Positano. Munnezza tour, arriva la mappatura

0

Continuano i “munnezza tour” dei cittadini volontari per la pulizia e la salvaguardia della Costiera. Il comitato, che diventerà associazione “Macchia Mediterranea”, ha già svolto la propria opera in Costiera amalfitana, a Positano, Praiano e verso Piano di Sorrento sulla Statale Amalfitana 163. Situazioni gravi sono i rivi e dietro il Campo di Montepertuso, dove è stata trovata una vera e propria discarica, che dovrebbe preoccupare più delle misteriose voci di chissà quali rifiuti radioattivi nel campo, i rifiuti sono lì davanti agli occhi di tutti. Poi il Vallone Porto, il rivo di Fornillo, insomma un vero e proprio bollettino di guerra che ha portato ad una mappatura di Daniele Esposito. Prossimo appuntamento  VENERDI 9 MAGGIO ore 15.00, giro di pulizia a FIUME DELLA NOCE al BIVIO di MONTEPERTUSO, si pulirà la zona sottostante la strada con l’intenzione di valorizzare il sito e riportare alla ”luce” l’edicola della Madonna sepolta tra l’erba alta della strada del Boscariello di cui abbiamo parlato qualche giorno fa.

Continuano i "munnezza tour" dei cittadini volontari per la pulizia e la salvaguardia della Costiera. Il comitato, che diventerà associazione "Macchia Mediterranea", ha già svolto la propria opera in Costiera amalfitana, a Positano, Praiano e verso Piano di Sorrento sulla Statale Amalfitana 163. Situazioni gravi sono i rivi e dietro il Campo di Montepertuso, dove è stata trovata una vera e propria discarica, che dovrebbe preoccupare più delle misteriose voci di chissà quali rifiuti radioattivi nel campo, i rifiuti sono lì davanti agli occhi di tutti. Poi il Vallone Porto, il rivo di Fornillo, insomma un vero e proprio bollettino di guerra che ha portato ad una mappatura di Daniele Esposito. Prossimo appuntamento  VENERDI 9 MAGGIO ore 15.00, giro di pulizia a FIUME DELLA NOCE al BIVIO di MONTEPERTUSO, si pulirà la zona sottostante la strada con l'intenzione di valorizzare il sito e riportare alla ''luce'' l'edicola della Madonna sepolta tra l'erba alta della strada del Boscariello di cui abbiamo parlato qualche giorno fa.