Costa Concordia, il relitto verso il porto di Genova: via dal Giglio il 20 luglio

0

Costa Concordia, il relitto verso il porto di Genova: via dal Giglio il 20 luglio

Il quotidiano Il Sole 24 Ore oggi in edicola annuncia che la destinazione finale della Costa Concordia, naufragata all’Isola del Giglio, sarà il porto di Genova, e non la Turchia come si vociferava nelle ultime settimane.

Manca ancora l’ufficialità ma arriverà a breve, nei prossimi giorni. Il piano è stato limato sin nei minimi dettagli e la decisione ormai è presa.

Il relitto della Costa Concordia si trova da due anni e quattro mesi di fronte all’isola del Giglio.

La decisione sulla meta in cui verrà smantellato il relitto è stata presa durante una riunione tenutasi mercoledì pomeriggio nel capoluogo ligure, nel palazzo di Costa Crociere. Durante il meeting è stata anche indicata la data in cui la nave verrà rimessa in galleggiamento, per essere rimorchiata verso lo scalo della Lanterna: il 20 luglio.

L’operazione sarà condotta sotto l’egida di Titan Micoperi, che ha già guidato con successo il parbuckling (cioè il raddrizzamento) dello scafo.

L’annuncio ufficiale della scelta di Genova sarà dato dal governo insieme al capo della Protezione civile e commissario per l’emergenza della Costa Concordia, Franco Gabrielli.

Proprio in queste ore Costa Crociere con i suoi legali e assicuratori, sta lavorando all’ultimo tassello del progetto, ovvero la sottoscrizione del contratto, che comunque non dovrebbe presentare problemi insormontabili, che affiderà ai gruppi San Giorgio, Mariotti e Saipem, in collaborazione con l’Autorità portuale di Genova, il processo di smantellamento del relitto.today


 

 

Costa Concordia, il relitto verso il porto di Genova: via dal Giglio il 20 luglio

Il quotidiano Il Sole 24 Ore oggi in edicola annuncia che la destinazione finale della Costa Concordia, naufragata all'Isola del Giglio, sarà il porto di Genova, e non la Turchia come si vociferava nelle ultime settimane.

Manca ancora l'ufficialità ma arriverà a breve, nei prossimi giorni. Il piano è stato limato sin nei minimi dettagli e la decisione ormai è presa.

Il relitto della Costa Concordia si trova da due anni e quattro mesi di fronte all'isola del Giglio.

La decisione sulla meta in cui verrà smantellato il relitto è stata presa durante una riunione tenutasi mercoledì pomeriggio nel capoluogo ligure, nel palazzo di Costa Crociere. Durante il meeting è stata anche indicata la data in cui la nave verrà rimessa in galleggiamento, per essere rimorchiata verso lo scalo della Lanterna: il 20 luglio.

L'operazione sarà condotta sotto l'egida di Titan Micoperi, che ha già guidato con successo il parbuckling (cioè il raddrizzamento) dello scafo.

L'annuncio ufficiale della scelta di Genova sarà dato dal governo insieme al capo della Protezione civile e commissario per l'emergenza della Costa Concordia, Franco Gabrielli.

Proprio in queste ore Costa Crociere con i suoi legali e assicuratori, sta lavorando all'ultimo tassello del progetto, ovvero la sottoscrizione del contratto, che comunque non dovrebbe presentare problemi insormontabili, che affiderà ai gruppi San Giorgio, Mariotti e Saipem, in collaborazione con l'Autorità portuale di Genova, il processo di smantellamento del relitto.today


 

 

Lascia una risposta