FANTACALCIAMO DI POSITANONEWS CON NONMIRESTAKEPIANGERE

0

Fantacalciamo di Positanonews, il giornale della Costiera amalfitana e Penisola sorrentina . Penultima giornata di campionato molto importante per le squadre che lottano per non retrocedere, a mio parere quella veramente decisiva perché il Chievo va a Cagliari contro i sardi ormai salvi mentre il Bologna ha un match interno delicatissimo col Catania, rigenerato dalla vittoria di domenica scorsa contro la Roma, e non vincerlo potrebbe decretare la fine dei sogni salvezza per entrambe le squadre. Chi potrebbe approfittarne è invece il Sassuolo impegnato in un match che, almeno sulla carta, pare molto più abbordabile contro un Genoa che nulla ha più da chiedere a questo campionato. Tra l’altro i neroverdi, dopo la brillante vittoria esterna di martedì contro la viola, sono dati in grandissima forma. Per il resto, parte alta della classifica che interessa solo le squadre che lottano per un posto in Europa League. L’Inter, impegnata in casa contro la Lazio, non può concedersi ulteriori pause anche perché il Torino se la vedrà in casa contro un Parma ancora speranzoso di inserirsi nella corsa europea mentre il Milan, aggrappato strenuamente al sogno qualificazione, affronterà l’Atalanta in un match, da sempre, delicatissimo, non solo sul campo. Ma vediamo con attenzione tutte le gare per aiutarvi a scegliere i migliori da schierare in questa trentasettesima giornata. H. VERONA-UDINESE Anticipo di sabato pomeriggio che potrebbe regalare molte emozioni. I veronesi, nutrono ancora qualche piccola speranza di agganciare il treno Europa League – molto difficile a dire il vero – ma saranno privi del loro astro Iturbe, squalificato. Tutto allora sulle spalle di bomber Toni che vorrà far bene anche per continuare a cavalcare il sogno – anche questo in realtà difficilissimo – chiamato Nazionale. Ai suoi lati agiranno sicuramente Marquinho e uno tra Gomez e Jankovic. Per il resto in difesa squalificato Albertazzi, sostituito da Agostini. Friulani che dovranno ancora far a meno di Muriel, Basta e probabilmente Hertaux. Zielinski e Bruno Fernandes sono stati aggregati alla Primavera per la gara di Play-Off contro il Palermo. Rientrati gli allarmi Gabriel Silva e Pereyra che non si erano allenati in settimana, entrambi regolarmente in campo, quest’ultimo, assieme a Nico Lopez alle spalle dell’insostituibile Di Natale. INTER-LAZIO Partita come preannunciato delicatissima. Contro una Lazio non particolarmente brillante nelle ultime uscite e falcidiata tra infortuni e squalifiche, i neroazzurri perdono Cambiasso, appiedato dal giudice sportivo, sostituito da uno tra Guarin e Kuzmanovic. Il prudente Mazzarri potrebbe preferire il serbo. Reja recupera dal primo minuto bomber Klose, rinsaldato dalla convocazione di Low, ma perde per squalifica uno dei suoi giocatori più in forma: Lulic, oltre gli infortunati Konko e Radu. Probabile l’abbassamento di Mauri al posto del serbo. Senza nemmeno Cavanda, out per scelta disciplinare dopo il ritardo all’allenamento di mercoledì, il tecnico goriziano passerà alla difesa a tre con Gonzalez e Pereirinha esterni di centrocampo. e tridente formato da Candreva e Keita al fianco del panzer tedesco. ATALANTA-MILAN Sfida delicata più sugli spalti che sul campo con due tifoserie che di certo non si amano visti anche gli episodi degli ultimi anni. Bergamaschi in grave emergenza in difesa. Colantuono deve fare a meno di Lucchini, Yepes e, quasi certamente, di Stendardo. Al fianco di Benalouane, Migliaccio in leggero vantaggio su Bellini e Scaloni con Nica e Brivio che dovrebbero agire come esterni. Moralez dietro l’unica punta il Tanque Denis. Qualche dubbio in difesa per Clarence Seedorf che solo nell’allenamento odierno saprà se Abate e Constant saranno a disposizione per la trasferta di Bergamo. Al momento la soluzione più probabile è quella di schierare De Sciglio a destra ed Emanuelson sulla fascia opposta. El Shaarawy in panchina. Poli ancora una volta favorito su Honda nei tre dietro Mario Balotelli. BOLOGNA-CATANIA Probabilmente la partita più delicata del penultimo turno. Rossoblù, che dopo la vittoria di martedì scorso del Sassuolo sono sprofondati al terzultimo posto, rischiano seriamente la retrocessione. Servirà inevitabilmente una vittoria contro un rinvigorito Catania. Ballardini perde per squalifica Cherubin, rimpiazzato da Mantovani e col solito dubbio in avanti: chi tra Acquafresca, Cristaldo e Bianchi? Situazione completamente ribaltata per i siciliani, fino a pochi giorni fa dati completamente per spacciati. Con due vittorie potrebbe arrivare un’inaspettata salvezza che, in considerazione dei punti fatti finora, avrebbe del clamoroso. Mister Pellegrino, dopo aver rivitalizzato i suoi, dovrebbe riaffidarsi allo stesso identico undici che ha umiliato la Roma. Possibile convocazione per Bellusci ed Almiron. CAGLIARI-CHIEVO Partita importantissima per i clivensi pericolosamente invischiati nella lotta per non retrocedere a differenza dei sardi che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato. Out capitan Conti e il portierino Silvestri per squalifica, si potrebbe rivedere Cossu. In avanti Ibraimi e Ibarbo saranno gli esterni del tridente con Sau centravanti. Non è escluso che Pulga possa procedere ad un massiccio turn-over “motivativo” anche in vista di esami futuri. Corini invece recupera due pedine importanti per domenica: sono tornati ad allenarsi in gruppo Nicolas Frey e Victor Obinna mentre prosegue nel proprio percorso di recupero Michele Canini. Speranze salvezza aggrappate al duo d’attacco Thereau-Paloschi. LIVORNO-FIORENTINA Partita povera di contenuti quella che andrà in scena domenica pomeriggio al Picchi di Livorno. Amaranto e viola che sebbene la classifica non consente ancora di confermare i posti finora – quarto posto per i viola, retrocessione matematica per gli amaranto – difficilmente le due squadre daranno vita ad una partita all’ultimo sangue. Ecco che potrebbe andare in scena una gara ricca di gol e aperta ad ogni risultato con un Giuseppe Rossi in più, visti i mondiali alle porte. Nicola privo del suo uomo di punta, il bomber Paulinho, non potrà contare nemmeno su Greco, squalificato, in dubbio Emeghara, dal primo minuto ci sarà Belfodil. Viola che, come detto, potranno contare sul rientro dal primo minuto del bomber italo-americano. Per il resto nessuna grande variazione nell’undici solito con il dubbio legato a Neto, infortunatosi prima della sfida di martedì scorso contro il Sassuolo. SAMPDORIA-NAPOLI Come sopra, anche questa gara vedrà affrontarsi due squadre che oramai non hanno più nulla da chiedere al loro campionato. Mihajlovic, oltre al rientro di Mustafi, dovrebbe recuperare sia Sansone che Gabbiadini, mentre non potrà contare sullo squalificato Okaka rimpiazzato da Maxi Lopez. Al Marassi, come nella sfida interna contro il Cagliari, Benitez dovrebbe dar vita ad un ampio turn over lasciando rifiatare, ancora una volta, i vari Higuain, Albiol e Hamsik, con i possibili inserimenti dei vari Zapata, Pandev e Mesto. Solito dubbio Mertens-Insigne. Squalificato Dzemaili. SASSUOLO-GENOA Insieme a Bologna-Catania, la partita più importante del trentasettesimo turno per quanto riguarda la corsa salvezza. Sulla carta gli uomini di Di Francesco, dopo l’exploit di Firenze, hanno il match ball salvezza: vincere significherebbe assicurarsi la quasi certezza di permanenza. Senza Gazzola e Longhi squalificati, Di Francesco dovrebbe recuperare Missiroli mentre capitan Magnanelli riprenderà il posto al centro del campo. Difficile però ipotizzare l’esclusione di Chibsah, in gran forma. Intoccabile il trio davanti: Sansone-Zaza-Berardi. Dopo il pareggio casalingo con il Bologna, Gasperini cercherà di evitare brutte figure. Ancora out Sturaro, non al meglio nemmeno Sculli che potrebbe accomodarsi in panchina a favore di Konate. Solito ballottaggio in difesa tra Antonini e De Maio. TORINO-PARMA Partita decisiva per la corsa all’Europa League. Recuperato Cerci, Ventura potrà contare sul solito undici che ha finora strabiliato tutti. Sugli scudi Immobile che, prima di sbarcare, come sembra, in Germania, vorrà salutare con un gol i propri tifosi. Col solo dubbio Amauri, comunque convocato, ma molto probabilmente rimpiazzato da Schelotto, Donadoni sbarca a Torino aggrappandosi all’estro del solito Cassano e alla velocità di Biabiany. Chi vince è con un piede e mezzo in Europa League. ROMA-JUVENTUS Posticipo tra le due big di questo campionato. Garcia recupera Castan e Benatia in difesa ma rischia di perdere per infortunio Dodò sostituito da Torosidis. Squalificato Romagnoli, rientra dopo la squalifica Destro probabile titolare domenica sera. Mister Conte, non pago della vittoria dello scudetto, dovrebbe schierare la miglior formazione possibile con l’unico ballottaggio Llorente-Giovinco, con lo spagnolo nettamente favorito. NonMiRestaKePiangere

Fantacalciamo di Positanonews, il giornale della Costiera amalfitana e Penisola sorrentina . Penultima giornata di campionato molto importante per le squadre che lottano per non retrocedere, a mio parere quella veramente decisiva perché il Chievo va a Cagliari contro i sardi ormai salvi mentre il Bologna ha un match interno delicatissimo col Catania, rigenerato dalla vittoria di domenica scorsa contro la Roma, e non vincerlo potrebbe decretare la fine dei sogni salvezza per entrambe le squadre. Chi potrebbe approfittarne è invece il Sassuolo impegnato in un match che, almeno sulla carta, pare molto più abbordabile contro un Genoa che nulla ha più da chiedere a questo campionato. Tra l’altro i neroverdi, dopo la brillante vittoria esterna di martedì contro la viola, sono dati in grandissima forma. Per il resto, parte alta della classifica che interessa solo le squadre che lottano per un posto in Europa League. L’Inter, impegnata in casa contro la Lazio, non può concedersi ulteriori pause anche perché il Torino se la vedrà in casa contro un Parma ancora speranzoso di inserirsi nella corsa europea mentre il Milan, aggrappato strenuamente al sogno qualificazione, affronterà l’Atalanta in un match, da sempre, delicatissimo, non solo sul campo. Ma vediamo con attenzione tutte le gare per aiutarvi a scegliere i migliori da schierare in questa trentasettesima giornata. H. VERONA-UDINESE Anticipo di sabato pomeriggio che potrebbe regalare molte emozioni. I veronesi, nutrono ancora qualche piccola speranza di agganciare il treno Europa League – molto difficile a dire il vero – ma saranno privi del loro astro Iturbe, squalificato. Tutto allora sulle spalle di bomber Toni che vorrà far bene anche per continuare a cavalcare il sogno – anche questo in realtà difficilissimo – chiamato Nazionale. Ai suoi lati agiranno sicuramente Marquinho e uno tra Gomez e Jankovic. Per il resto in difesa squalificato Albertazzi, sostituito da Agostini. Friulani che dovranno ancora far a meno di Muriel, Basta e probabilmente Hertaux. Zielinski e Bruno Fernandes sono stati aggregati alla Primavera per la gara di Play-Off contro il Palermo. Rientrati gli allarmi Gabriel Silva e Pereyra che non si erano allenati in settimana, entrambi regolarmente in campo, quest’ultimo, assieme a Nico Lopez alle spalle dell’insostituibile Di Natale. INTER-LAZIO Partita come preannunciato delicatissima. Contro una Lazio non particolarmente brillante nelle ultime uscite e falcidiata tra infortuni e squalifiche, i neroazzurri perdono Cambiasso, appiedato dal giudice sportivo, sostituito da uno tra Guarin e Kuzmanovic. Il prudente Mazzarri potrebbe preferire il serbo. Reja recupera dal primo minuto bomber Klose, rinsaldato dalla convocazione di Low, ma perde per squalifica uno dei suoi giocatori più in forma: Lulic, oltre gli infortunati Konko e Radu. Probabile l’abbassamento di Mauri al posto del serbo. Senza nemmeno Cavanda, out per scelta disciplinare dopo il ritardo all'allenamento di mercoledì, il tecnico goriziano passerà alla difesa a tre con Gonzalez e Pereirinha esterni di centrocampo. e tridente formato da Candreva e Keita al fianco del panzer tedesco. ATALANTA-MILAN Sfida delicata più sugli spalti che sul campo con due tifoserie che di certo non si amano visti anche gli episodi degli ultimi anni. Bergamaschi in grave emergenza in difesa. Colantuono deve fare a meno di Lucchini, Yepes e, quasi certamente, di Stendardo. Al fianco di Benalouane, Migliaccio in leggero vantaggio su Bellini e Scaloni con Nica e Brivio che dovrebbero agire come esterni. Moralez dietro l’unica punta il Tanque Denis. Qualche dubbio in difesa per Clarence Seedorf che solo nell'allenamento odierno saprà se Abate e Constant saranno a disposizione per la trasferta di Bergamo. Al momento la soluzione più probabile è quella di schierare De Sciglio a destra ed Emanuelson sulla fascia opposta. El Shaarawy in panchina. Poli ancora una volta favorito su Honda nei tre dietro Mario Balotelli. BOLOGNA-CATANIA Probabilmente la partita più delicata del penultimo turno. Rossoblù, che dopo la vittoria di martedì scorso del Sassuolo sono sprofondati al terzultimo posto, rischiano seriamente la retrocessione. Servirà inevitabilmente una vittoria contro un rinvigorito Catania. Ballardini perde per squalifica Cherubin, rimpiazzato da Mantovani e col solito dubbio in avanti: chi tra Acquafresca, Cristaldo e Bianchi? Situazione completamente ribaltata per i siciliani, fino a pochi giorni fa dati completamente per spacciati. Con due vittorie potrebbe arrivare un’inaspettata salvezza che, in considerazione dei punti fatti finora, avrebbe del clamoroso. Mister Pellegrino, dopo aver rivitalizzato i suoi, dovrebbe riaffidarsi allo stesso identico undici che ha umiliato la Roma. Possibile convocazione per Bellusci ed Almiron. CAGLIARI-CHIEVO Partita importantissima per i clivensi pericolosamente invischiati nella lotta per non retrocedere a differenza dei sardi che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato. Out capitan Conti e il portierino Silvestri per squalifica, si potrebbe rivedere Cossu. In avanti Ibraimi e Ibarbo saranno gli esterni del tridente con Sau centravanti. Non è escluso che Pulga possa procedere ad un massiccio turn-over “motivativo” anche in vista di esami futuri. Corini invece recupera due pedine importanti per domenica: sono tornati ad allenarsi in gruppo Nicolas Frey e Victor Obinna mentre prosegue nel proprio percorso di recupero Michele Canini. Speranze salvezza aggrappate al duo d’attacco Thereau-Paloschi. LIVORNO-FIORENTINA Partita povera di contenuti quella che andrà in scena domenica pomeriggio al Picchi di Livorno. Amaranto e viola che sebbene la classifica non consente ancora di confermare i posti finora – quarto posto per i viola, retrocessione matematica per gli amaranto – difficilmente le due squadre daranno vita ad una partita all’ultimo sangue. Ecco che potrebbe andare in scena una gara ricca di gol e aperta ad ogni risultato con un Giuseppe Rossi in più, visti i mondiali alle porte. Nicola privo del suo uomo di punta, il bomber Paulinho, non potrà contare nemmeno su Greco, squalificato, in dubbio Emeghara, dal primo minuto ci sarà Belfodil. Viola che, come detto, potranno contare sul rientro dal primo minuto del bomber italo-americano. Per il resto nessuna grande variazione nell’undici solito con il dubbio legato a Neto, infortunatosi prima della sfida di martedì scorso contro il Sassuolo. SAMPDORIA-NAPOLI Come sopra, anche questa gara vedrà affrontarsi due squadre che oramai non hanno più nulla da chiedere al loro campionato. Mihajlovic, oltre al rientro di Mustafi, dovrebbe recuperare sia Sansone che Gabbiadini, mentre non potrà contare sullo squalificato Okaka rimpiazzato da Maxi Lopez. Al Marassi, come nella sfida interna contro il Cagliari, Benitez dovrebbe dar vita ad un ampio turn over lasciando rifiatare, ancora una volta, i vari Higuain, Albiol e Hamsik, con i possibili inserimenti dei vari Zapata, Pandev e Mesto. Solito dubbio Mertens-Insigne. Squalificato Dzemaili. SASSUOLO-GENOA Insieme a Bologna-Catania, la partita più importante del trentasettesimo turno per quanto riguarda la corsa salvezza. Sulla carta gli uomini di Di Francesco, dopo l’exploit di Firenze, hanno il match ball salvezza: vincere significherebbe assicurarsi la quasi certezza di permanenza. Senza Gazzola e Longhi squalificati, Di Francesco dovrebbe recuperare Missiroli mentre capitan Magnanelli riprenderà il posto al centro del campo. Difficile però ipotizzare l’esclusione di Chibsah, in gran forma. Intoccabile il trio davanti: Sansone-Zaza-Berardi. Dopo il pareggio casalingo con il Bologna, Gasperini cercherà di evitare brutte figure. Ancora out Sturaro, non al meglio nemmeno Sculli che potrebbe accomodarsi in panchina a favore di Konate. Solito ballottaggio in difesa tra Antonini e De Maio. TORINO-PARMA Partita decisiva per la corsa all’Europa League. Recuperato Cerci, Ventura potrà contare sul solito undici che ha finora strabiliato tutti. Sugli scudi Immobile che, prima di sbarcare, come sembra, in Germania, vorrà salutare con un gol i propri tifosi. Col solo dubbio Amauri, comunque convocato, ma molto probabilmente rimpiazzato da Schelotto, Donadoni sbarca a Torino aggrappandosi all’estro del solito Cassano e alla velocità di Biabiany. Chi vince è con un piede e mezzo in Europa League. ROMA-JUVENTUS Posticipo tra le due big di questo campionato. Garcia recupera Castan e Benatia in difesa ma rischia di perdere per infortunio Dodò sostituito da Torosidis. Squalificato Romagnoli, rientra dopo la squalifica Destro probabile titolare domenica sera. Mister Conte, non pago della vittoria dello scudetto, dovrebbe schierare la miglior formazione possibile con l’unico ballottaggio Llorente-Giovinco, con lo spagnolo nettamente favorito. NonMiRestaKePiangere