DAMA Museum: venerdì il vernissage della mostra di Eugenio Magno

0

Sarà inaugurata alle ore 18,30, presso la struttura museale di Capua, la personale dell’artista napoletano dal titolo “Paesaggio tra realtà e immaginazione”. E il Dama Museum diventa l’archivio ufficiale del Maestro.

Termina l’attesa per la mostra personale del Maestro Eugenio Magno al Dama Museum di Capua, che sarà inaugurata venerdì 16 maggio, alle ore 18,30, presso la struttura museale inserita all’interno del MAC – Museo d’Arte Contemporanea. La mostra, dal titolo “Paesaggio tra realtà e immaginazione”, curata da Antonio Geirola sarà esposta e aperta al pubblico fino al 31 maggio. Un altro nome di grande prestigio si aggiunge, dunque, al sempre più lungo elenco di artisti del panorama nazionale e internazionale che hanno scelto di esporre le proprie opere al Dama Museum. Eugenio Magno è, infatti, uno tra i più grandi interpreti della tradizione pittorica napoletana, affermatosi nel corso di decenni di feconda attività artistica come esclusivo paesaggista con all’attivo oltre duecento esposizioni tenutesi in diverse città italiane. Vincitore di importanti riconoscimenti e premi come il Marco Aurelio, il “Ducatone d’Argento” e l’ambito “Ambrogino d’Oro” è ritenuto il degno erede della illustre scuola di paesaggio napoletana di cui rappresenta un valido e aggiornato approfondimento. <> – spiega Antonio Geirola – <> In occasione del vernissage sarà anche dato l’annuncio ufficiale della nascita dell’archivio delle opere del Maestro Magno, la cui cura è stata assegnata proprio al Dama Museum di Capua.
Il Maestro ha affidato in modo permanente la gestione della sua immagine e del suo vastissimo archivio, composto da oltre 5000 opere diffuse in tutto il mondo, alla struttura museale creata da Evan De Vilde, che, d’ora in avanti, avrà il compito di tutelarne la titolarità, la certificazione, nonché di coordinare mostre e cataloghi generali nell’ottica di una strategia culturale della durata di due anni. Tutti i collezionisti che posseggono opere di Eugenio Magno potranno rivolgersi esclusivamente al Dama Museum per il rilascio di certificati e documenti di archiviazione. Soddisfazione per questo nuovo importante risultato viene espressa da Evan De Vilde, che così commenta il nuovo incarico <>.Sarà inaugurata alle ore 18,30, presso la struttura museale di Capua, la personale dell’artista napoletano dal titolo “Paesaggio tra realtà e immaginazione”. E il Dama Museum diventa l’archivio ufficiale del Maestro.

Termina l’attesa per la mostra personale del Maestro Eugenio Magno al Dama Museum di Capua, che sarà inaugurata venerdì 16 maggio, alle ore 18,30, presso la struttura museale inserita all’interno del MAC – Museo d’Arte Contemporanea. La mostra, dal titolo “Paesaggio tra realtà e immaginazione”, curata da Antonio Geirola sarà esposta e aperta al pubblico fino al 31 maggio. Un altro nome di grande prestigio si aggiunge, dunque, al sempre più lungo elenco di artisti del panorama nazionale e internazionale che hanno scelto di esporre le proprie opere al Dama Museum. Eugenio Magno è, infatti, uno tra i più grandi interpreti della tradizione pittorica napoletana, affermatosi nel corso di decenni di feconda attività artistica come esclusivo paesaggista con all’attivo oltre duecento esposizioni tenutesi in diverse città italiane. Vincitore di importanti riconoscimenti e premi come il Marco Aurelio, il “Ducatone d’Argento” e l’ambito “Ambrogino d’Oro” è ritenuto il degno erede della illustre scuola di paesaggio napoletana di cui rappresenta un valido e aggiornato approfondimento. <> – spiega Antonio Geirola – <> In occasione del vernissage sarà anche dato l’annuncio ufficiale della nascita dell’archivio delle opere del Maestro Magno, la cui cura è stata assegnata proprio al Dama Museum di Capua.
Il Maestro ha affidato in modo permanente la gestione della sua immagine e del suo vastissimo archivio, composto da oltre 5000 opere diffuse in tutto il mondo, alla struttura museale creata da Evan De Vilde, che, d’ora in avanti, avrà il compito di tutelarne la titolarità, la certificazione, nonché di coordinare mostre e cataloghi generali nell’ottica di una strategia culturale della durata di due anni. Tutti i collezionisti che posseggono opere di Eugenio Magno potranno rivolgersi esclusivamente al Dama Museum per il rilascio di certificati e documenti di archiviazione. Soddisfazione per questo nuovo importante risultato viene espressa da Evan De Vilde, che così commenta il nuovo incarico <>.

Lascia una risposta