Questione area parcheggi a Minori

0

La questione parcheggi, problema quotidiano per l’intero arco dell’anno a Minori, diventa “tragedia” nei mesi caldi, in quelli di maggior flusso turistico. Nonostante la quasi totalità delle strutture turistiche , di quelle che non hanno spazi propri, abbia sopperito con la convenzione con alcune capienti aree di Minori e Maiori, e nonostante l’apertura delle arterie interpoderali riesca a far assorbire un buon numero di autovetture, si avverte la carenza a tutto svantaggio dell’economia locale. E i minoresi hanno comunque diritto al loro posto auto. Che fare? Reperire nuove aree attrezzate da parte anche di privati o costruirne di nuove con il concorso pubblico-privato. Dove? Tunnel esistenti; area sottostante la tendostruttura di cui si è sempre parlato; copertura a tratti del Reginna Minor; perforazione della roccia in territrio di Minori sul tratto statale verso Maiori (perchè Amalfi si e Minori no?); e chi più ne ha ne metta. Si eviterebbe così persino la sosta a via Roma con uno spettacolo più accattivante della passeggiata lungo la spiaggia.E se si riuscisse a recuperare aree di sosta per pullman turistici, Minori potrebbe mettersi al servizio di altri centri costieri, con la sosta degli stessi ed il trasporto con minibus : nuove fonti di lavoro e di guadagno per i minoresi.Il nuovo “filone” della ricettività turistica, anche se buona parte dei visitatori, specialmente straniera, arriva con mezzi pubblici , con l’aumento delle strutture anche se piccole, impone appunto la reperibilità di nuovi spazi per la sosta. Tutti sperano nell’avvio di quanto sperato.——g.a.La questione parcheggi, problema quotidiano per l’intero arco dell’anno a Minori, diventa “tragedia” nei mesi caldi, in quelli di maggior flusso turistico. Nonostante la quasi totalità delle strutture turistiche , di quelle che non hanno spazi propri, abbia sopperito con la convenzione con alcune capienti aree di Minori e Maiori, e nonostante l’apertura delle arterie interpoderali riesca a far assorbire un buon numero di autovetture, si avverte la carenza a tutto svantaggio dell’economia locale. E i minoresi hanno comunque diritto al loro posto auto. Che fare? Reperire nuove aree attrezzate da parte anche di privati o costruirne di nuove con il concorso pubblico-privato. Dove? Tunnel esistenti; area sottostante la tendostruttura di cui si è sempre parlato; copertura a tratti del Reginna Minor; perforazione della roccia in territrio di Minori sul tratto statale verso Maiori (perchè Amalfi si e Minori no?); e chi più ne ha ne metta. Si eviterebbe così persino la sosta a via Roma con uno spettacolo più accattivante della passeggiata lungo la spiaggia.E se si riuscisse a recuperare aree di sosta per pullman turistici, Minori potrebbe mettersi al servizio di altri centri costieri, con la sosta degli stessi ed il trasporto con minibus : nuove fonti di lavoro e di guadagno per i minoresi.Il nuovo “filone” della ricettività turistica, anche se buona parte dei visitatori, specialmente straniera, arriva con mezzi pubblici , con l’aumento delle strutture anche se piccole, impone appunto la reperibilità di nuovi spazi per la sosta. Tutti sperano nell’avvio di quanto sperato.——g.a.