Atrani – UNA ROSA SENZA SPINE – La lista n. 1 ATRANI FUTURA incontra le DONNE.

0

La lista n. 1 Atrani Futura domenica 11 maggio alle ore 18.00 presso la palestra del piazzale europa incontra le Donne di Atrani. L’evento denominato “UNA ROSA SENZA SPINE” incentra la tematica sulle problematiche legate all’essere donna, mamma e, spesso, anche lavoratrice.
“… Una rosa senza spine….o almeno con qualche spina in meno per chi quotidianamente si trova ad affrontare problematiche legate all’essere donna, mamma e, spesso, anche lavoratrice. Cosa può fare una Amministrazione comunale per tagliare qualche spina?…” così inizia il volantino distribuito stamani, insieme ad un omaggio floreale, alle donne in piazza Umberto I dai candidati della lista n. 1 Atrani Futura.
Sempre nel volantino si possono leggere le idee proposte:
Spazi per incentivare l’aggregazione:
uno spazio all’aperto per l’infanzia, un ambiente “familiare” e sicuro dove i bambini si possano ritrovare per giocare e divertirsi, in tutta tranquillità per le mamme; una sala polifunzionale, rivolta anche ai ragazzi più grandi, che consenta l’ampliamento del patrimonio librario, degli strumenti multimediali e delle attrezzature informatiche e che possa essere utilizzata anche per attività quali concerti, spettacoli, esposizioni, proiezioni, ecc. A tal fine pensiamo che si possa intervenire attraverso una riqualificazione del plesso scolastico.
Politiche di sostegno alla disabilità:
vogliamo potenziare alcune iniziative già in essere, come l’assistenza domiciliare; coinvolgere maggiormente, con le Associazioni del Volontariato, le persone diversamente abili e le loro famiglie. Una iniziativa concreta può essere l’informahandicap. Spesso, nelle famiglie che vivono l’esperienza della disabilità, alle situazioni di bisogno si aggiunge anche la sofferenza per la scarsa conoscenza dei servizi presenti sul territorio e la difficoltà di accedere alla normativa del settore. Lo scopo è quello di creare favore di quanti sono obbligati a convivere con l’handicap; maggiore promozione, in collaborazione con le ASL, di un’assistenza domiciliare
integrata; prestazioni socio – assistenziali e sanitarie erogate a domicilio a favore di anziani parzialmente autosufficienti o non autosufficienti, a sostegno dell’impegno del nucleo familiare; rafforzare i servizi sociali municipali, attraverso l’istituzione di un numero telefonico a cui le famiglie potranno rivolgersi per segnalare e trovare soluzione anche alle più semplici esigenze quotidiane (ricette, certificati, spesa ecc.).
Progetto Donna:
sviluppare per la popolazione femminile un “Progetto donna”, da costruire insieme, finalizzato alla possibilità di un libero accesso ad un largo ventaglio di servizi, visite specialistiche, test ed esami diagnostici strutturati secondo protocolli internazionali aggiornati. La finalità di questo Progetto sta non solo nella volontà di migliorare gli attuali standard di tutela assistenziale, ma anche nel convincimento di poter condurre un’opera efficace di prevenzione primaria e secondaria delle patologie tumorali femminili, di salvaguardia delle varie forme di disagio delle donne e delle famiglie, ponendo attenzione alle situazioni di violenza e di abuso, con progetti di prevenzione, intervento, formazione e altre esperienze di socialità.
L’incontro proseguirà nel pomeriggio presso la palestra comunale per ascoltare idee e proposte delle persone che interverranno all’incontro.
VINCENZO P.
Fonte www.atranifutura.it – www.atrani.orgLa lista n. 1 Atrani Futura domenica 11 maggio alle ore 18.00 presso la palestra del piazzale europa incontra le Donne di Atrani. L’evento denominato “UNA ROSA SENZA SPINE” incentra la tematica sulle problematiche legate all’essere donna, mamma e, spesso, anche lavoratrice.
“… Una rosa senza spine….o almeno con qualche spina in meno per chi quotidianamente si trova ad affrontare problematiche legate all’essere donna, mamma e, spesso, anche lavoratrice. Cosa può fare una Amministrazione comunale per tagliare qualche spina?…” così inizia il volantino distribuito stamani, insieme ad un omaggio floreale, alle donne in piazza Umberto I dai candidati della lista n. 1 Atrani Futura.
Sempre nel volantino si possono leggere le idee proposte:
Spazi per incentivare l’aggregazione:
uno spazio all’aperto per l’infanzia, un ambiente “familiare” e sicuro dove i bambini si possano ritrovare per giocare e divertirsi, in tutta tranquillità per le mamme; una sala polifunzionale, rivolta anche ai ragazzi più grandi, che consenta l’ampliamento del patrimonio librario, degli strumenti multimediali e delle attrezzature informatiche e che possa essere utilizzata anche per attività quali concerti, spettacoli, esposizioni, proiezioni, ecc. A tal fine pensiamo che si possa intervenire attraverso una riqualificazione del plesso scolastico.
Politiche di sostegno alla disabilità:
vogliamo potenziare alcune iniziative già in essere, come l’assistenza domiciliare; coinvolgere maggiormente, con le Associazioni del Volontariato, le persone diversamente abili e le loro famiglie. Una iniziativa concreta può essere l’informahandicap. Spesso, nelle famiglie che vivono l’esperienza della disabilità, alle situazioni di bisogno si aggiunge anche la sofferenza per la scarsa conoscenza dei servizi presenti sul territorio e la difficoltà di accedere alla normativa del settore. Lo scopo è quello di creare favore di quanti sono obbligati a convivere con l’handicap; maggiore promozione, in collaborazione con le ASL, di un’assistenza domiciliare
integrata; prestazioni socio – assistenziali e sanitarie erogate a domicilio a favore di anziani parzialmente autosufficienti o non autosufficienti, a sostegno dell’impegno del nucleo familiare; rafforzare i servizi sociali municipali, attraverso l’istituzione di un numero telefonico a cui le famiglie potranno rivolgersi per segnalare e trovare soluzione anche alle più semplici esigenze quotidiane (ricette, certificati, spesa ecc.).
Progetto Donna:
sviluppare per la popolazione femminile un “Progetto donna”, da costruire insieme, finalizzato alla possibilità di un libero accesso ad un largo ventaglio di servizi, visite specialistiche, test ed esami diagnostici strutturati secondo protocolli internazionali aggiornati. La finalità di questo Progetto sta non solo nella volontà di migliorare gli attuali standard di tutela assistenziale, ma anche nel convincimento di poter condurre un’opera efficace di prevenzione primaria e secondaria delle patologie tumorali femminili, di salvaguardia delle varie forme di disagio delle donne e delle famiglie, ponendo attenzione alle situazioni di violenza e di abuso, con progetti di prevenzione, intervento, formazione e altre esperienze di socialità.
L’incontro proseguirà nel pomeriggio presso la palestra comunale per ascoltare idee e proposte delle persone che interverranno all’incontro.
VINCENZO P.
Fonte www.atranifutura.it – www.atrani.org