SORRENTO CALCIO NEL CAOS !!! #ilcontropiede…IMMOBILE E IMMOBILISMO

0

Riunioni e incontri tra politici e coloro che amano il Sorrento calcio e vogliono veramente salvare il titolo e gli sforzi effettuati in questi anni. Avvocati tifosi e imprenditori incalzano il sindaco su futuri lavori da effettuarsi prima dell’iscrizione al campionato. DILETTANTI di fatto e sul campo e nelle negoziazioni e nelle scelte sportive.Migliaia di euro buttati al vento in questi anni per lavori allo stadio ITALIA che è ancora da adeguare a norme di sicurezza e alle prescrizioni tecniche richieste dalla lega. Una presa in giro ormai da anni e i tifosi sperano solo nel miracolo di San Antonino….
Pochi nomi spendibili e i soliti imprenditori alla finestra ma per cosa…. ?????
Stare nei dilettanti è più comodo per la transazioni finanziarie ? per il trasferimento dei calciatori…?
C’è la volontà’ politica di salvare la faccia…? Adeguare alle norme il campo Italia…? Salvare lo sport in Penisola è dovere di tutti e il calcio amatoriale, visto che quello professionistico è fallito per l’incompetenza di tanti dirigenti che hanno sprecato “soldi e denaro” e chi sa capisce questa mia forzatura, sperpero di risorse anche degli sponsor… Illuso il popolo dei veri sportivi, tutti cittadini,i tifosi, vecchi sportivi e appassionati, chi crede veramente nei valori sani dello sport non affaristico.Riunioni e incontri tra politici e coloro che amano il Sorrento calcio e vogliono veramente salvare il titolo e gli sforzi effettuati in questi anni. Avvocati tifosi e imprenditori incalzano il sindaco su futuri lavori da effettuarsi prima dell’iscrizione al campionato. DILETTANTI di fatto e sul campo e nelle negoziazioni e nelle scelte sportive.Migliaia di euro buttati al vento in questi anni per lavori allo stadio ITALIA che è ancora da adeguare a norme di sicurezza e alle prescrizioni tecniche richieste dalla lega. Una presa in giro ormai da anni e i tifosi sperano solo nel miracolo di San Antonino….
Pochi nomi spendibili e i soliti imprenditori alla finestra ma per cosa…. ?????
Stare nei dilettanti è più comodo per la transazioni finanziarie ? per il trasferimento dei calciatori…?
C’è la volontà’ politica di salvare la faccia…? Adeguare alle norme il campo Italia…? Salvare lo sport in Penisola è dovere di tutti e il calcio amatoriale, visto che quello professionistico è fallito per l’incompetenza di tanti dirigenti che hanno sprecato “soldi e denaro” e chi sa capisce questa mia forzatura, sperpero di risorse anche degli sponsor… Illuso il popolo dei veri sportivi, tutti cittadini,i tifosi, vecchi sportivi e appassionati, chi crede veramente nei valori sani dello sport non affaristico.