dei lavori per la occupazione della sede stradale etc…… La conferenza , pertanto si è conclusa con un generale consenso che consentira al dirigente dell'UTC di approvare il progetto esecutivo e procedere alla richiesta di mutuo alla Cassa Depositi e Prestiti ed, infine, procedere alla indizione della gara di appalto per la individuazione della impresa specializzata a cui affdare le opere di demolizione.Legambiente ha rinnovato la top 5 dello scempio continuo di coste e mari. Fra gli ecomostri spiccano i ruderi di quello che doveva essere l’albergo sulla scogliera di Alimuri a Vico Equense, che a breve sarà demolito.  Il progetto richiede una spesa complessiva di 530mila euro e prevede varie fasi. Prima di demolire l’area, infatti, sarà necessario un intervento di bonifica del costone per contenere la caduta di massi durante le attività di cantiere. A supporto del progetto sarà presentata anche una dettagliata relazione geologica sullo stato dei luoghi. Ad elaborarla sarà un tecnico, nominato dall’amministrazione pochi giorni fa. Fase successiva sarà la demolizione attraverso l’utilizzo di specifici macchinari che prevedono manovre a distanza. In ultimo gli interventi di frantumazione dei resti, lo smaltimento dei materiali di risulta e la recinzione dell’area.

Lascia una risposta