Napoli, Zuniga rapinato: pistola in faccia e via l’orologio

0

Brutta disavventura per Juan Camilo Zuniga che di ritorno dall’allenamento di oggi al San Paolo é stato rapinato del suo prezioso orologio. Il colombiano era in auto con il connazionale Duvan Zapata in via Caravaggio quando alla macchina si é accostata una moto con due delinquenti, uno dei quali ha minacciato Zuniga con una pistola. Di conseguenza, il colombiano ha consegnato al malvivente l’orologio che aveva al polso e poi ha fatto ritorno a casa. Non ancora è stata sporta denuncia.
PRECEDENTI — Un anno fa a Zuniga toccò subire un furto in casa, ma per i giocatori del Napoli l’elenco di disavventure simili comincia ad essere lungo: vittime Hamsik, Cavani, Lavezzi, Behrami, Zalayeta… E pensare che Lavezzi e la sua fidanzata, dopo la rapina dell’orologio di lei a Napoli, furono vittime di un furto in casa anche a Parigi, pochi mesi dopo il passaggio del Pocho al Psg.
RECENTI — Non solo a Napoli, i calciatori sono prede ambite fra i rapinatori ovunque: proprio ieri Balotelli ha ricevuto la visita dei ladri in casa a Limido Comasco (Como), mentre stava passando la serata in un locale con il fratello Enoch. Rubata e poi ritrovata la Porsche S: trafugati anche gioielli, orologi e oggetti in oro. A Pavel Nedved toccò vedersi svaligiata la casa nella tenuta La Mandria (Torino) nel dicembre 2010.
Gianluca Monti LA GAZZETTA DELLO SPORTBrutta disavventura per Juan Camilo Zuniga che di ritorno dall’allenamento di oggi al San Paolo é stato rapinato del suo prezioso orologio. Il colombiano era in auto con il connazionale Duvan Zapata in via Caravaggio quando alla macchina si é accostata una moto con due delinquenti, uno dei quali ha minacciato Zuniga con una pistola. Di conseguenza, il colombiano ha consegnato al malvivente l’orologio che aveva al polso e poi ha fatto ritorno a casa. Non ancora è stata sporta denuncia.
PRECEDENTI — Un anno fa a Zuniga toccò subire un furto in casa, ma per i giocatori del Napoli l’elenco di disavventure simili comincia ad essere lungo: vittime Hamsik, Cavani, Lavezzi, Behrami, Zalayeta… E pensare che Lavezzi e la sua fidanzata, dopo la rapina dell’orologio di lei a Napoli, furono vittime di un furto in casa anche a Parigi, pochi mesi dopo il passaggio del Pocho al Psg.
RECENTI — Non solo a Napoli, i calciatori sono prede ambite fra i rapinatori ovunque: proprio ieri Balotelli ha ricevuto la visita dei ladri in casa a Limido Comasco (Como), mentre stava passando la serata in un locale con il fratello Enoch. Rubata e poi ritrovata la Porsche S: trafugati anche gioielli, orologi e oggetti in oro. A Pavel Nedved toccò vedersi svaligiata la casa nella tenuta La Mandria (Torino) nel dicembre 2010.
Gianluca Monti LA GAZZETTA DELLO SPORT