Movimenti di sacerdoti nell’Arcidiocesi di Amalfi ECCO I NOMI

0

Si prospettano, stando alle notizie di corridoio, sostanziose novità nella conduzione delle Parrocchie della Chiesa amalfitana, retta dall’arcivescovo Soricelli arcidiocesi di Amalfi – Cava de Tirreni .  A settembre, mese dei cambi di “gestione”, si assisterà con ogni probabilità alla presa di posesso della chiesa di Atrani da parte di don Gennaro Giordano, maiorese che ha fatto esperienza nelle parrocchie periferiche di Maiori e come coadiutore di don Pasquale Gentile, originario di Agerola ,  a Minori. Questo sacerdote, a Minori da molti anni proveniente dalla parrocchia di Gete di Tramonti, è quasi certamente destinato ad incarico diverso da quello di parroco: lo aiuterebbe nel nuovo compito il suo soddisfacente bagaglio culturale che gli viene, tra l’altro, anche dall’aver studiato dai Gesuiti.A sostituirlo, molto probabilmente, don Luigi Avitabile, anche lui agerolino come don Gentile (Agerola, nonostante in provincia di Napoli, fa parte dell’arcidiocesi di Amalfi), che conosce abbastanza bene Minori (ed i minoresi) per essersi “fatte le ossa” nei primi anni di sacerdozio. Qualcuno arriverà a Maiori, forse, perchè questa cittadina è molto estesa e conta oltre la Collegiata, diverse parrocchie anche, periferiche, Erchie compresa.————————————- g.a.

Si prospettano, stando alle notizie di corridoio, sostanziose novità nella conduzione delle Parrocchie della Chiesa amalfitana, retta dall'arcivescovo Soricelli arcidiocesi di Amalfi – Cava de Tirreni .  A settembre, mese dei cambi di "gestione", si assisterà con ogni probabilità alla presa di posesso della chiesa di Atrani da parte di don Gennaro Giordano, maiorese che ha fatto esperienza nelle parrocchie periferiche di Maiori e come coadiutore di don Pasquale Gentile, originario di Agerola ,  a Minori. Questo sacerdote, a Minori da molti anni proveniente dalla parrocchia di Gete di Tramonti, è quasi certamente destinato ad incarico diverso da quello di parroco: lo aiuterebbe nel nuovo compito il suo soddisfacente bagaglio culturale che gli viene, tra l'altro, anche dall'aver studiato dai Gesuiti.A sostituirlo, molto probabilmente, don Luigi Avitabile, anche lui agerolino come don Gentile (Agerola, nonostante in provincia di Napoli, fa parte dell'arcidiocesi di Amalfi), che conosce abbastanza bene Minori (ed i minoresi) per essersi "fatte le ossa" nei primi anni di sacerdozio. Qualcuno arriverà a Maiori, forse, perchè questa cittadina è molto estesa e conta oltre la Collegiata, diverse parrocchie anche, periferiche, Erchie compresa.————————————- g.a.