Salvini “Sciacquat a vocca!”. Il sindaco di Agerola Luca Mascolo risponde al leader della Lega Nord

0

Ha destato scalpore il boom di voti della Lega Nord ad Agerola, paese sui Monti Lattari che si affaccia sulla Costiera Amalfitana, pare dovuti ad una mossa dell’ex sindaco e consigliere regione Campania Michele Pisacane, la vicenda ha avuto risonanza nazionale, pubblichiamo l’intervento del sindaco Luca Mascolo:  Stamane l’ On. Salvini, durante la trasmissione Coffee break su La7, si è accreditato di un allargamento del consenso del suo partito al Sud, citando come esempio il 12 % circa ottenuto ad Agerola (sbagliando tra l’altro la pronuncia).

I 391 voti alla Lega Nord ad Agerola sono frutto dell’opportunismo e della cattiva politica dei soliti, purtroppo conosciuti,arrampicatori sociali.

Agerola non è il 12% alla Lega Nord a cui si sta dando tanta risonanza, non è un Paese che discrimina il diverso. Agerola non è un Paese che divide ma che unisce.

La nostra è una fiera cittadina del Sud, Comune Virtuoso ( R.D. al 73%), una sempre più ambita meta turistica, un paese che fà della partecipazione e del confronto democratico i propri binari guida.

Agerola è un paese dalla forte identità culturale, che ha ospitato cantori e poeti, ispirato scrittori di tutto il mondo.

 Quindi Salvini:  “Sciacquat a vocca!!!” o per dirlo nella lingua nazionale, che è l’italiano e non è il milanese: “ Caro Salviniè pregato di sapere di cosa parli quando sivanta della sensibilità dei nostri concittadini verso il suo partito. A meno che non  ci sia tra i principi ispiratori della Lega Nord il mero opportunismo personale, l’identificazione della politica e delle istituzioni come un treno su cui salire solo per arrivare ad una poltrona.

Non si vanti dei voti ottenuti ad Agerola, grazie all’influenza del ex Sindaco, ex Consigliere regionale, ex Parlamentare della Repubblica, Michele Pisacane.

Si domandi piuttosto se chi vota Lega al Sud  abbia a che fare con uomini dalla lunga e diversificata carriera politica, dalla coerenza di sei partiti diversi in dieci anni, dalla promessa facile, ma dalla dignità perduta!

Perché se per arrivare a prendere voti a qualsiasi costo, oltre alle sue idee populiste e distruttive, oltre al ventennio di danni provocati all’Italia dal suo partito, ha bisogno anche di questo..beh allora ..ha  già conosciuto le persone giuste!.

A proposito , ho sentito che  ritornerà in Campania.

A nome di tutta la cittadinanza la invito  a venire a visitare Agerola  che merita, non lo dico con presunzione, di essere visitata per mille altri motivi .

Sono certo che non solo i suoi elettori, ma il Paese intero saprà riservarle l’accoglienza che merita. 

Ha destato scalpore il boom di voti della Lega Nord ad Agerola, paese sui Monti Lattari che si affaccia sulla Costiera Amalfitana, pare dovuti ad una mossa dell'ex sindaco e consigliere regione Campania Michele Pisacane, la vicenda ha avuto risonanza nazionale, pubblichiamo l'intervento del sindaco Luca Mascolo:  Stamane l’ On. Salvini, durante la trasmissione Coffee break su La7, si è accreditato di un allargamento del consenso del suo partito al Sud, citando come esempio il 12 % circa ottenuto ad Agerola (sbagliando tra l’altro la pronuncia).

I 391 voti alla Lega Nord ad Agerola sono frutto dell’opportunismo e della cattiva politica dei soliti, purtroppo conosciuti,arrampicatori sociali.

Agerola non è il 12% alla Lega Nord a cui si sta dando tanta risonanza, non è un Paese che discrimina il diverso. Agerola non è un Paese che divide ma che unisce.

La nostra è una fiera cittadina del Sud, Comune Virtuoso ( R.D. al 73%), una sempre più ambita meta turistica, un paese che fà della partecipazione e del confronto democratico i propri binari guida.

Agerola è un paese dalla forte identità culturale, che ha ospitato cantori e poeti, ispirato scrittori di tutto il mondo.

 Quindi Salvini:  “Sciacquat a vocca!!!” o per dirlo nella lingua nazionale, che è l’italiano e non è il milanese: “ Caro Salviniè pregato di sapere di cosa parli quando sivanta della sensibilità dei nostri concittadini verso il suo partito. A meno che non  ci sia tra i principi ispiratori della Lega Nord il mero opportunismo personale, l’identificazione della politica e delle istituzioni come un treno su cui salire solo per arrivare ad una poltrona.

Non si vanti dei voti ottenuti ad Agerola, grazie all’influenza del ex Sindaco, ex Consigliere regionale, ex Parlamentare della Repubblica, Michele Pisacane.

Si domandi piuttosto se chi vota Lega al Sud  abbia a che fare con uomini dalla lunga e diversificata carriera politica, dalla coerenza di sei partiti diversi in dieci anni, dalla promessa facile, ma dalla dignità perduta!

Perché se per arrivare a prendere voti a qualsiasi costo, oltre alle sue idee populiste e distruttive, oltre al ventennio di danni provocati all’Italia dal suo partito, ha bisogno anche di questo..beh allora ..ha  già conosciuto le persone giuste!.

A proposito , ho sentito che  ritornerà in Campania.

A nome di tutta la cittadinanza la invito  a venire a visitare Agerola  che merita, non lo dico con presunzione, di essere visitata per mille altri motivi .

Sono certo che non solo i suoi elettori, ma il Paese intero saprà riservarle l’accoglienza che merita.