Vico Equense. Tre lidi affidati ai privati. Un tesoretto da 250mila euro

0

Vico Equense. L’estate può iniziare. Il sole c’è, lettini, sdraio ed ombrelloni ci saranno. Tutto pronto, dunque per accogliere i bagnanti a Marina d’Aequa. Assegnati tre dei quattro arenili a gara per i prossimi tre anni. Il comune di Vico Equense mette a segno il tris per l’affidamento dei lotti da affidare in gestione ai privati. Un tris che garantirà un introito sino al 2016. Sul piatto ad arricchire il bilancio ci sarà un tesoretto pari a circa 250mila euro. Arenili affidati, bagnanti felici e uffici municipali che tirano un sospiro di sollievo per far quadrare i conti. Sulle quattro aree da affidare tre vengono aggiudicate, mentre ne resta ancora una da assegnare. C’è l’opportunità di incrementare ulteriormente l’offerta per i vacanzieri e garantire solidità alle casse dell’ente locale di via Filangieri. Il Comune aveva accelerato per garantire in avvio di estate i servizi minimi ai propri cittadini e ai propri ospiti. Termini e scadenze rispettati, dunque, per l’estate che è partita ufficialmente. La superficie a base d’asta complessiva si avvicinava ai 7mila metri quadrati. Vasta e diversificata l’offerta che le società aggiudicatrici dell’appalto potranno fornire ai propri utenti. Alla spiaggia de “Le Calcare” resta ancora da affidare per il prossimo triennio un lembo di arenile pari a 1200 metri quadrati circa. Di questi chi sarà dichiarato vincitore riuscirà ad avere un minimo di 400 metri quadrati riservati solo ed esclusivamente alla posa di lettini, sdraio ed ombrelloni. Nelle vicinanze con superficie simile a vincere la gara di appalto per il prossimo triennio è stata la ditta Isola Verde S.a.S. La società, con sede a Vico Equense, ha sbaragliato la concorrenza. Sul piatto la migliore offerta per le casse dell’ente. Saranno poco più di 72mila euro. Un corrispettivo sostanzioso per il bilancio alle prese sempre con spese, tagli e mutui da pagare. Tutta la gara è stata divisa in quattro lotti. Gli arenili da affidare per i prossimi tre anni sono tutti a Marina d’Aequa. Il terzo lotto in gara, quello del Pezzolo, è stato affidato sino al 2016 alla Antico Bagno di Seiano S.a.S. Area più piccola di soli 980 metri quadrati circa nella quale 100 dovranno essere resi disponibili per le esigenze degli albergatori. Pronti da parte della società circa 74mila euro. L’area più ampia che il Comune a messo a gara è quella dei Postali: 3300 metri quadrati per turisti e vacanzieri. Spazio dedicato ai servizi da spiaggia pari a 2100 metri quadrati. In sintesi quella sulla quale si è spinto forte a livello di impegno economico per le società con esborso pari a 100mila euro per la ditta Il Delfino per vincere la concorrenza di tutti. Dopo le pratiche di rito, il comune di Vico Equense ha dato il proprio lasciapassare. (Josè Astarita – Metropolis)

Vico Equense. L’estate può iniziare. Il sole c’è, lettini, sdraio ed ombrelloni ci saranno. Tutto pronto, dunque per accogliere i bagnanti a Marina d’Aequa. Assegnati tre dei quattro arenili a gara per i prossimi tre anni. Il comune di Vico Equense mette a segno il tris per l’affidamento dei lotti da affidare in gestione ai privati. Un tris che garantirà un introito sino al 2016. Sul piatto ad arricchire il bilancio ci sarà un tesoretto pari a circa 250mila euro. Arenili affidati, bagnanti felici e uffici municipali che tirano un sospiro di sollievo per far quadrare i conti. Sulle quattro aree da affidare tre vengono aggiudicate, mentre ne resta ancora una da assegnare. C’è l’opportunità di incrementare ulteriormente l’offerta per i vacanzieri e garantire solidità alle casse dell’ente locale di via Filangieri. Il Comune aveva accelerato per garantire in avvio di estate i servizi minimi ai propri cittadini e ai propri ospiti. Termini e scadenze rispettati, dunque, per l’estate che è partita ufficialmente. La superficie a base d’asta complessiva si avvicinava ai 7mila metri quadrati. Vasta e diversificata l’offerta che le società aggiudicatrici dell’appalto potranno fornire ai propri utenti. Alla spiaggia de “Le Calcare” resta ancora da affidare per il prossimo triennio un lembo di arenile pari a 1200 metri quadrati circa. Di questi chi sarà dichiarato vincitore riuscirà ad avere un minimo di 400 metri quadrati riservati solo ed esclusivamente alla posa di lettini, sdraio ed ombrelloni. Nelle vicinanze con superficie simile a vincere la gara di appalto per il prossimo triennio è stata la ditta Isola Verde S.a.S. La società, con sede a Vico Equense, ha sbaragliato la concorrenza. Sul piatto la migliore offerta per le casse dell’ente. Saranno poco più di 72mila euro. Un corrispettivo sostanzioso per il bilancio alle prese sempre con spese, tagli e mutui da pagare. Tutta la gara è stata divisa in quattro lotti. Gli arenili da affidare per i prossimi tre anni sono tutti a Marina d’Aequa. Il terzo lotto in gara, quello del Pezzolo, è stato affidato sino al 2016 alla Antico Bagno di Seiano S.a.S. Area più piccola di soli 980 metri quadrati circa nella quale 100 dovranno essere resi disponibili per le esigenze degli albergatori. Pronti da parte della società circa 74mila euro. L’area più ampia che il Comune a messo a gara è quella dei Postali: 3300 metri quadrati per turisti e vacanzieri. Spazio dedicato ai servizi da spiaggia pari a 2100 metri quadrati. In sintesi quella sulla quale si è spinto forte a livello di impegno economico per le società con esborso pari a 100mila euro per la ditta Il Delfino per vincere la concorrenza di tutti. Dopo le pratiche di rito, il comune di Vico Equense ha dato il proprio lasciapassare. (Josè Astarita – Metropolis)