Praiano. Quando il privato si sostituisce al pubblico, c’è qualche cosa che non funziona.

0

Praiano. Stamattina ho notato che il muro e il corrimano, che da Via Umberto I porta in Piazza Moressa, erano stati rispettivamente imbiancati e verniciati.

Ho chiesto ad alcuni residenti quando il Comune avesse provveduto ad effettuare questi lavori e per tutta risposta mi è stato riferito che l’intervento non era stato fatto a cura del Comune, bensì dall’Ing.re Giancarlo Irace a proprie spese.

Il senso civico dell’Ing.re Irace mi era più che noto, basti pensare che anche la panchina posizionata in Via Umberto I, per dare la possibilità a chi aspetta il pulmino di poterlo fare comodamente, è stato un dono al Comune dello stesso Ingegnere, che ha provveduto diligentemente a riverniciarla per evitare che la ruggine la rovinasse.

Sempre stamattina sono venuto a conoscenza del fatto che un gruppo di volontari, non so se appartenenti a qualche Associazione, hanno chiesto ai vari operatori turistici della zona un contributo di € 100,00 cad. per l’acquisto di materiale necessario a riverniciare le ringhiere della nota località Marina di Praia.

E’ stupefacente che privati e non il Comune sentano la necessità di rendere quando più accogliente la nostra piccola comunità, nel mentre annoto che le entrate dell’imposta di soggiorno riferite alla stagione scorsa ammontano ad oltre 220.000,00 €. Ciò nonostante il Comune delega di fatto la manutenzione pubblica ai privati. Confermo, c’è qualche cosa e molto di più che non funziona.

Felice Casalino

Consigliere indipendente di Opposizione

 

Praiano. Stamattina ho notato che il muro e il corrimano, che da Via Umberto I porta in Piazza Moressa, erano stati rispettivamente imbiancati e verniciati.

Ho chiesto ad alcuni residenti quando il Comune avesse provveduto ad effettuare questi lavori e per tutta risposta mi è stato riferito che l’intervento non era stato fatto a cura del Comune, bensì dall’Ing.re Giancarlo Irace a proprie spese.

Il senso civico dell’Ing.re Irace mi era più che noto, basti pensare che anche la panchina posizionata in Via Umberto I, per dare la possibilità a chi aspetta il pulmino di poterlo fare comodamente, è stato un dono al Comune dello stesso Ingegnere, che ha provveduto diligentemente a riverniciarla per evitare che la ruggine la rovinasse.

Sempre stamattina sono venuto a conoscenza del fatto che un gruppo di volontari, non so se appartenenti a qualche Associazione, hanno chiesto ai vari operatori turistici della zona un contributo di € 100,00 cad. per l’acquisto di materiale necessario a riverniciare le ringhiere della nota località Marina di Praia.

E’ stupefacente che privati e non il Comune sentano la necessità di rendere quando più accogliente la nostra piccola comunità, nel mentre annoto che le entrate dell’imposta di soggiorno riferite alla stagione scorsa ammontano ad oltre 220.000,00 €. Ciò nonostante il Comune delega di fatto la manutenzione pubblica ai privati. Confermo, c’è qualche cosa e molto di più che non funziona.

Felice Casalino

Consigliere indipendente di Opposizione