Campionato Under 15 M Jirafa Caivano-Pallacanestro Costiera Amalfitana64-67(13-13/19-12/9-21/23-21)

0

La PCA vince a Caivano nella partita di andata degli ottavi dei play-off
Partita al cardiopalma a Caivano per i ragazzi del PCA davanti ad un numeroso pubblico appassionato e corretto. La partita di questa sera conferma la tesi che nei play-off si azzera la classifica della stagione regolare, che vedeva questa sera di fronte la PCA come prima assoluta del campionato regionale e la peggiore terza qualificata.
Quintetto base con Dell’Isola, Cantilena, Rispoli, Guadagno e Luca Ferraiuolo. L’inizio del primo periodo della partita faceva capire che i ragazzi di Caivano avrebbero venduto cara la pelle. Jirafa si schierava subita in una zona 2-1-2 molto alta, fastidiosa da attaccare studiata dal coach avversario per imbrigliare specialmente il gioco in penetrazione di Cantilena. Ci riusciva in pieno anche se il primo periodo si chiudeva in parità 13 a 13. Nel secondo periodo Guadagno si caricava già di quattro falli, entravano in campo sia Amendola buonissima partita per lui, anche D’Uva risultava efficace vicino ai tabelloni e Consiglio che giocava circa quattro minuti di grande impatto. Ma Caivano riusciva a chiudere il primo tempo con sette punti di vantaggio. Solo 25 punti realizzati dal PCA, pochi per una squadra che viaggia alla media di ottanta punti a partita. Nello spogliatoio Coach Apicella cercava di tranquillizzare i ragazzi, convincendo Cantilena che fino a quel momento aveva realizzato solo sette punti di giocare nella zona bassa dell’attacco tagliando dietro le linee sotto i tabelloni specialmente quando si trovava sul lato dell’aiuto.
Nel terzo periodo come al solito si aveva la svolta, l’intensità difensiva saliva, la PCA realizzava buoni contropiedi, Dell’Isola e compagni buttavano il cuore oltre all’ostacolo, Mennella prima recuperava un importante pallone e apriva il contropiede, poi recuperava lui stesso una palla per andare veloce in contropiede allo stremo delle forze. Il terzo periodo vedeva un parziale di più 12 a favore del PCA che chiudeva il terzo periodo con cinque punti di vantaggio.
La PCA nel quarto periodo partiva male coach Apicella decideva solo per qualche minuto di schierare una zona 2-3, subito lasciata per passare ad uomo, le difese crollavano per qualità, si giocava sulla forza dei nervi e Cantilena insieme a Luca Ferraiuolo trascinavano con veemenza la squadra, errori, canestri esaltanti, alla fine a pochi secondi dalle fine la PCA conduceva di sei punti , ma fino all’ultimo i ragazzi di Caivano non ci stavano e segnavo da centrocampo un tiro incredibile dimezzando lo scarto e credendo sempre di più di poter dire la propria a Minori sabato prossimo.
Alla fine della partita Coach Apicella distrutto ma felice commentava: “ E’ il gioco più bello al mondo e stasera ne abbiamo avuto la prova, non conta il palcoscenico le emozioni sono le stesse. Questo vorrei far capire sempre ai miei ragazzi, sono momenti che ricorderete per tutta la vita. Ora occorre allenarsi con serietà ed impegno se vogliamo continuare ad andare avanti. Questa sera è stata ridicola la conduzione arbitrale con un metro di giudizio opposto che ci ha sfavorito tantissimo, in tutto al Caivano sono stati fischiati 10 falli contro i nostri 22 falli. Il fallo fischiato su Dell’isola era inesistente, come l’antisportivo fischiato a Rispoli. Comunque noi dobbiamo pensare solo a noi dare come al solito sempre il meglio di noi stessi, siamo solo a metà strada ci attende un’altra finale, il cammino è lunghissimo ma non ci tireremo indietro”
Cantilena 29, Ferraiuolo Luca 12, Dell’Isola 10, Guadagno 6, Amendola 4, D’Uva 2, Rispoli 2, Mennella 2,
Consiglio-, Del Pizzo -, Esposito M -, Galibardi -La PCA vince a Caivano nella partita di andata degli ottavi dei play-off
Partita al cardiopalma a Caivano per i ragazzi del PCA davanti ad un numeroso pubblico appassionato e corretto. La partita di questa sera conferma la tesi che nei play-off si azzera la classifica della stagione regolare, che vedeva questa sera di fronte la PCA come prima assoluta del campionato regionale e la peggiore terza qualificata.
Quintetto base con Dell’Isola, Cantilena, Rispoli, Guadagno e Luca Ferraiuolo. L’inizio del primo periodo della partita faceva capire che i ragazzi di Caivano avrebbero venduto cara la pelle. Jirafa si schierava subita in una zona 2-1-2 molto alta, fastidiosa da attaccare studiata dal coach avversario per imbrigliare specialmente il gioco in penetrazione di Cantilena. Ci riusciva in pieno anche se il primo periodo si chiudeva in parità 13 a 13. Nel secondo periodo Guadagno si caricava già di quattro falli, entravano in campo sia Amendola buonissima partita per lui, anche D’Uva risultava efficace vicino ai tabelloni e Consiglio che giocava circa quattro minuti di grande impatto. Ma Caivano riusciva a chiudere il primo tempo con sette punti di vantaggio. Solo 25 punti realizzati dal PCA, pochi per una squadra che viaggia alla media di ottanta punti a partita. Nello spogliatoio Coach Apicella cercava di tranquillizzare i ragazzi, convincendo Cantilena che fino a quel momento aveva realizzato solo sette punti di giocare nella zona bassa dell’attacco tagliando dietro le linee sotto i tabelloni specialmente quando si trovava sul lato dell’aiuto.
Nel terzo periodo come al solito si aveva la svolta, l’intensità difensiva saliva, la PCA realizzava buoni contropiedi, Dell’Isola e compagni buttavano il cuore oltre all’ostacolo, Mennella prima recuperava un importante pallone e apriva il contropiede, poi recuperava lui stesso una palla per andare veloce in contropiede allo stremo delle forze. Il terzo periodo vedeva un parziale di più 12 a favore del PCA che chiudeva il terzo periodo con cinque punti di vantaggio.
La PCA nel quarto periodo partiva male coach Apicella decideva solo per qualche minuto di schierare una zona 2-3, subito lasciata per passare ad uomo, le difese crollavano per qualità, si giocava sulla forza dei nervi e Cantilena insieme a Luca Ferraiuolo trascinavano con veemenza la squadra, errori, canestri esaltanti, alla fine a pochi secondi dalle fine la PCA conduceva di sei punti , ma fino all’ultimo i ragazzi di Caivano non ci stavano e segnavo da centrocampo un tiro incredibile dimezzando lo scarto e credendo sempre di più di poter dire la propria a Minori sabato prossimo.
Alla fine della partita Coach Apicella distrutto ma felice commentava: “ E’ il gioco più bello al mondo e stasera ne abbiamo avuto la prova, non conta il palcoscenico le emozioni sono le stesse. Questo vorrei far capire sempre ai miei ragazzi, sono momenti che ricorderete per tutta la vita. Ora occorre allenarsi con serietà ed impegno se vogliamo continuare ad andare avanti. Questa sera è stata ridicola la conduzione arbitrale con un metro di giudizio opposto che ci ha sfavorito tantissimo, in tutto al Caivano sono stati fischiati 10 falli contro i nostri 22 falli. Il fallo fischiato su Dell’isola era inesistente, come l’antisportivo fischiato a Rispoli. Comunque noi dobbiamo pensare solo a noi dare come al solito sempre il meglio di noi stessi, siamo solo a metà strada ci attende un’altra finale, il cammino è lunghissimo ma non ci tireremo indietro”
Cantilena 29, Ferraiuolo Luca 12, Dell’Isola 10, Guadagno 6, Amendola 4, D’Uva 2, Rispoli 2, Mennella 2,
Consiglio-, Del Pizzo -, Esposito M -, Galibardi –