CIOFFI PRESENTA LA SUA LISTA A MINORI: “CON NOI FINISCE LA VECCHIA POLITICA, ALDILA’ DEL RISULTATO ELETTORALE”

0

Minori. Dopo quella del sindaco uscente presentata anche la seconda lista che parteciperà alle elezioni del 25 Maggio. Antonio Cioffi, 28enne, candida la sua compagine “Fratellanza Minorese”, che si presenta coraggiosamente come lista di rottura che aspira a occupare il suo posto in consiglio comunale e ritagliarsi uno spazio determinante nel futuro della politica amministrativa locale.Composta per lo più da giovani sotto i trent’anni questa figura rappresenta una forte novità nel panorama costiero. “Con noi giunge la fine della vecchia politica minorese, aldilà di qualsiasi risultato elettorale che conseguiremo. ” – recita la nota di Cioffi – “Abbiamo scelto ,definitivamente ,di non accettare nessun compromesso e nessuna alleanza, dopo aver trovato un fronte già spaccato da personalismi e consumati giochetti,ma oltretutto consapevoli di una nostra specificità: non abbiamo interessi da tutelare e nessuna vana promessa da fare. Abbiamo solo buona volontà, dimostrata nel sociale in un impegno quotidiano che dura da sempre; siamo onesti lavoratori a cui, anche se non converrebbe, si espongono verso l’impegno civico.
Una scelta di coerenza rispetto al lavoro iniziato 5 anni fa, ripreso oggi con maturità e lucidità differente.
Non esprimiamo certo , oggi come allora, solo un dato anagrafico ma un disegno preciso di rottura con tutto quello che ci ha preceduto. Con l’umiltà di chi non ha ambizioni sappiamo anche che noi soli siamo l’autentica novità.
Non speriamo di vincere le elezioni: vogliamo per lo meno riuscire ad entrare nel consiglio comunale per poi controllare tutto e tutti, come tocca fare ad una seria opposizione che agisce solo per i cittadini . Una garanzia contro ogni forma di oligarchia retta da un sindaco come se fosse un Reale assolutista. Una garanzia contro chi vorrà tutelare solo i propri interessi personali o quelli di piccoli clan. Sarà per noi trampolino di lancio per essere protagonisti del nostro futuro e di quello di tanti giovani. Sarà per noi una palestra importantissima, sia di politica ma soprattutto di vita. Sarà per noi la base per ripresentarci alla prossima ancora più forti!
Nonostante le voci messe in giro (in malafede) per discreditarci da chi ha sempre provato a darci etichette di appartenenza perché consapevole della nostra forza, secondo cui per altro saremmo la “civetta” degli stessi che hanno esercitato pressioni per far cambiare idea ai giovani che abbiamo coinvolto (tra lusinghe promesse e velati ricatti), siamo stati determinati nel presentare le nostre candidature.
Questa sfida ha il valore di una testimonianza: il problema di Minori è solo la mentalità diffusa dei minoresi.
Ora o mai più sentiamo forte la responsabilità di rappresentare un alternativa a questo problema.
Ci appelliamo alle coscienze dei cittadini , ma per prima alle nostre: se non riusciamo a ritrovare la nostra coscienza come pretenderemo di cambiare tutto il resto?
Non abbiamo nemici e siamo sereni. La scelta di esporsi e schierarsi è stata fatta col cuore. Ora siamo pronti a metterci in gioco con un’unica certezza …reale….la gente come noi non si compre e non si arrende. Siamo il futuro”Minori. Dopo quella del sindaco uscente presentata anche la seconda lista che parteciperà alle elezioni del 25 Maggio. Antonio Cioffi, 28enne, candida la sua compagine “Fratellanza Minorese”, che si presenta coraggiosamente come lista di rottura che aspira a occupare il suo posto in consiglio comunale e ritagliarsi uno spazio determinante nel futuro della politica amministrativa locale.Composta per lo più da giovani sotto i trent’anni questa figura rappresenta una forte novità nel panorama costiero. “Con noi giunge la fine della vecchia politica minorese, aldilà di qualsiasi risultato elettorale che conseguiremo. ” – recita la nota di Cioffi – “Abbiamo scelto ,definitivamente ,di non accettare nessun compromesso e nessuna alleanza, dopo aver trovato un fronte già spaccato da personalismi e consumati giochetti,ma oltretutto consapevoli di una nostra specificità: non abbiamo interessi da tutelare e nessuna vana promessa da fare. Abbiamo solo buona volontà, dimostrata nel sociale in un impegno quotidiano che dura da sempre; siamo onesti lavoratori a cui, anche se non converrebbe, si espongono verso l’impegno civico.
Una scelta di coerenza rispetto al lavoro iniziato 5 anni fa, ripreso oggi con maturità e lucidità differente.
Non esprimiamo certo , oggi come allora, solo un dato anagrafico ma un disegno preciso di rottura con tutto quello che ci ha preceduto. Con l’umiltà di chi non ha ambizioni sappiamo anche che noi soli siamo l’autentica novità.
Non speriamo di vincere le elezioni: vogliamo per lo meno riuscire ad entrare nel consiglio comunale per poi controllare tutto e tutti, come tocca fare ad una seria opposizione che agisce solo per i cittadini . Una garanzia contro ogni forma di oligarchia retta da un sindaco come se fosse un Reale assolutista. Una garanzia contro chi vorrà tutelare solo i propri interessi personali o quelli di piccoli clan. Sarà per noi trampolino di lancio per essere protagonisti del nostro futuro e di quello di tanti giovani. Sarà per noi una palestra importantissima, sia di politica ma soprattutto di vita. Sarà per noi la base per ripresentarci alla prossima ancora più forti!
Nonostante le voci messe in giro (in malafede) per discreditarci da chi ha sempre provato a darci etichette di appartenenza perché consapevole della nostra forza, secondo cui per altro saremmo la “civetta” degli stessi che hanno esercitato pressioni per far cambiare idea ai giovani che abbiamo coinvolto (tra lusinghe promesse e velati ricatti), siamo stati determinati nel presentare le nostre candidature.
Questa sfida ha il valore di una testimonianza: il problema di Minori è solo la mentalità diffusa dei minoresi.
Ora o mai più sentiamo forte la responsabilità di rappresentare un alternativa a questo problema.
Ci appelliamo alle coscienze dei cittadini , ma per prima alle nostre: se non riusciamo a ritrovare la nostra coscienza come pretenderemo di cambiare tutto il resto?
Non abbiamo nemici e siamo sereni. La scelta di esporsi e schierarsi è stata fatta col cuore. Ora siamo pronti a metterci in gioco con un’unica certezza …reale….la gente come noi non si compre e non si arrende. Siamo il futuro”