Auto contro scooter, giovane perde la vita sulla variante

0

MANOCALZATI – Uno scontro assurdo, nella serata di ieri, con la perdita, l’ennesima, di un altro ragazzo sulle strade avellinesi, vittima di un incidente su cui gli inquirenti avranno molto lavoro da fare.
Sulla variante, nel territorio di Manocalzati, a pochi dall’uscita che conduceva all’ex discoteca «East Side», in passato tristemente famosa per la pericolosità dello svincolo, un giovane di 21 anni, Alfredo Iannuzzi, residente a Montefalcione, è morto sbalzato dalla sua moto dopo un violentissimo impatto con una Fiat Panda a bordo della quale viaggiava una ragazza, rimasta a sua volta ferita e ricoverata in ospedale.

La tragedia si è consumata poco prima delle 22. La dinamica è in via di ricostruzione, anche perché la scena che si sono trovati davanti vigili del Fuoco, Polizia stradale e Carabinieri, è apparsa tanto drammatica quanto confusa. I due sensi di marcia sono separati da uno spartitraffico, eppure la Panda è stata trovata conficcata nel guard rail orientata in direzione opposta rispetto a quella consentita. Lo scooterone del giovane, invece è rimasto sull’asfalto, disteso di lato. Poco distante un casco, probabilmente indossato dal ragazzo al momento dello scontro. Il corpo di Alfredo, invece, è stato individuato e coperto qualche metro più lontano, probabilmente sbalzato dalla moto dopo l’impatto.

In serata è giunto il magistrato per i primi rilievi: la prima cosa da accertare è proprio la dinamica. C’è da capire se l’auto si sia girata dopo lo scontro, dopo un possibile tamponamento, o se, come sembra probabile, la vettura abbia imboccato la variante nel senso errato, trovandosi improvvisamente di fronte il mezzo a due ruote guidato dal giovane.
Le indagini sono tuttora in corso. La strada ieri notte è rimasta chiusa per alcune ore in direzione Avellino, quella interessata dall’incidente. Le autoambulanze intervenute sul posto hanno potuto caricare solo la ragazza alla guida dell’automobile. Per il 21enne di Manocalzati, invece, nulla da fare. Il corpo è rimasto a lungo a terra, in attesa che venissero esauriti i primi rilievi del caso. Il ragazzo avrebbe compiuto 22 anni nel prossimo autunno. Familiari e amici sono venuti a sapere della tragedia solo nella tardissima serata. Inevitabile la disperazione per la perdita di un ragazzo che, dalle prime testimonianze, conduceva una vita tranquilla tra lavoro, amici e la passione per le due ruote. Mai avrebbe pensato che sul suo scooterone, peraltro mezzo di comune utilizzo, potesse trovare la morte in un modo che, dalle prime ricostruzioni, appare tanto incredibile quanto ingiusto.il  mattino

   

MANOCALZATI – Uno scontro assurdo, nella serata di ieri, con la perdita, l’ennesima, di un altro ragazzo sulle strade avellinesi, vittima di un incidente su cui gli inquirenti avranno molto lavoro da fare.
Sulla variante, nel territorio di Manocalzati, a pochi dall’uscita che conduceva all’ex discoteca «East Side», in passato tristemente famosa per la pericolosità dello svincolo, un giovane di 21 anni, Alfredo Iannuzzi, residente a Montefalcione, è morto sbalzato dalla sua moto dopo un violentissimo impatto con una Fiat Panda a bordo della quale viaggiava una ragazza, rimasta a sua volta ferita e ricoverata in ospedale.

La tragedia si è consumata poco prima delle 22. La dinamica è in via di ricostruzione, anche perché la scena che si sono trovati davanti vigili del Fuoco, Polizia stradale e Carabinieri, è apparsa tanto drammatica quanto confusa. I due sensi di marcia sono separati da uno spartitraffico, eppure la Panda è stata trovata conficcata nel guard rail orientata in direzione opposta rispetto a quella consentita. Lo scooterone del giovane, invece è rimasto sull’asfalto, disteso di lato. Poco distante un casco, probabilmente indossato dal ragazzo al momento dello scontro. Il corpo di Alfredo, invece, è stato individuato e coperto qualche metro più lontano, probabilmente sbalzato dalla moto dopo l’impatto.

In serata è giunto il magistrato per i primi rilievi: la prima cosa da accertare è proprio la dinamica. C’è da capire se l’auto si sia girata dopo lo scontro, dopo un possibile tamponamento, o se, come sembra probabile, la vettura abbia imboccato la variante nel senso errato, trovandosi improvvisamente di fronte il mezzo a due ruote guidato dal giovane.
Le indagini sono tuttora in corso. La strada ieri notte è rimasta chiusa per alcune ore in direzione Avellino, quella interessata dall’incidente. Le autoambulanze intervenute sul posto hanno potuto caricare solo la ragazza alla guida dell’automobile. Per il 21enne di Manocalzati, invece, nulla da fare. Il corpo è rimasto a lungo a terra, in attesa che venissero esauriti i primi rilievi del caso. Il ragazzo avrebbe compiuto 22 anni nel prossimo autunno. Familiari e amici sono venuti a sapere della tragedia solo nella tardissima serata. Inevitabile la disperazione per la perdita di un ragazzo che, dalle prime testimonianze, conduceva una vita tranquilla tra lavoro, amici e la passione per le due ruote. Mai avrebbe pensato che sul suo scooterone, peraltro mezzo di comune utilizzo, potesse trovare la morte in un modo che, dalle prime ricostruzioni, appare tanto incredibile quanto ingiusto.il  mattino