Attacco Napoli. Vice Higuain: Mitroglou è favorito su Gilardino

0

Il vice Higuain, una delle priorità. Già, perché Zapata sarà girato in prestito. Il colombiano ha mercato, le ultime sue prestazioni non sono passate inosservate: per lui si muovono club italiani di media fascia e società estere. Arriverà un nuovo vice-Pipita, quindi. L’identikit si delinea sempre di più. Non sarà un super big, da escludere quindi il colombiano del Porto Jackson Martinez, cioè un attaccante che possa entrare in competizione con l’argentino. Il profilo dovrà essere comunque quello di una punta che accetti con serenità il ruolo partendo dalla panchina, pronto però a giocare al massimo in ogni occasione in cui verrà schierato da titolare. E occasioni ce ne saranno, visto che il Napoli anche l’anno prossimo sarà impegnato su tre fronti e in più ci sarà la Supercoppa Italiana di dicembre. Gilardino è sicuramente in corsa, l’attaccante del Genoa può svolgere al meglio questo ruolo e garantirebbe grande affidabilità anche se impiegato a sprazzi. Uno sguardo ovviamente all’estero, il greco Mitroglou del Fulham, 26 anni può essere un obiettivo. Fondamentale sarà la valutazione del club inglese che però è appena retrocesso dalla Premier League. Attaccante della nazionale greca, Mitroglou è una delle stelle della selezione ellenica nei prossimi Mondiali in Brasile. L’attacco avrà anche un altro volto nuovo, un arrivo legato alla partenza di Pandev,che piace in Premier Laegue. La partenza del macedone aprirebbe le porte per un altro arrivo, piace molto l’argentino Iturbe del Verona, elemento sul quale però da un momento all’altro può scatenarsi una vera e propria asta di mercato. La prima casella da colmare sarà quella del centrocampista. Il salto di qualità si fa con un top player, come ha ricordato anche Benitez. Un top player è sicuramente Mascherano, anche se però ieri Luis Enrique, nella conferenza stampa di presentazione al Barcellona, ha ribadito che l’argentino è il capitano della squadra. Quindi, ora sarà da verificare con attenzione la volontà del club spagnolo di cedere l’argentino. E poi c’è da tenere presente la consistenza economica dell’operazione. Situazione più o meno simile per Javi Martinez, il centrocampista spagnolo del Bayern Monaco, valutazione di 40 milioni di euro. Una cosa è certa, il club azzurro lo sforzo economico da un punto di vista economico lo farà sicuramente per il centrocampista. Un altro big è Yaya Touré, l’ivoriano del Manchester City che ci è rimasto male per non aver ricevuto gli auguri dal suo club in occasione del suo 31esimo compleanno. Un’amarezza che lo ha portato anche a mettere in conto un’eventuale cessione: un superbig, ovviamente, uno di quelli difficili da prendere. Più percorribili le piste legate a giocatori importanti ma non di primissimo livello. Il francese Gonalons del Lione, cercato con insistenza dal club azzurro a gennaio, sicuramente è tra questi. Gli arrivi possono essere due se a partire saranno in due e cioè Behrami e Dzemaili. E i due svizzeri possono cambiare squadra: Behrami piace molto all’Inter, Dzemaili al Borussia Mönchengladbach. Capitolo difesa: preso Koulibaly dal Genk, ora i centrali sicuri per l’anno prossimo sono già quattro vista la sicura riconferma di Albiol, Fernandez ed Henrique. Anzi ci sarà da cedere l’uruguaiano Britos, da considerare in questo momento in esubero. Ieri hanno salutato Doblas e Reveillere, erano in prestito e non sono stati riconfermati. Reina è tornato al Liverpool, ma questo è un discorso diverso. Il portiere spagnolo rientra nei programmi, dipenderà dall’operazione economica. L’arrivo eventuale di Arbeloa sarebbe legato alla cessione di Maggio. Voci dal Brasile sull’arrivo del centrocampista Ganso dal San Paolo. Smentita del club azzurro. (Roberto Ventre – Il Mattino)

Il vice Higuain, una delle priorità. Già, perché Zapata sarà girato in prestito. Il colombiano ha mercato, le ultime sue prestazioni non sono passate inosservate: per lui si muovono club italiani di media fascia e società estere. Arriverà un nuovo vice-Pipita, quindi. L’identikit si delinea sempre di più. Non sarà un super big, da escludere quindi il colombiano del Porto Jackson Martinez, cioè un attaccante che possa entrare in competizione con l’argentino. Il profilo dovrà essere comunque quello di una punta che accetti con serenità il ruolo partendo dalla panchina, pronto però a giocare al massimo in ogni occasione in cui verrà schierato da titolare. E occasioni ce ne saranno, visto che il Napoli anche l’anno prossimo sarà impegnato su tre fronti e in più ci sarà la Supercoppa Italiana di dicembre. Gilardino è sicuramente in corsa, l’attaccante del Genoa può svolgere al meglio questo ruolo e garantirebbe grande affidabilità anche se impiegato a sprazzi. Uno sguardo ovviamente all’estero, il greco Mitroglou del Fulham, 26 anni può essere un obiettivo. Fondamentale sarà la valutazione del club inglese che però è appena retrocesso dalla Premier League. Attaccante della nazionale greca, Mitroglou è una delle stelle della selezione ellenica nei prossimi Mondiali in Brasile. L’attacco avrà anche un altro volto nuovo, un arrivo legato alla partenza di Pandev,che piace in Premier Laegue. La partenza del macedone aprirebbe le porte per un altro arrivo, piace molto l’argentino Iturbe del Verona, elemento sul quale però da un momento all’altro può scatenarsi una vera e propria asta di mercato. La prima casella da colmare sarà quella del centrocampista. Il salto di qualità si fa con un top player, come ha ricordato anche Benitez. Un top player è sicuramente Mascherano, anche se però ieri Luis Enrique, nella conferenza stampa di presentazione al Barcellona, ha ribadito che l’argentino è il capitano della squadra. Quindi, ora sarà da verificare con attenzione la volontà del club spagnolo di cedere l’argentino. E poi c’è da tenere presente la consistenza economica dell’operazione. Situazione più o meno simile per Javi Martinez, il centrocampista spagnolo del Bayern Monaco, valutazione di 40 milioni di euro. Una cosa è certa, il club azzurro lo sforzo economico da un punto di vista economico lo farà sicuramente per il centrocampista. Un altro big è Yaya Touré, l’ivoriano del Manchester City che ci è rimasto male per non aver ricevuto gli auguri dal suo club in occasione del suo 31esimo compleanno. Un’amarezza che lo ha portato anche a mettere in conto un’eventuale cessione: un superbig, ovviamente, uno di quelli difficili da prendere. Più percorribili le piste legate a giocatori importanti ma non di primissimo livello. Il francese Gonalons del Lione, cercato con insistenza dal club azzurro a gennaio, sicuramente è tra questi. Gli arrivi possono essere due se a partire saranno in due e cioè Behrami e Dzemaili. E i due svizzeri possono cambiare squadra: Behrami piace molto all’Inter, Dzemaili al Borussia Mönchengladbach. Capitolo difesa: preso Koulibaly dal Genk, ora i centrali sicuri per l’anno prossimo sono già quattro vista la sicura riconferma di Albiol, Fernandez ed Henrique. Anzi ci sarà da cedere l’uruguaiano Britos, da considerare in questo momento in esubero. Ieri hanno salutato Doblas e Reveillere, erano in prestito e non sono stati riconfermati. Reina è tornato al Liverpool, ma questo è un discorso diverso. Il portiere spagnolo rientra nei programmi, dipenderà dall’operazione economica. L’arrivo eventuale di Arbeloa sarebbe legato alla cessione di Maggio. Voci dal Brasile sull’arrivo del centrocampista Ganso dal San Paolo. Smentita del club azzurro. (Roberto Ventre – Il Mattino)