Piano Sociale di Zona Penisola Sorrentina Gennaro Izzo “Sindaco e assessore hanno cercato di corrompermi”

0

 “Sindaco e assessore hanno cercato di corrompermi” Il coordinatore del Piano Sociale di Zona della Penisola Sorrentina Gennaro Izzo (nella foto durante una manifestazione di Mamme al Centro promossa da Positanonews ) ha denunciato in un’intervista sul settimanale Agorà che avrebbe subito pressioni per assumere del personale, e addirittura per cacciarlo, da un sindaco, un vice sindaco ed un assessore, la sua posizione di indipendenza è stata talmente invisa da aver spinto il Comune di Meta e di Vico Equense a non volerlo come coordinatore? A questo punto il dubbio è lecito, anche se Izzo non ha fatto nomi, e potrebbe trattarsi anche di altri comuni che lo sostengono come Piano di Sorrento (di cui è dipendente) , Sorrento , Massa Lubrense e Sant’Agnello, intanto il Piano Sociale di Zona continua a funzionare nonostate i ricorsi al Tar di Meta e Vico commissariate dalla Regione Campania appunto perchè non hanno aderito al PSZ che dovunque, basti vedere nella vicina Costiera amalfitana, dipendente da Cava de Tirreni, ha problemi e conflitti con la politica che o vuole metterci le mani per dirigere il tutto o se ne disinteressa (vedi costa d’ Amalfi) abbandonando il tutto, i servizi qui bene o male funzionano e c’è un minimo di conoscenza , ma mentre le opposizioni a Meta e Vico premono per far entrare i rispettivi comuni nel PSZ , dimostrando che hanno speso di più e peggio standone fuori, nei comuni dove il PSZ c’è le opposizioni premono per uscirne. Alla fine il cittadino si ritrova disorientato, ma una cosa è certa le opposizioni nei vari comuni contesta quello che fa la maggioranza anche se a volte a pochi metri uno dall’altro opposizioni dello stesso colore politico si contraddicono a vicenda. 

 "Sindaco e assessore hanno cercato di corrompermi" Il coordinatore del Piano Sociale di Zona della Penisola Sorrentina Gennaro Izzo (nella foto durante una manifestazione di Mamme al Centro promossa da Positanonews ) ha denunciato in un'intervista sul settimanale Agorà che avrebbe subito pressioni per assumere del personale, e addirittura per cacciarlo, da un sindaco, un vice sindaco ed un assessore, la sua posizione di indipendenza è stata talmente invisa da aver spinto il Comune di Meta e di Vico Equense a non volerlo come coordinatore? A questo punto il dubbio è lecito, anche se Izzo non ha fatto nomi, e potrebbe trattarsi anche di altri comuni che lo sostengono come Piano di Sorrento (di cui è dipendente) , Sorrento , Massa Lubrense e Sant'Agnello, intanto il Piano Sociale di Zona continua a funzionare nonostate i ricorsi al Tar di Meta e Vico commissariate dalla Regione Campania appunto perchè non hanno aderito al PSZ che dovunque, basti vedere nella vicina Costiera amalfitana, dipendente da Cava de Tirreni, ha problemi e conflitti con la politica che o vuole metterci le mani per dirigere il tutto o se ne disinteressa (vedi costa d' Amalfi) abbandonando il tutto, i servizi qui bene o male funzionano e c'è un minimo di conoscenza , ma mentre le opposizioni a Meta e Vico premono per far entrare i rispettivi comuni nel PSZ , dimostrando che hanno speso di più e peggio standone fuori, nei comuni dove il PSZ c'è le opposizioni premono per uscirne. Alla fine il cittadino si ritrova disorientato, ma una cosa è certa le opposizioni nei vari comuni contesta quello che fa la maggioranza anche se a volte a pochi metri uno dall'altro opposizioni dello stesso colore politico si contraddicono a vicenda.