Quattro liste in campo a Minori l’analisi di Gaspare Apicella

0

C’è nell’aria una percezione di freschezza, di goliardia, di novità nella preparazione della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale di Minori. Si propone, infatti, all’esame dell’elettorato, e non solo, un gruppo di persone che non ha avuto mai alcunchè a che fare con gli intrallazzi politici, gli ingarbugliamenti della politica locale. E’ una compagine di giovani che ha come candidato un medico, Andrea Carretta, di fronte al cui nome il candidato della prima ora ha, doverosamente ed intelligentemente, fatto un piccolo paswso indietro. Quindi, come precedentemente annunciatio, le liste in campo a Minori sono quattro (forse) e questa di Carretta sembra quella destinata a suscitare la maggiore simpatia e larghi consensi, perchè tutti i componenti sono alle prime armi nella politica,mna sonoanimati da un serio desiderio di ben figurare, di dare una svolta alle ataviche abitudini che ha da sempre caratterizzato e condizionato il tutto. Manca, e si nota, la presenza di coloro che per l’intero quinquennio hanno seguito, stimolato, criticato l’amministrazione in carica, portando suggerimenti e considerazioni: mancano i cosiddetti ….puntini……. A fare compagnia ci sono , ma solo nel numero, : una lista di destra (in contrapposizione, si dice, a quella uscente il cui candidato è dichiaratamente PD renziano) , una compagine “Minori al centro” che ha candidato l’avvocato Giuseppe Mnasi e quella dei giovani. Quindi Andrea Reale, sindaco uscente e riproposto, dovrà vedersela con tre concorrenti avversari; ma si vuole che egli tema in primis la lista che ha come candidato l’ortopedico Andrea Carretta.
gaspare apicellaC’è nell’aria una percezione di freschezza, di goliardia, di novità nella preparazione della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale di Minori. Si propone, infatti, all’esame dell’elettorato, e non solo, un gruppo di persone che non ha avuto mai alcunchè a che fare con gli intrallazzi politici, gli ingarbugliamenti della politica locale. E’ una compagine di giovani che ha come candidato un medico, Andrea Carretta, di fronte al cui nome il candidato della prima ora ha, doverosamente ed intelligentemente, fatto un piccolo paswso indietro. Quindi, come precedentemente annunciatio, le liste in campo a Minori sono quattro (forse) e questa di Carretta sembra quella destinata a suscitare la maggiore simpatia e larghi consensi, perchè tutti i componenti sono alle prime armi nella politica,mna sonoanimati da un serio desiderio di ben figurare, di dare una svolta alle ataviche abitudini che ha da sempre caratterizzato e condizionato il tutto. Manca, e si nota, la presenza di coloro che per l’intero quinquennio hanno seguito, stimolato, criticato l’amministrazione in carica, portando suggerimenti e considerazioni: mancano i cosiddetti ….puntini……. A fare compagnia ci sono , ma solo nel numero, : una lista di destra (in contrapposizione, si dice, a quella uscente il cui candidato è dichiaratamente PD renziano) , una compagine “Minori al centro” che ha candidato l’avvocato Giuseppe Mnasi e quella dei giovani. Quindi Andrea Reale, sindaco uscente e riproposto, dovrà vedersela con tre concorrenti avversari; ma si vuole che egli tema in primis la lista che ha come candidato l’ortopedico Andrea Carretta.
gaspare apicella