La PCA vince contro Giugliano ma esce per differenza canestri.

0

Campionato Under 15 Maschile
-Pallacanestro Costiera Amalfitana– Giugliano 56-55(22-11/6-14/20-9/7/20)

La PCA vince a Minori di un punto e nonostante un record di 21 vittorie e una sconfitta esce immeritatamente ai quarti di finale contro Giugliano.
D’Uva, Cantilena, Dell’isola, Mennella e Luca Ferraiuolo partono in quintetto base, Giugliano inizia da subito con una box and one su Cantilena, ma i ragazzi della PCA sostenuti da un pubblico meraviglioso, danno subito un parziale di 12 a 2 agli avversari con una difesa impressionante non dando mai la possibilità agli avversari di attaccare con calma. Il coach di Giugliano è costretto a chiamare due time-out in pochissimi minuti, che producono un rientro della sua squadra, ma il primo periodo si chiude con un vantaggio di undici punti da parte della PCA.
Nel secondo periodo avviene quello che già era capitato a Giugliano all’andata, i ragazzi della PCA si fanno prendere dalla frenesia, non difendono più con convinzione e gli ultimi minuti del secondo periodo sono un vero calvario, coach Apicella impotente sulla panchina avendo già esaurito i suoi time-out assiste allo sgretolarsi della propria squadra che realizza solo 6 punti, chiudendo con un misero ma importante vantaggio di tre punti 28 a 25.
Nello spogliatoio coach Apicella cerca di dare ancora una volta serenità ai ragazzi, e gli effetti si vedono nel terzo periodo, quando la squadra inchioda gli avversari per lungo tempo a quota 30 punti racimolando un vantaggio di diciotto punti vicinissimo alla meta per superare il turno. Ma i cinque falli prima di Guadagno e poi di Mennella, rallentano questa marcia, la pressione difensiva cala, ma resta sempre un buon vantaggio di 14 punti.
Nel quarto periodo nonostante il grande cuore dei ragazzi della PCA, le forze mentali e fisiche vengono man mano a mancare, resta comunque l’orgoglio di vincere la partita anche di punto per sfatare quel malefico incantesimo che vede questa società in due anni sconfitta dal Giugliano per ben 5 partite su cinque. L’obbiettivo viene raggiunto con una bomba di Cantilena che chiude la gara con la vittoria della PCA sul Giugliano per 55 a 54.
Coach Apicella a fine partita dichiarava: “Nonostante 21 vittorie e una sconfitta, nonostante questa sera abbiamo mantenuto l’imbattibilità sul nostro campo, nonostante una formula sbagliata, quest’anno con questi ragazzi è stato un anno indimenticabile. Vedere la tendostruttura gremita , paragonabile solo alle prime gare di acceso alla serie D del G.S Minori negli anni ottanta, è una grande soddisfazione, un grande plauso va a Valerio D’Amato che ha saputo creare l’evento in modo impeccabile. Questa sera siamo arrivati anche a +18 verso la fine del terzo periodo, poi l’uscita per cinque falli di Marco Guadagno e Anthony Mennella ci ha penalizzato abbassando la nostra pressione difensiva. Comunque andiamo avanti, sono orgoglioso di questi ragazzi, un grazie particolare a tutti quei genitori che ci sono stati vicini in quest’anno molto difficile, un mio ringraziamento va al mio assistente Vincenzo Ruocco, sempre disponibile e presente.
Ora in ogni modo dobbiamo mantenere vivo questo movimento, il prossimo anno possiamo raccogliere ancora tante soddisfazioni, io sono sempre disponibile ad allenare questi meravigliosi ragazzi, attendo fiducioso l’evolversi degli eventi”
Ferraiuolo Luca 4; Cantilena 25; Dell’Isola 2; Mennella9; Guadagno7-;D’Uva 2;Rispoli 2: Amendola4; Consiglio-; Del Pizzo-;Ferraiuolo Andrea-;. Antonicelli-.Campionato Under 15 Maschile
-Pallacanestro Costiera Amalfitana– Giugliano 56-55(22-11/6-14/20-9/7/20)

La PCA vince a Minori di un punto e nonostante un record di 21 vittorie e una sconfitta esce immeritatamente ai quarti di finale contro Giugliano.
D’Uva, Cantilena, Dell’isola, Mennella e Luca Ferraiuolo partono in quintetto base, Giugliano inizia da subito con una box and one su Cantilena, ma i ragazzi della PCA sostenuti da un pubblico meraviglioso, danno subito un parziale di 12 a 2 agli avversari con una difesa impressionante non dando mai la possibilità agli avversari di attaccare con calma. Il coach di Giugliano è costretto a chiamare due time-out in pochissimi minuti, che producono un rientro della sua squadra, ma il primo periodo si chiude con un vantaggio di undici punti da parte della PCA.
Nel secondo periodo avviene quello che già era capitato a Giugliano all’andata, i ragazzi della PCA si fanno prendere dalla frenesia, non difendono più con convinzione e gli ultimi minuti del secondo periodo sono un vero calvario, coach Apicella impotente sulla panchina avendo già esaurito i suoi time-out assiste allo sgretolarsi della propria squadra che realizza solo 6 punti, chiudendo con un misero ma importante vantaggio di tre punti 28 a 25.
Nello spogliatoio coach Apicella cerca di dare ancora una volta serenità ai ragazzi, e gli effetti si vedono nel terzo periodo, quando la squadra inchioda gli avversari per lungo tempo a quota 30 punti racimolando un vantaggio di diciotto punti vicinissimo alla meta per superare il turno. Ma i cinque falli prima di Guadagno e poi di Mennella, rallentano questa marcia, la pressione difensiva cala, ma resta sempre un buon vantaggio di 14 punti.
Nel quarto periodo nonostante il grande cuore dei ragazzi della PCA, le forze mentali e fisiche vengono man mano a mancare, resta comunque l’orgoglio di vincere la partita anche di punto per sfatare quel malefico incantesimo che vede questa società in due anni sconfitta dal Giugliano per ben 5 partite su cinque. L’obbiettivo viene raggiunto con una bomba di Cantilena che chiude la gara con la vittoria della PCA sul Giugliano per 55 a 54.
Coach Apicella a fine partita dichiarava: “Nonostante 21 vittorie e una sconfitta, nonostante questa sera abbiamo mantenuto l’imbattibilità sul nostro campo, nonostante una formula sbagliata, quest’anno con questi ragazzi è stato un anno indimenticabile. Vedere la tendostruttura gremita , paragonabile solo alle prime gare di acceso alla serie D del G.S Minori negli anni ottanta, è una grande soddisfazione, un grande plauso va a Valerio D’Amato che ha saputo creare l’evento in modo impeccabile. Questa sera siamo arrivati anche a +18 verso la fine del terzo periodo, poi l’uscita per cinque falli di Marco Guadagno e Anthony Mennella ci ha penalizzato abbassando la nostra pressione difensiva. Comunque andiamo avanti, sono orgoglioso di questi ragazzi, un grazie particolare a tutti quei genitori che ci sono stati vicini in quest’anno molto difficile, un mio ringraziamento va al mio assistente Vincenzo Ruocco, sempre disponibile e presente.
Ora in ogni modo dobbiamo mantenere vivo questo movimento, il prossimo anno possiamo raccogliere ancora tante soddisfazioni, io sono sempre disponibile ad allenare questi meravigliosi ragazzi, attendo fiducioso l’evolversi degli eventi”
Ferraiuolo Luca 4; Cantilena 25; Dell’Isola 2; Mennella9; Guadagno7-;D’Uva 2;Rispoli 2: Amendola4; Consiglio-; Del Pizzo-;Ferraiuolo Andrea-;. Antonicelli-.

Lascia una risposta