Sorrento. Lutto per la scomparsa del maresciallo Umberto Rajola

0

Lutto a Sorrento e in penisola sorrentina per la scomparsa dopo una lunga malattia del maresciallo maggiore aiutante della Guardia di Finanza Umberto Rajola. Era entrato nel Corpo delle fiamme gialle nel 1956 ed ha comandato le brigate di Vico Equense e Sorrento per oltre vent’anni. Durante la sua lunga ed integerrima carriera, il maresciallo Rajola è stato insignito della medaglia Mauriziana, della Croce di Lungo Comando, del cavalierato della Presidenza della Repubblica e della benemerenza per l’opera prestata in favore delle popolazioni colpite dal sisma dell’80. Lascia una profonda eredità d’affetti e l’insegnamento di una vita dedicata alla famiglia ed al Corpo della Guardia di Finanza, sotto il segno di una grande e costante onestà.Condoglianze alla famiglia dalla redazione di Positanonews. (Foto Sorrentopress)

Lutto a Sorrento e in penisola sorrentina per la scomparsa dopo una lunga malattia del maresciallo maggiore aiutante della Guardia di Finanza Umberto Rajola. Era entrato nel Corpo delle fiamme gialle nel 1956 ed ha comandato le brigate di Vico Equense e Sorrento per oltre vent’anni. Durante la sua lunga ed integerrima carriera, il maresciallo Rajola è stato insignito della medaglia Mauriziana, della Croce di Lungo Comando, del cavalierato della Presidenza della Repubblica e della benemerenza per l’opera prestata in favore delle popolazioni colpite dal sisma dell’80. Lascia una profonda eredità d’affetti e l’insegnamento di una vita dedicata alla famiglia ed al Corpo della Guardia di Finanza, sotto il segno di una grande e costante onestà.Condoglianze alla famiglia dalla redazione di Positanonews. (Foto Sorrentopress)