Al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento “Il vestito nuovo dell’imperatore”. Da Positano Anna Cinque

0

Dopo tre anni ne parliamo. Mercoledì 21 maggio  alle 20,00 al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento c’è stato lo spettacolo “Il Vestito nuovo dell’imperatore”, che conclude il corso di teatro tenuto dalla bravissima Silvana Mirone, fra i tanti bravissimi  attori in erba  protagonisti anche una bambina di Positano,  Anna Cinque (l’ultima a destra nel manifesto). Dieci anni, ma già tre passati a seguire due volte alla settimana il suo corso e percorso teatrale, in piena autonomia e da sola, è l’unica ad aver seguito questa esperienza fino ad oggi. Farle seguire questa arte è farle seguire una preparazione alla vita ed un allenamento a saper affrontare tutte le situazioni migliorando se stessi e questo Anna lo ha capito bene ed è riuscita anche ad  ottenere, l’anno scorso, dando il massimo e con più tempo, stando alla quarta elementare e non all’anno finale delle scuole primarie. Una borsa di studio in  premio per la sua recitazione (che purtoppo non abbiamo potuto riprodurre in video). Anche quest’anno uno spettacolo bello e significativo, pregno di significati e riflessioni sulla vita. Piccoli, grandi sacrifici, tanta passione e voglia di fare, ma anche di divertirsi e stare in compagnia, con questi ingredienti è andata avanti. Non possiamo che augurargli un gran successo, ma già arrivare a tanto lo è, soprattutto in quel palcoscenico che è la vita. 

Dopo tre anni ne parliamo. Mercoledì 21 maggio  alle 20,00 al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento c'è stato lo spettacolo "Il Vestito nuovo dell'imperatore", che conclude il corso di teatro tenuto dalla bravissima Silvana Mirone, fra i tanti bravissimi  attori in erba  protagonisti anche una bambina di Positano,  Anna Cinque (l'ultima a destra nel manifesto). Dieci anni, ma già tre passati a seguire due volte alla settimana il suo corso e percorso teatrale, in piena autonomia e da sola, è l'unica ad aver seguito questa esperienza fino ad oggi. Farle seguire questa arte è farle seguire una preparazione alla vita ed un allenamento a saper affrontare tutte le situazioni migliorando se stessi e questo Anna lo ha capito bene ed è riuscita anche ad  ottenere, l'anno scorso, dando il massimo e con più tempo, stando alla quarta elementare e non all'anno finale delle scuole primarie. Una borsa di studio in  premio per la sua recitazione (che purtoppo non abbiamo potuto riprodurre in video). Anche quest'anno uno spettacolo bello e significativo, pregno di significati e riflessioni sulla vita. Piccoli, grandi sacrifici, tanta passione e voglia di fare, ma anche di divertirsi e stare in compagnia, con questi ingredienti è andata avanti. Non possiamo che augurargli un gran successo, ma già arrivare a tanto lo è, soprattutto in quel palcoscenico che è la vita. 

Lascia una risposta