Sorrento: Numeri da primato

0

Settimana che volge al termine in casa Sorrento. C’è sempre il sorriso sui volti dei calciatori costieri. Una settimana di passione in più, ma soft per la truppa di Simonelli.
Tutti a disposizione del professore di Saviano che svolge tante esercitazioni su palle inattive e moduli. Un’opportunità di cambiare pelle alla sua squadra in vista degli spareggi.
Il tecnico ha scritto un nuova, piccola, pagina della storia del Sorrento: da quando è rientrato sulla panchina costiera lo scorso novembre, sostituendo l’esonerato Luca Chiappino, l’allenatore di Saviano ha raccolto trentatre punti in ventuno gare, per una media di 1.57 punti a partita. Un bottino di tutto rispetto che, di fatto, è valso ai costieri il pass per i play – off. Ancora gli spareggi, quindi, sulla strada del Sorrento e di Simonelli che, comunque, arrivano alla semifinale con l’Arzanese dell’ex Ripa, con il morale a mille grazie agli ultimi risultati ottenuti: negli ultimi dieci match della regular season, infatti, i costieri hanno tenuto un passo da prima della classe, raccogliendo ventidue punti, frutto di sette vittorie ed un pareggio, secondi solamente al sorprendente Messina di Grassadonia. Con l’arrivo dei risultati e delle prestazioni è cresciuto anche la consapevolezza dei propri mezzi: la squadra, infatti, disegnata con un dinamico 4-4-2, ha trovato equilibrio e costanza nelle prestazioni, permettendo ad ogni singolo di esprimersi al meglio delle proprie potenzialità, a fronte dell’iniziale 3-5-2, dove il collettivo costiero faticava a proporre un gioco offensivo adeguato. Prolificità testimoniata anche dai numeri: nel girone di ritorno, infatti, il Sorrento è andato a secco solamente in tre occasioni, realizzando, peraltro due tris consecutivi nelle ultime gare di campionato, dove, oltre ai gol di Maiorino, è arrivata anche la segnatura di Innocenti, finalmente sollevato dai problemi muscolari che lo hanno tenuto a lungo fermo. Su di loro, oltre che su Musetti e Improta, Simonelli farà affidamento per scrivere la pagina più importante della storia rossonera. Quella della salvezza.

PENISOLA SORRENTINA SPORTSettimana che volge al termine in casa Sorrento. C’è sempre il sorriso sui volti dei calciatori costieri. Una settimana di passione in più, ma soft per la truppa di Simonelli.
Tutti a disposizione del professore di Saviano che svolge tante esercitazioni su palle inattive e moduli. Un’opportunità di cambiare pelle alla sua squadra in vista degli spareggi.
Il tecnico ha scritto un nuova, piccola, pagina della storia del Sorrento: da quando è rientrato sulla panchina costiera lo scorso novembre, sostituendo l’esonerato Luca Chiappino, l’allenatore di Saviano ha raccolto trentatre punti in ventuno gare, per una media di 1.57 punti a partita. Un bottino di tutto rispetto che, di fatto, è valso ai costieri il pass per i play – off. Ancora gli spareggi, quindi, sulla strada del Sorrento e di Simonelli che, comunque, arrivano alla semifinale con l’Arzanese dell’ex Ripa, con il morale a mille grazie agli ultimi risultati ottenuti: negli ultimi dieci match della regular season, infatti, i costieri hanno tenuto un passo da prima della classe, raccogliendo ventidue punti, frutto di sette vittorie ed un pareggio, secondi solamente al sorprendente Messina di Grassadonia. Con l’arrivo dei risultati e delle prestazioni è cresciuto anche la consapevolezza dei propri mezzi: la squadra, infatti, disegnata con un dinamico 4-4-2, ha trovato equilibrio e costanza nelle prestazioni, permettendo ad ogni singolo di esprimersi al meglio delle proprie potenzialità, a fronte dell’iniziale 3-5-2, dove il collettivo costiero faticava a proporre un gioco offensivo adeguato. Prolificità testimoniata anche dai numeri: nel girone di ritorno, infatti, il Sorrento è andato a secco solamente in tre occasioni, realizzando, peraltro due tris consecutivi nelle ultime gare di campionato, dove, oltre ai gol di Maiorino, è arrivata anche la segnatura di Innocenti, finalmente sollevato dai problemi muscolari che lo hanno tenuto a lungo fermo. Su di loro, oltre che su Musetti e Improta, Simonelli farà affidamento per scrivere la pagina più importante della storia rossonera. Quella della salvezza.

PENISOLA SORRENTINA SPORT