VICO EQUENSE MUNNEZZA TOUR DEL CAI SULLE STRADE DEL FAITO – VIDEO

0

Passeggiare tra i sentieri del Monte Faito è quanto di più salutare ed esaltante ci possa essere soprattutto per gli amanti delle lunghe passeggiate e dell’aria pura , purtroppo non si trovano solo alberi ma anche vere e proprie discariche che giacciono lì come monumenti storici per ricordare costantemente l’incuria e la noncuranza delle istituzioni, come riporta On Air Comunicazione Tra quelli che sono i sentieri segnati dal CAI ,Club Alpino Italiano, meta dello stesso club e di tanti che usufruiscono della loro opera per scoprire il fascino del paesaggio naturalistico , si scoprono anche realtà ben diverse dal benessere ambientale . A iniziare da cumuli di immondizia chiamiamola ” ordinaria” a finire a depositi di mobilia e vecchi elettrodomestici , passando finanche per un cimitero di pneumatici . Tutto questo in un tragitto che va dalla strada che dal Castello porta a Quisisana continuando a salire per il sentiero ” Acqua dei porci ” che porta sul belvedere del Faito a finire ai tanti percorsi da trekking . Oltre alla chiusura della Funivia , anche la chiusura all’ambiente, la nefandezza di lasciar andare tutto senza più controllo , senza più autorità. Amarezza per la situazione attuale anche da parte dello stesso CAI , amarezza espressa dal presidente Liborio Liguori ” Con impegno costante cerchiamo di rendere visibile e valorizzare tutto il patrimonio paesaggistico – naturale, purtroppo più di questo non possiamo fare, intanto è in corso un accordo con una importante multinazionale per riportare i sentieri CAI del Faito e dei Monti Lattari su supporto GPS. Ciò sicuramente costituirà un importante volano di sviluppo per il comprensorio ” .Impegno e dedizione alla natura che costantemente vengono vanificati e abbrutiti da immancabili accumuli di rifiuti selvaggi che offendono madre terra per il dono che ha fatto agli uomini. E’ il caso di dirlo : Castellammare benedetta dal divino stramaledetta dalle istituzioni .Ancora disagi vengono segnalati alla redazione di Positanonews, giornale della penisola sorrentina e costiera amalfitana, a Ticciano verso Moiano si segnala la strada dissestata,  mentre  dai colli di Piano di Sorrento ci sono interruzioni per frane mai risolte, la stradina che portava direttamente da Positano verso Casa Nocillo è ancora interrotta da mesi, mentre la stessa arteria di Casa Nocillo – Arola, collegamento attraversato da migliaia di persone, è ufficialmente chiuso….. Si salva solo  Santa Maria del Castello invece è stato messo l’asfalto e la strada assume un’aspetto migliore 

Passeggiare tra i sentieri del Monte Faito è quanto di più salutare ed esaltante ci possa essere soprattutto per gli amanti delle lunghe passeggiate e dell'aria pura , purtroppo non si trovano solo alberi ma anche vere e proprie discariche che giacciono lì come monumenti storici per ricordare costantemente l'incuria e la noncuranza delle istituzioni, come riporta On Air Comunicazione Tra quelli che sono i sentieri segnati dal CAI ,Club Alpino Italiano, meta dello stesso club e di tanti che usufruiscono della loro opera per scoprire il fascino del paesaggio naturalistico , si scoprono anche realtà ben diverse dal benessere ambientale . A iniziare da cumuli di immondizia chiamiamola " ordinaria" a finire a depositi di mobilia e vecchi elettrodomestici , passando finanche per un cimitero di pneumatici . Tutto questo in un tragitto che va dalla strada che dal Castello porta a Quisisana continuando a salire per il sentiero " Acqua dei porci " che porta sul belvedere del Faito a finire ai tanti percorsi da trekking . Oltre alla chiusura della Funivia , anche la chiusura all'ambiente, la nefandezza di lasciar andare tutto senza più controllo , senza più autorità. Amarezza per la situazione attuale anche da parte dello stesso CAI , amarezza espressa dal presidente Liborio Liguori " Con impegno costante cerchiamo di rendere visibile e valorizzare tutto il patrimonio paesaggistico – naturale, purtroppo più di questo non possiamo fare, intanto è in corso un accordo con una importante multinazionale per riportare i sentieri CAI del Faito e dei Monti Lattari su supporto GPS. Ciò sicuramente costituirà un importante volano di sviluppo per il comprensorio " .Impegno e dedizione alla natura che costantemente vengono vanificati e abbrutiti da immancabili accumuli di rifiuti selvaggi che offendono madre terra per il dono che ha fatto agli uomini. E' il caso di dirlo : Castellammare benedetta dal divino stramaledetta dalle istituzioni .Ancora disagi vengono segnalati alla redazione di Positanonews, giornale della penisola sorrentina e costiera amalfitana, a Ticciano verso Moiano si segnala la strada dissestata,  mentre  dai colli di Piano di Sorrento ci sono interruzioni per frane mai risolte, la stradina che portava direttamente da Positano verso Casa Nocillo è ancora interrotta da mesi, mentre la stessa arteria di Casa Nocillo – Arola, collegamento attraversato da migliaia di persone, è ufficialmente chiuso….. Si salva solo  Santa Maria del Castello invece è stato messo l'asfalto e la strada assume un'aspetto migliore