La Juve Stabia a Novara, sfida alla striscia negativa

0

Castellammare di Stabia. La Juve Stabia monitora i playoff di Lega Pro per comprendere quali obiettivi di mercato saranno realmente percorribili durante l’ormai imminente sessione estiva. L’obiettivo numero uno del club gialloblù è quello di sfruttare il tempo a propria disposizione per anticipare le mosse delle tante formazioni di prima fascia attualmente ancora impegnate nella corsa alla promozione e di conseguenza con la testa alla stagione in corso. Il primo tassello da incastrare per poter definire le nuove strategie resta l’individuazione del ds con la corsa ormai ridotta a Nicola Dionisio e Pasquale Sensibile. Il primo è al momento in netto vantaggio in quanto in passato si è dimostrato straordinario nello scoprire quei giovani talenti la cui valorizzazione consentirebbe al club stabile di patrimonializzare contrariamente a quanto avvenuto nel recente passato. L’ex Cavese in Lega Pro è sinonimo di garanzia low cost, con ottimi risultati. Il capolavoro assoluto resta la promozione in B sfiorata proprio con i metelliani senza dimenticare il ruolo di prim’ordine ricoperto nella rinascita dell’Avellino. Una volta ufficializzato il ds si potrà poi passare alla casella allenatore. L’identikit è ormai ben definito: occorre una personalità decisa in grado di non soffrire l’eredità di Braglia e in contemporanea di saper gestire gli eventuali mugugni di una piazza delusa. Di Costanzo, che nel 2004 ereditò la panchina di un Pino Raffaele in grado di vincere la stagione precedente campionato e Coppa Italia in serie D come l’allenatore toscano in Lega Pro nella prima annata in gialloblù, si è detto disponibile al ritorno anche se al momento non si è registrato alcun contatto. Ad insidiarlo è in particolare Domenico Toscano, il tecnico autore del miracolo Ternana. Resta poi la suggestione Gautieri, anche se appare al momento improbabile che l’ex Varese accetti una panchina in terza serie se non avrà la certezza di poter competere per l’immediato ritorno in B. Categoria che la Juve Stabia sarà chiamata ad onorare questa sera a Novara durante il turno infrasettimanale. L’obiettivo è quello di porre fine al record di sette sconfitte consecutive in trasferta. Alle 20.30 sperano di trovare spazio tra i titolari quei giovani che potrebbero di fatto rappresentare il futuro del club. Sognano in particolare Cardore, Guarino ed Elefante. Squalificati Di Nunzio e Liviero. (Gioacchino Di Maio – Il Mattino)

Castellammare di Stabia. La Juve Stabia monitora i playoff di Lega Pro per comprendere quali obiettivi di mercato saranno realmente percorribili durante l’ormai imminente sessione estiva. L’obiettivo numero uno del club gialloblù è quello di sfruttare il tempo a propria disposizione per anticipare le mosse delle tante formazioni di prima fascia attualmente ancora impegnate nella corsa alla promozione e di conseguenza con la testa alla stagione in corso. Il primo tassello da incastrare per poter definire le nuove strategie resta l’individuazione del ds con la corsa ormai ridotta a Nicola Dionisio e Pasquale Sensibile. Il primo è al momento in netto vantaggio in quanto in passato si è dimostrato straordinario nello scoprire quei giovani talenti la cui valorizzazione consentirebbe al club stabile di patrimonializzare contrariamente a quanto avvenuto nel recente passato. L’ex Cavese in Lega Pro è sinonimo di garanzia low cost, con ottimi risultati. Il capolavoro assoluto resta la promozione in B sfiorata proprio con i metelliani senza dimenticare il ruolo di prim’ordine ricoperto nella rinascita dell’Avellino. Una volta ufficializzato il ds si potrà poi passare alla casella allenatore. L’identikit è ormai ben definito: occorre una personalità decisa in grado di non soffrire l’eredità di Braglia e in contemporanea di saper gestire gli eventuali mugugni di una piazza delusa. Di Costanzo, che nel 2004 ereditò la panchina di un Pino Raffaele in grado di vincere la stagione precedente campionato e Coppa Italia in serie D come l’allenatore toscano in Lega Pro nella prima annata in gialloblù, si è detto disponibile al ritorno anche se al momento non si è registrato alcun contatto. Ad insidiarlo è in particolare Domenico Toscano, il tecnico autore del miracolo Ternana. Resta poi la suggestione Gautieri, anche se appare al momento improbabile che l’ex Varese accetti una panchina in terza serie se non avrà la certezza di poter competere per l’immediato ritorno in B. Categoria che la Juve Stabia sarà chiamata ad onorare questa sera a Novara durante il turno infrasettimanale. L’obiettivo è quello di porre fine al record di sette sconfitte consecutive in trasferta. Alle 20.30 sperano di trovare spazio tra i titolari quei giovani che potrebbero di fatto rappresentare il futuro del club. Sognano in particolare Cardore, Guarino ed Elefante. Squalificati Di Nunzio e Liviero. (Gioacchino Di Maio – Il Mattino)