Donna morta dopo aver partorito due gemelli, il giallo dell’ecografia

0

Si attende l’esame autoptico sul corpo di Dora Russo, la donna morta dopo aver dato alla luce due gemelli. Ma è giallo sull’ecografia effettuata in una clinica privata di Napoli. La 48enne di Sarno era arrivata già in arresto cardiorespiratorio al pronto soccorso dell’ospedale di Sarno, dove i medici le avevano praticato un taglio cesareo per riuscire a salvare la vita ai gemelli che portava in grembo. La Procura della Repubblica di Nocera Inferiore ha aperto un fascicolo di inchiesta, sul caso indagano il pm Roberto Lenza e gli uomini del commissariato di polizia retto dal vicequestore aggiunto Giuseppina Sessa. C’è il giallo dell’esame ecografico che segna una gravidanza gemellare ed eterozigota di un maschio ed una femmina. La fecondazione quindi di due diverse cellule uovo e di sessi diversi. I coniugi, Dora ed Angelo Ruggiero avevano anche scelto i nomi: Miriam ed Emmanuel. Ed avevano preparato il corredino di due colori diversi. Eppure, ieri mattina, Dora ha dato alla luce due maschi. Al posto di Miriam è nato Francesco. Fatto che per i familiari è passato in secondo piano davanti alla tragedia della morte della donna, ma che per gli inquirenti è uno dei punti nodali per verificare ed accertare eventuali superficialità e negligenze nei controlli e negli esami della gestante.

Il mattino

Si attende l’esame autoptico sul corpo di Dora Russo, la donna morta dopo aver dato alla luce due gemelli. Ma è giallo sull’ecografia effettuata in una clinica privata di Napoli. La 48enne di Sarno era arrivata già in arresto cardiorespiratorio al pronto soccorso dell'ospedale di Sarno, dove i medici le avevano praticato un taglio cesareo per riuscire a salvare la vita ai gemelli che portava in grembo. La Procura della Repubblica di Nocera Inferiore ha aperto un fascicolo di inchiesta, sul caso indagano il pm Roberto Lenza e gli uomini del commissariato di polizia retto dal vicequestore aggiunto Giuseppina Sessa. C’è il giallo dell’esame ecografico che segna una gravidanza gemellare ed eterozigota di un maschio ed una femmina. La fecondazione quindi di due diverse cellule uovo e di sessi diversi. I coniugi, Dora ed Angelo Ruggiero avevano anche scelto i nomi: Miriam ed Emmanuel. Ed avevano preparato il corredino di due colori diversi. Eppure, ieri mattina, Dora ha dato alla luce due maschi. Al posto di Miriam è nato Francesco. Fatto che per i familiari è passato in secondo piano davanti alla tragedia della morte della donna, ma che per gli inquirenti è uno dei punti nodali per verificare ed accertare eventuali superficialità e negligenze nei controlli e negli esami della gestante.

Il mattino