Il Napoli querela il presidente del San Paolo su “I soldi della camorra”

0

La (falsa) indiscrezione di un interessamento del Napoli a Ganso ha scatenato una guerra tra il club azzurro e il San Paolo che finirà in tribunale. Ieri sera, infatti, il presidente del club brasiliano aveva espresso la dichiarazione-choc, commentando l’indiscrezione: “Tutti i soldi della camorra non basteranno per comprare Ganso”. In serata, il Napoli ha annunciato attraverso un comunicato stampa di aver dato mandato al proprio ufficio legale di denunciare il presidente del San Paolo per “tutelare l’immagine del Napoli gravemente diffamata”. L’ACCUSA DAL BRASILE — Ieri sera (frasi rimbalzate in Italia in mattinata), il presidente del San Paolo, Carlos Miguel Aidar, aveva rovesciato fango (gratuitamente) sulla città di Napoli. Aveva commentato così la presunta voce di un interesse del Napoli per Ganso con i cronisti brasiliani prima dell’incontro con il Fluminense. “Neanche con tutti i soldi della camorra il Napoli potrebbe comprare Ganso. Il San Paolo è un club che compra, non vende. E poi non penso che gli azzurri abbiano tutti questi colpi a disposizione, la camorra ormai non ha tutto questo potere”. Poi il San Paolo ha perso 5-2 con il Fluminense in campionato, Ganso era titolare, Pato ha segnato uno dei due gol della squadra paulista. NAPOLI AL CONTRATTACCO — La risposta del Napoli è affidata ad un comunicato ufficiale della società pubblicato in serata: “In merito alle dichiarazioni del presidente del San Paolo, che ha offeso l’immagine e la storia di una società gloriosa e prestigiosa come quella del Napoli – si legge – l’unica cosa che possiamo dire è che ognuno si qualifica per quello che fa e che dice. Le sue affermazioni non meritano un’attenzione maggiore di quanto non ne abbiamo concessa con questa breve nota. A margine di ciò aggiungiamo che, naturalmente, non c’è mai stata alcuna trattativa per il calciatore Ganso che non ci interessa. In ogni caso le offensive e farneticanti dichiarazioni del sig. Carlos Miguel Aidar sono già al vaglio dell’ufficio legale del Napoli, che intende tutelare in ogni sede giudiziaria l’immagine della società gravemente diffamata dalle parole pronunciate dal Presidente del San Paolo”. (La Gazzetta dello Sport)

La (falsa) indiscrezione di un interessamento del Napoli a Ganso ha scatenato una guerra tra il club azzurro e il San Paolo che finirà in tribunale. Ieri sera, infatti, il presidente del club brasiliano aveva espresso la dichiarazione-choc, commentando l'indiscrezione: "Tutti i soldi della camorra non basteranno per comprare Ganso". In serata, il Napoli ha annunciato attraverso un comunicato stampa di aver dato mandato al proprio ufficio legale di denunciare il presidente del San Paolo per "tutelare l'immagine del Napoli gravemente diffamata". L'ACCUSA DAL BRASILE — Ieri sera (frasi rimbalzate in Italia in mattinata), il presidente del San Paolo, Carlos Miguel Aidar, aveva rovesciato fango (gratuitamente) sulla città di Napoli. Aveva commentato così la presunta voce di un interesse del Napoli per Ganso con i cronisti brasiliani prima dell’incontro con il Fluminense. “Neanche con tutti i soldi della camorra il Napoli potrebbe comprare Ganso. Il San Paolo è un club che compra, non vende. E poi non penso che gli azzurri abbiano tutti questi colpi a disposizione, la camorra ormai non ha tutto questo potere”. Poi il San Paolo ha perso 5-2 con il Fluminense in campionato, Ganso era titolare, Pato ha segnato uno dei due gol della squadra paulista. NAPOLI AL CONTRATTACCO — La risposta del Napoli è affidata ad un comunicato ufficiale della società pubblicato in serata: "In merito alle dichiarazioni del presidente del San Paolo, che ha offeso l'immagine e la storia di una società gloriosa e prestigiosa come quella del Napoli – si legge – l'unica cosa che possiamo dire è che ognuno si qualifica per quello che fa e che dice. Le sue affermazioni non meritano un'attenzione maggiore di quanto non ne abbiamo concessa con questa breve nota. A margine di ciò aggiungiamo che, naturalmente, non c'è mai stata alcuna trattativa per il calciatore Ganso che non ci interessa. In ogni caso le offensive e farneticanti dichiarazioni del sig. Carlos Miguel Aidar sono già al vaglio dell'ufficio legale del Napoli, che intende tutelare in ogni sede giudiziaria l'immagine della società gravemente diffamata dalle parole pronunciate dal Presidente del San Paolo". (La Gazzetta dello Sport)