Agerola cinque arresti per Estorsione a commerciante legname. I NOMI

0

Cinque arresti ad Agerola ,  paese dei Monti Lattari sulla Costiera amalfitana, effettuato dai carabinieri di Castellammare di Stabia, che hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea. 

Estorsione, illecita concorrenza con minaccia o violenza e produzione, traffico e detenzione di stupefacentI nell’aria stabiese e dei Lattari in provincia di Napoli. Con queste accuse sono finite in manette 5 persone, legate da vincoli di parentela con elementi di spicco del clan camorristico degli ”Afeltra-Di Martino” operante per il controllo degli affari illeciti nelle zone di Agerola, Pimonte e Gragnano. In carcere sono finiti Giuseppe, Nicola e Vincenzo Gentile, rispettivamente di 54, 33 e 32 anni, residenti ad Agerola in via della Vittoria, già noti alle forze dell’ordine. Il primo è commerciante, Nicola è agricoltore. Arrestati anche Gianpiero Esposito, di 25 anni, già noto alle forze dell’ordine, e Raffaele Chierchia, 23 anni, residente ad Agerola, boscaiolo, per il quale è stata disposta la custodia cautelare ai domiciliari. I carabinieri di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea. Durante le indagini i militari hanno accertato un episodio di estorsione ai danni di un commerciante di legname e individuato un’attività di produzione e spaccio di marijuana ad Agerola, con l’arresto già nella fase investigativa di una persona e il sequestro di 5 kg di marijuana.

Cinque arresti ad Agerola ,  paese dei Monti Lattari sulla Costiera amalfitana, effettuato dai carabinieri di Castellammare di Stabia, che hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea. 

Estorsione, illecita concorrenza con minaccia o violenza e produzione, traffico e detenzione di stupefacentI nell'aria stabiese e dei Lattari in provincia di Napoli. Con queste accuse sono finite in manette 5 persone, legate da vincoli di parentela con elementi di spicco del clan camorristico degli ''Afeltra-Di Martino'' operante per il controllo degli affari illeciti nelle zone di Agerola, Pimonte e Gragnano. In carcere sono finiti Giuseppe, Nicola e Vincenzo Gentile, rispettivamente di 54, 33 e 32 anni, residenti ad Agerola in via della Vittoria, già noti alle forze dell'ordine. Il primo è commerciante, Nicola è agricoltore. Arrestati anche Gianpiero Esposito, di 25 anni, già noto alle forze dell'ordine, e Raffaele Chierchia, 23 anni, residente ad Agerola, boscaiolo, per il quale è stata disposta la custodia cautelare ai domiciliari. I carabinieri di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea. Durante le indagini i militari hanno accertato un episodio di estorsione ai danni di un commerciante di legname e individuato un'attività di produzione e spaccio di marijuana ad Agerola, con l'arresto già nella fase investigativa di una persona e il sequestro di 5 kg di marijuana.

Lascia una risposta