Si sporge e cade nel fossato bimbo di 5 anni resta illeso

0

BARI – Stava facendo una passeggiata tra i vicoli di Bari Vecchia quando, attirato da altri bambini che giocavano con il pallone in piazza Isabella d’Aragona, ha per un istante mollato la mano del nonno, è sfuggito dal suo campo visivo, si è sporto troppo dal cornicione del castello Svevo e ha perso l’equilibrio, precipitando nel fossato. La disattenzione gli è costata un volo di sette-otto metri, dal quale, miracolosamente, un bimbo barese di appena cinque anni ne è uscito quasi illeso. Il piccolo è stato trasportato al Policlinico per essere sottoposto precauzionalmente ad accertamenti più approfonditi, ma non è in pericolo di vita. Il bollettino medico parla di lesioni marginali e forse una frattura composta ancora da valutare, una diagnosi che ha fatto tirare un sospiro di sollievo al nonno che in un primo momento aveva pensato al peggio. Oltre al bimbo, due adulti, che si sono catapultati nel fossato nel tentativo di soccorrerlo, sono stati curati dai medici del 118 e trasferiti in ospedale, al Di Venere di Carbonara. Al pronto soccorso sono state riscontrate due fratture alle gambe che si sono procurate nella fase della discesa.

 

L’episodio si è consumato ieri sera, poco dopo le 20,quando a Bari Vecchia decine di persone stavano gustando un gelato o bevendo una birra a pochi passi dal castello Svevo. La tranquilla serata è stata improvvisamente interrotta dalle urla del bambino di cinque anni, immediatamente nella piazza è scoppiato il panico. Le grida delle donne presenti hanno squarciato il silenzio, chi ha assistito alla scena ha subito chiamato il 118. Contemporaneamente, circa dieci persone hanno provato a raggiungere il bimbo che piangeva a squarciagola dalla paura e per il dolore causato dalla caduta. Nel tentativo di scendere nel fossato del castello due adulti di 38 e 43 anni sono però scivolati, procurandosi – come detto – un paio di fratture alle gambe. I due uomini sono stati ricoverati nell’ospedale Di Venere e ne avranno per qualche giorno. Sul luogo dell’incidente sono arrivate tre ambulanze, i vigili del fuoco, la polizia e i vigili urbani. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze dei presenti, secondo quanto ricostruito dagli investigatori si è trattato di una casualità. Il bambino purtroppo è sfuggito all’attenzione del nonno, con il quale era a passeggio per i vicoli del borgo antico e, dopo una corsa di qualche metro, si è avvicinato troppo al cornicione perdendo l’equilibrio.coriere del mezzogiorno

BARI – Stava facendo una passeggiata tra i vicoli di Bari Vecchia quando, attirato da altri bambini che giocavano con il pallone in piazza Isabella d’Aragona, ha per un istante mollato la mano del nonno, è sfuggito dal suo campo visivo, si è sporto troppo dal cornicione del castello Svevo e ha perso l’equilibrio, precipitando nel fossato. La disattenzione gli è costata un volo di sette-otto metri, dal quale, miracolosamente, un bimbo barese di appena cinque anni ne è uscito quasi illeso. Il piccolo è stato trasportato al Policlinico per essere sottoposto precauzionalmente ad accertamenti più approfonditi, ma non è in pericolo di vita. Il bollettino medico parla di lesioni marginali e forse una frattura composta ancora da valutare, una diagnosi che ha fatto tirare un sospiro di sollievo al nonno che in un primo momento aveva pensato al peggio. Oltre al bimbo, due adulti, che si sono catapultati nel fossato nel tentativo di soccorrerlo, sono stati curati dai medici del 118 e trasferiti in ospedale, al Di Venere di Carbonara. Al pronto soccorso sono state riscontrate due fratture alle gambe che si sono procurate nella fase della discesa.

 

L’episodio si è consumato ieri sera, poco dopo le 20,quando a Bari Vecchia decine di persone stavano gustando un gelato o bevendo una birra a pochi passi dal castello Svevo. La tranquilla serata è stata improvvisamente interrotta dalle urla del bambino di cinque anni, immediatamente nella piazza è scoppiato il panico. Le grida delle donne presenti hanno squarciato il silenzio, chi ha assistito alla scena ha subito chiamato il 118. Contemporaneamente, circa dieci persone hanno provato a raggiungere il bimbo che piangeva a squarciagola dalla paura e per il dolore causato dalla caduta. Nel tentativo di scendere nel fossato del castello due adulti di 38 e 43 anni sono però scivolati, procurandosi – come detto – un paio di fratture alle gambe. I due uomini sono stati ricoverati nell’ospedale Di Venere e ne avranno per qualche giorno. Sul luogo dell’incidente sono arrivate tre ambulanze, i vigili del fuoco, la polizia e i vigili urbani. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze dei presenti, secondo quanto ricostruito dagli investigatori si è trattato di una casualità. Il bambino purtroppo è sfuggito all’attenzione del nonno, con il quale era a passeggio per i vicoli del borgo antico e, dopo una corsa di qualche metro, si è avvicinato troppo al cornicione perdendo l’equilibrio.coriere del mezzogiorno

Lascia una risposta