Juve Stabia. Doukara costa troppo. Il club tentenna, servirebbero 150mila euro

0

La Juve Stabia piomba a Milano. Sono gli ultimi giorni utili per discutere le comproprietà ma al direttore sportivo Logiudice serviranno anche per presenziare ad alcuni appuntamenti già in calendario. Tre le società con le quali parlerà, in modo particolare, il neo ds stabiese: Catania, Parma e Fiorentina. Partiamo dal club etneo. In ballo c’è chiaramente l’attaccante Doukara che la società gialloblù vorrebbe avere a sua disposizione anche la prossima stagione. La Juve Stabia sembra aver abbandonato l’idea di riscattare la metà del cartellino del calciatore. Servono 150mila euro, troppi per le casse della società stabiese. La dirigenza gialloblù potrebbe mettere sul tavolo della trattativa l’intero cartellino dell’esterno Ghiringhelli per il quale il club etneo ha già fatto un sondaggio. Sembra meno percorribile, invece, la strada del rinnovo del prestito di Doukara anche se nella giornata di ieri sembra essersi defilato il Trapani che dal Catania dovrebbe prendere Cani. Con il Catania, tuttavia, potrebbe nascere una vera e propria sinergia e in ballo ci sarebbero anche alcuni nomi di giovani che il ds Logiudice conosce bene e potrebbero fare al caso della Juve Stabia. In particolare, alla dirigenza stabiese piace il capitano del Catania Primavera, Simone Brugaletta. Difensore centrale, classe ’94, all’occorrenza può essere utilizzato anche da esterno. Nell’ottica di una collaborazione tra i due club non è da escludere che il calciatore possa vestire la maglia della Juve Stabia nella prossima stagione. Un figlio d’arte: suo padre è Giovanni Brugaletta calciatore che ha vestito la maglia gialloblù negli anni ’80. Sul taccuino del direttore sportivo Logiudice, come detto, ci sono anche altri appuntamenti. Fondamentale quello con la Fiorentina, soprattutto per la qualità del settore giovanile viola che già nel recente passato ha dato grandi soddisfazioni alla Juve Stabia. La dirigenza stabiese, favorita dal neo tecnico Pancaro, ha fatto una grande lavoro per cercare di ricucire un rapporto che sembrava ormai chiuso, dopo gli screzi della passata stagione. Proprio il mister della Juve Stabia avrebbe indicato, dopo averli visti all’opera, i nomi più interessanti da trattare. Su tutti c’è il regista della Fiorentina Primavera, Capezzi. Il centrocampista piace anche in Serie B ma chiaramente i gialloblù in Lega Pro potrebbero garantire un minutaggio maggiore al calciatore. Il ds Logiudice proverà a strappare il prestito del regista e allo stesso tempo spingerà per condurre a Castellammare anche l’attaccante Gondo e il difensore Empereur. La concorrenza per i gioielli della Fiorentina, però, è forte. Nella giornata di ieri, infatti, c’è stato un incontro tra i dirigenti toscani e la Reggina. L’idea sarebbe quella di fare della formazione calabrese una sorta di succursale e tra le altre cose per la panchina della Reggina sarebbe in pole Semplici, fino a pochi giorni fa allenatore proprio della Fiorentina Primavera. Infine, è in programma anche un incontro con il Parma. La Juve Stabia è interessata all’esterno offensivo Sandomenico. Il calciatore, esploso tra le file dell’Arzanese, è di proprietà del club ducale. Possibile, dunque, che il direttore sportivo Logiudice provi a strappare l’ok per il prestito dell’esterno. Con la società ducale si discuterà evidentemente anche di altro. Sono tantissimi i calciatori della galassia Parma che potrebbero fare al caso della Juve Stabia, tra questi anche Danilevicius. La candidatura dell’attaccante lituano è forte ma evidentemente, se dovesse essere confermato Doukara e con il probabile arrivo di Gambino dal Brindisi, gli spazi sarebbero ridottissimi al centro dell’attacco. Possibile che con il Parma si discuta anche di alcuni calciatori che il club ducale ha girato in prestito al Nova Gorica nell’ultima stagione. Tra questi figurano tanti elementi che hanno una navigata esperienza in Lega Pro e anche giovani interessanti. (Tiziano Valle – Metropolis)

La Juve Stabia piomba a Milano. Sono gli ultimi giorni utili per discutere le comproprietà ma al direttore sportivo Logiudice serviranno anche per presenziare ad alcuni appuntamenti già in calendario. Tre le società con le quali parlerà, in modo particolare, il neo ds stabiese: Catania, Parma e Fiorentina. Partiamo dal club etneo. In ballo c’è chiaramente l’attaccante Doukara che la società gialloblù vorrebbe avere a sua disposizione anche la prossima stagione. La Juve Stabia sembra aver abbandonato l’idea di riscattare la metà del cartellino del calciatore. Servono 150mila euro, troppi per le casse della società stabiese. La dirigenza gialloblù potrebbe mettere sul tavolo della trattativa l’intero cartellino dell’esterno Ghiringhelli per il quale il club etneo ha già fatto un sondaggio. Sembra meno percorribile, invece, la strada del rinnovo del prestito di Doukara anche se nella giornata di ieri sembra essersi defilato il Trapani che dal Catania dovrebbe prendere Cani. Con il Catania, tuttavia, potrebbe nascere una vera e propria sinergia e in ballo ci sarebbero anche alcuni nomi di giovani che il ds Logiudice conosce bene e potrebbero fare al caso della Juve Stabia. In particolare, alla dirigenza stabiese piace il capitano del Catania Primavera, Simone Brugaletta. Difensore centrale, classe ’94, all’occorrenza può essere utilizzato anche da esterno. Nell’ottica di una collaborazione tra i due club non è da escludere che il calciatore possa vestire la maglia della Juve Stabia nella prossima stagione. Un figlio d’arte: suo padre è Giovanni Brugaletta calciatore che ha vestito la maglia gialloblù negli anni ’80. Sul taccuino del direttore sportivo Logiudice, come detto, ci sono anche altri appuntamenti. Fondamentale quello con la Fiorentina, soprattutto per la qualità del settore giovanile viola che già nel recente passato ha dato grandi soddisfazioni alla Juve Stabia. La dirigenza stabiese, favorita dal neo tecnico Pancaro, ha fatto una grande lavoro per cercare di ricucire un rapporto che sembrava ormai chiuso, dopo gli screzi della passata stagione. Proprio il mister della Juve Stabia avrebbe indicato, dopo averli visti all’opera, i nomi più interessanti da trattare. Su tutti c’è il regista della Fiorentina Primavera, Capezzi. Il centrocampista piace anche in Serie B ma chiaramente i gialloblù in Lega Pro potrebbero garantire un minutaggio maggiore al calciatore. Il ds Logiudice proverà a strappare il prestito del regista e allo stesso tempo spingerà per condurre a Castellammare anche l’attaccante Gondo e il difensore Empereur. La concorrenza per i gioielli della Fiorentina, però, è forte. Nella giornata di ieri, infatti, c’è stato un incontro tra i dirigenti toscani e la Reggina. L’idea sarebbe quella di fare della formazione calabrese una sorta di succursale e tra le altre cose per la panchina della Reggina sarebbe in pole Semplici, fino a pochi giorni fa allenatore proprio della Fiorentina Primavera. Infine, è in programma anche un incontro con il Parma. La Juve Stabia è interessata all’esterno offensivo Sandomenico. Il calciatore, esploso tra le file dell’Arzanese, è di proprietà del club ducale. Possibile, dunque, che il direttore sportivo Logiudice provi a strappare l’ok per il prestito dell’esterno. Con la società ducale si discuterà evidentemente anche di altro. Sono tantissimi i calciatori della galassia Parma che potrebbero fare al caso della Juve Stabia, tra questi anche Danilevicius. La candidatura dell’attaccante lituano è forte ma evidentemente, se dovesse essere confermato Doukara e con il probabile arrivo di Gambino dal Brindisi, gli spazi sarebbero ridottissimi al centro dell’attacco. Possibile che con il Parma si discuta anche di alcuni calciatori che il club ducale ha girato in prestito al Nova Gorica nell’ultima stagione. Tra questi figurano tanti elementi che hanno una navigata esperienza in Lega Pro e anche giovani interessanti. (Tiziano Valle – Metropolis)