Minori: piove, che facciamo…..? Turisti agli “arresti domiciliari”

0

Minori, Costiera amalfitana. Notata ancora una volta l’assenza di seria ed intelligente programmazione turistica nella cittadina costiera che vanta, tra l’altro, una origine romana. Sì, perchè da un pò di giorni il cielo, facendo le bizze o i dispetti, manda giù acqua a piacimento, danneggiando colture e attività turistiche all’aria aperta. Più volte, da queste pagine, abbiamo lamentato l’assenza di strutture comunali utili a trascorrere le ore in sana allegria quando fuori il cattivo tempo imperversa. Se al turista che sceglie Minori per trascorrere qualche giorno in una località fantastica (ma impreparata) già togliamo la possibilità di un rinfrescante bagno a mare causa lo stato pietoso dell’acqua, poi lo inchiodiamo senza potergli consentire di spostarsi in auto propria o in pullman, causa l’assenza di personale adatto allo snellimento del traffico veicolare sull’amalfitana, ed ancora lo mettiamo agli “arresti domiciliari” o nell’albergo che lo ospita o nel bed&breakfast, perchè non gli abbiamo preparato alcunchè al coperto, noi non abbiamo alcuna giustificazione: siamo impreparati, non siamo all’altezza. E a nulla vale “sereno variabile” o altra propaganda televisiva se, poi, chi arriva a Minori trova questa situazione. Sarebbe ora che si “concerti” qualcosa in modo serio e che ognuno di noi, recitando il mea culpa, collabori. …………………g.a.

Minori, Costiera amalfitana. Notata ancora una volta l'assenza di seria ed intelligente programmazione turistica nella cittadina costiera che vanta, tra l'altro, una origine romana. Sì, perchè da un pò di giorni il cielo, facendo le bizze o i dispetti, manda giù acqua a piacimento, danneggiando colture e attività turistiche all'aria aperta. Più volte, da queste pagine, abbiamo lamentato l'assenza di strutture comunali utili a trascorrere le ore in sana allegria quando fuori il cattivo tempo imperversa. Se al turista che sceglie Minori per trascorrere qualche giorno in una località fantastica (ma impreparata) già togliamo la possibilità di un rinfrescante bagno a mare causa lo stato pietoso dell'acqua, poi lo inchiodiamo senza potergli consentire di spostarsi in auto propria o in pullman, causa l'assenza di personale adatto allo snellimento del traffico veicolare sull'amalfitana, ed ancora lo mettiamo agli "arresti domiciliari" o nell'albergo che lo ospita o nel bed&breakfast, perchè non gli abbiamo preparato alcunchè al coperto, noi non abbiamo alcuna giustificazione: siamo impreparati, non siamo all'altezza. E a nulla vale "sereno variabile" o altra propaganda televisiva se, poi, chi arriva a Minori trova questa situazione. Sarebbe ora che si "concerti" qualcosa in modo serio e che ognuno di noi, recitando il mea culpa, collabori. …………………g.a.