Ospite a Salerno, Battiato fa il teologo e critica il Papa: non conosce Dio

0

«Mi dispiace per Papa Bergoglio che è molto simpatico, ma lui non ha anche idea di che cosa è Dio». Firmato Franco Battiato. Il cantautore, protagonista della serata conclusiva del Meeting del Mare a Marina di Camerota, torna a far discutere. Nel corso di un incontro con la stampa, insieme al parroco ideatore della kermsse Don Gianni Citro, ha spaziato su più argomenti: dalle origini dell’uomo, tema della diciottesima edizione del meeting, alla religione, senza disdegnare una battuta finale sul raduno dei naturisti in corso a Camerota.

L’attacco sembra mirato, eppure Battiato precisa che non è così. «Voglio dire innanzitutto che Origene (uno dei massimi Padri della chiesa) – esordisce Battiato – credeva nella reincarnazione e la chiesa, che è sempre quella che è stata, non l’ha mai considerato». Battiato diventa ancora meno tenero, mentre don Gianni Citro non nasconde il suo imbarazzo per le parole dell’artista: «Non voglio fare carriera, anzi tu oggi me l’hai stroncata». E, infatti, parlando ancora del rapporto tra uomo-Dio, precisa: «L’uomo deve avere una relazione diretta con Dio. Un individuo se non fa una ricerca personale non può mai raggiungere Dio». Mentre su Bergoglio, «che non conosce Dio», aggiunge: «non può dire il bambino adesso è con Dio, ma che cazzo stai dicendo? Sono cose fanno che rabbrividire».

La discussione continua sui vangeli e sulla chiesa: sui primi il cantautore siciliano ammette che «ci sono cose egregie», mentre sulla seconda dice che «ha rovinato certa gente». E porta un esempio. «Finito un concerto a Roma – racconta Battiato -, una signora mi fa una domanda: “Lei con il suo orientalismo fa il nostro Cristo?”. Le dico che Cristo non è nato a Centocelle. Lo fanno biondo con gli occhi azzurri come se fosse un normanno. Oggi vengono a scoprire che lui ha una tunica piccola, che è scuro di pelle, ma ci voleva tanto per sapere una cosa di questo tipo? Ma come potete falsificare questo genere di cose. Non è possibile, non è accettabile».il  mattino

 

«Mi dispiace per Papa Bergoglio che è molto simpatico, ma lui non ha anche idea di che cosa è Dio». Firmato Franco Battiato. Il cantautore, protagonista della serata conclusiva del Meeting del Mare a Marina di Camerota, torna a far discutere. Nel corso di un incontro con la stampa, insieme al parroco ideatore della kermsse Don Gianni Citro, ha spaziato su più argomenti: dalle origini dell’uomo, tema della diciottesima edizione del meeting, alla religione, senza disdegnare una battuta finale sul raduno dei naturisti in corso a Camerota.

L’attacco sembra mirato, eppure Battiato precisa che non è così. «Voglio dire innanzitutto che Origene (uno dei massimi Padri della chiesa) – esordisce Battiato – credeva nella reincarnazione e la chiesa, che è sempre quella che è stata, non l’ha mai considerato». Battiato diventa ancora meno tenero, mentre don Gianni Citro non nasconde il suo imbarazzo per le parole dell’artista: «Non voglio fare carriera, anzi tu oggi me l’hai stroncata». E, infatti, parlando ancora del rapporto tra uomo-Dio, precisa: «L’uomo deve avere una relazione diretta con Dio. Un individuo se non fa una ricerca personale non può mai raggiungere Dio». Mentre su Bergoglio, «che non conosce Dio», aggiunge: «non può dire il bambino adesso è con Dio, ma che cazzo stai dicendo? Sono cose fanno che rabbrividire».

La discussione continua sui vangeli e sulla chiesa: sui primi il cantautore siciliano ammette che «ci sono cose egregie», mentre sulla seconda dice che «ha rovinato certa gente». E porta un esempio. «Finito un concerto a Roma – racconta Battiato -, una signora mi fa una domanda: “Lei con il suo orientalismo fa il nostro Cristo?”. Le dico che Cristo non è nato a Centocelle. Lo fanno biondo con gli occhi azzurri come se fosse un normanno. Oggi vengono a scoprire che lui ha una tunica piccola, che è scuro di pelle, ma ci voleva tanto per sapere una cosa di questo tipo? Ma come potete falsificare questo genere di cose. Non è possibile, non è accettabile».il  mattino