E’ IL CONCA PARK IL PRIMO HOTEL ITALIANO ZERO WASTE VIDEO

0

GLI INVIATI DI pOSITANONEWS TV HANNO SEGUITO L’EVENTO RIPORTANDO VIDEO E INTERVISTE.

DA ANDROKRONOS  Un taglio netto del 50% dei rifiuti totali prodotti dal 2012 con 12mila kg in meno ogni anno grazie all’adozione di politiche ad hoc che fanno del Conca Park di Sorrento il primo hotel “Zero Waste” in Italia. Come ci sono riusciti? “Mettendo le mani nella spazzatura per capire bene i flussi e la tipologia di rifiuti prodotti in ogni zona dell’albergo, dalle camere alla prima colazione”, spiega all’Adnkronos Antonino Esposito, responsabile progetto hotel e ristoranti di Zero Waste Italia.

 

 2:22

SORRENTO ZERO HOTEL WASTE

 

 

 9:28

SORRENTO ZERO HOTEL WASTE

Solo per quanto riguarda la prima colazione, i rifiuti sono stati ridotti del 60%. “Abbiamo eliminato tutte le monoporzioni, dalla marmellata alle fette biscottate al burro, e ci siamo rivolti a una società che fornisce il latte in vetro con vuoto a rendere”. Scelta che fa bene all’ambiente ma anche ai conti dell’albergo, visto che “togliendo tutti i monodose abbiamo ottenuto un risparmio di 5mila euro l’anno”.

Ridotti del 40% i rifiuti derivanti dalle bottigliette di acqua in Pet che gli ospiti portano in albergo “installando ad ogni piano erogatori di acqua gratuita per i clienti”. In camera ogni ospite ha a disposizione dei bicchieri, di vetro naturalmente. E per quanto riguarda il servizio di lavanderia “che prima consegnava la biancheria imbustata, ora la consegna riponendola in un contenitore e così in un anno abbiamo eliminato 800 kg di plastica”.

Grazie a un accordo, l’azienda Amorin ritira tutti i tappi di sughero (in un anno l’albergo ne produce 80kg) “e il ricavato va in beneficenza”, specifica Antonino Esposito. Poi ci sono le iniziative piccole, piccole come le cannucce da drink, biodegradabili quelle utilizzate nell’albergo. Così, una volta usate, finiscono nel compost. E le iniziative che coinvolgono i dipendenti: tutti dotati di tazzina da caffè in ceramica con il proprio nome, così non usano più quelle usa e getta.

GLI INVIATI DI pOSITANONEWS TV HANNO SEGUITO L'EVENTO RIPORTANDO VIDEO E INTERVISTE.

DA ANDROKRONOS  Un taglio netto del 50% dei rifiuti totali prodotti dal 2012 con 12mila kg in meno ogni anno grazie all'adozione di politiche ad hoc che fanno del Conca Park di Sorrento il primo hotel "Zero Waste" in Italia. Come ci sono riusciti? "Mettendo le mani nella spazzatura per capire bene i flussi e la tipologia di rifiuti prodotti in ogni zona dell'albergo, dalle camere alla prima colazione", spiega all'Adnkronos Antonino Esposito, responsabile progetto hotel e ristoranti di Zero Waste Italia.

 

Solo per quanto riguarda la prima colazione, i rifiuti sono stati ridotti del 60%. "Abbiamo eliminato tutte le monoporzioni, dalla marmellata alle fette biscottate al burro, e ci siamo rivolti a una società che fornisce il latte in vetro con vuoto a rendere". Scelta che fa bene all'ambiente ma anche ai conti dell'albergo, visto che "togliendo tutti i monodose abbiamo ottenuto un risparmio di 5mila euro l'anno".

Ridotti del 40% i rifiuti derivanti dalle bottigliette di acqua in Pet che gli ospiti portano in albergo "installando ad ogni piano erogatori di acqua gratuita per i clienti". In camera ogni ospite ha a disposizione dei bicchieri, di vetro naturalmente. E per quanto riguarda il servizio di lavanderia "che prima consegnava la biancheria imbustata, ora la consegna riponendola in un contenitore e così in un anno abbiamo eliminato 800 kg di plastica".

Grazie a un accordo, l’azienda Amorin ritira tutti i tappi di sughero (in un anno l’albergo ne produce 80kg) “e il ricavato va in beneficenza”, specifica Antonino Esposito. Poi ci sono le iniziative piccole, piccole come le cannucce da drink, biodegradabili quelle utilizzate nell’albergo. Così, una volta usate, finiscono nel compost. E le iniziative che coinvolgono i dipendenti: tutti dotati di tazzina da caffè in ceramica con il proprio nome, così non usano più quelle usa e getta.