Vietri sul mare licenziato il Comandante dei Vigili Sebastiano Coppola

0

Sebastiano Coppola, già commissario della Polizia di Stato di Cava de’ Tirreni, non è stato rinnovato il mandato di comandante dei vigili urbani di Vietri sul Mare primo paese della Costiera amalfitana venendo da Salerno . La telenovela del dottor Coppola inizia qualche mese fa con la sua assunzione a tempo determinato, almeno fino a fine legislatura con la tacita promessa, a quanto si dice, di un rinnovo. Dopo pochi giorni il comandante lascia l’incarico per motivi burocratici, ma viene subito reintegrato dopo la rimozione degli ostacoli tecnici. Ora, invece, la situazione è definitiva: il contratto a Coppola non è stato rinnovato e dunque il già ridotto organico dei vigili di Vietri risulta anche privo di una guida. Nessun accenno polemico da parte del comandante “silurato”, solo tanta amarezza, raccontano i bene informati, per un compito che aveva svolto con sagacia e professionalità, vedi anche gli ultimi eccellenti risultati in tema di repressione degli abusi edilizi, ma che evidentemente non è stato riconosciuto o apprezzato abbastanza. Adesso si profila una probabile rotazione dei luogotenenti presenti nel corpo dei vigili nel ruolo di comandante pro tempore, almeno fino a quando non si potrà procedere alla nomina di un comandante con tutti i requisiti. Resta però il problema di un corpo dei vigili urbani con molti agenti al limite della pensione e qualcuno che ha chiesto il trasferimento: e almeno per il momento non ci sono possibilità di integrazione dell’organico . C’è sempre aperto però il discorso di un “accorpamento” o di una gestione associata della Poizia locale o con gli altri corpi di polizia della Costa d’Amalfi o, molto probabilmente, con Salerno. Una notizia che secondo molti non è un buon viatico ad un inizio di legislatura sereno del sindaco Francesco Benincasa. Antonio Di Giovanni

Sebastiano Coppola, già commissario della Polizia di Stato di Cava de’ Tirreni, non è stato rinnovato il mandato di comandante dei vigili urbani di Vietri sul Mare primo paese della Costiera amalfitana venendo da Salerno . La telenovela del dottor Coppola inizia qualche mese fa con la sua assunzione a tempo determinato, almeno fino a fine legislatura con la tacita promessa, a quanto si dice, di un rinnovo. Dopo pochi giorni il comandante lascia l’incarico per motivi burocratici, ma viene subito reintegrato dopo la rimozione degli ostacoli tecnici. Ora, invece, la situazione è definitiva: il contratto a Coppola non è stato rinnovato e dunque il già ridotto organico dei vigili di Vietri risulta anche privo di una guida. Nessun accenno polemico da parte del comandante “silurato”, solo tanta amarezza, raccontano i bene informati, per un compito che aveva svolto con sagacia e professionalità, vedi anche gli ultimi eccellenti risultati in tema di repressione degli abusi edilizi, ma che evidentemente non è stato riconosciuto o apprezzato abbastanza. Adesso si profila una probabile rotazione dei luogotenenti presenti nel corpo dei vigili nel ruolo di comandante pro tempore, almeno fino a quando non si potrà procedere alla nomina di un comandante con tutti i requisiti. Resta però il problema di un corpo dei vigili urbani con molti agenti al limite della pensione e qualcuno che ha chiesto il trasferimento: e almeno per il momento non ci sono possibilità di integrazione dell’organico . C’è sempre aperto però il discorso di un “accorpamento” o di una gestione associata della Poizia locale o con gli altri corpi di polizia della Costa d’Amalfi o, molto probabilmente, con Salerno. Una notizia che secondo molti non è un buon viatico ad un inizio di legislatura sereno del sindaco Francesco Benincasa. Antonio Di Giovanni