UNISIN-CONFSAL VARA LA PIATTAFORMA DI RINNOVO DEL CONTRATTO DEL CREDITO

0

Riceviamo e pubblichiamo

 

UNITÀ SINDACALE

Falcri Silcea

Viale Liegi 48/B 00198 – ROMA

Tel. 068416336 – Fax 068416343

www.unisin.it

 

                                               COMUNICATO STAMPA

 

UNISIN-CONFSAL VARA LA PIATTAFORMA DI RINNOVO DEL CONTRATTO DEL CREDITO:

LA SEGRETERIA NAZIONALE LA PRESENTERA’ A ROMA, MILANO E NAPOLI.

 

Il Direttivo nazionale di Unità Sindacale Falcri-Silcea ha approvato la piattaforma di rinnovo del contratto collettivo nazionale del settore del credito. Il documento sarà presentato ufficialmente dalla Segreteria nazionale di Unisin nel corso di tre assemblee che saranno tenute nei prossimi giorni a Roma, Milano e Napoli. Contestualmente prenderanno avvio anche le assemblee sulle altre piazze per consentire il massimo coinvolgimento delle lavoratrici e dei lavoratori sui temi contrattuali presentati da Unisin.

 

“Le tematiche principali della nostra piattaforma – spiega il Segretario Generale di Unisin-Confsal Emilio Contrasto – riguardano in primo luogo la salvaguardia ed anzi il rafforzamento della contrattazione nazionale ed integrativa, che sono oggetto di attacco da parte datoriale, ma anche la ridefinizione del ruolo stesso della banca, che veda i lavoratori del credito protagonisti di un rinnovato rapporto con la clientela, con le imprese, con i tessuti economici dei territori di riferimento. Da questo derivano la stretta necessità della difesa dell’area contrattuale e la nostra assoluta opposizione alle esternalizzazioni di personale e di lavorazioni al di fuori del settore bancario. È poi indispensabile – prosegue Contrasto – che le banche si impegnino attivamente per il rilancio dell’occupazione, soprattutto giovanile, e per la lotta alla precarietà e così pure che si tuteli la professionalità dei lavoratori attraverso l’implementazione della formazione specialistica e il rilancio dei percorsi professionali e di carriera. Non ultima, tra le esigenze di chi lavora nell’ambito creditizio, vi è anche quella della salvaguardia del salario e del suo potere d’acquisto”.

 

“L’obiettivo della piattaforma di Unisin – conclude Contrasto – è quello di restituire alle persone la dignità e il ruolo che l’Abi e le banche, negli ultimi anni, hanno cercato di calpestare, perché concentrate a praticare una logica di facile profitto fine a se stesso, completamente priva di strategie di medio-lungo periodo. È il momento di una strutturale inversione di tendenza, nell’interesse di chi lavora nel settore del credito, ma anche dell’intero sistema Paese, che ha bisogno che la banca torni ad essere volano dell’economia e su questo il Direttivo nazionale di Unisin si è espresso in modo molto chiaro”.

 

Roma, 11 aprile 2014

 

Riceviamo e pubblichiamo

 

UNITÀ SINDACALE

Falcri Silcea

Viale Liegi 48/B 00198 – ROMA

Tel. 068416336 – Fax 068416343

www.unisin.it

 

                                               COMUNICATO STAMPA

 

UNISIN-CONFSAL VARA LA PIATTAFORMA DI RINNOVO DEL CONTRATTO DEL CREDITO:

LA SEGRETERIA NAZIONALE LA PRESENTERA’ A ROMA, MILANO E NAPOLI.

 

Il Direttivo nazionale di Unità Sindacale Falcri-Silcea ha approvato la piattaforma di rinnovo del contratto collettivo nazionale del settore del credito. Il documento sarà presentato ufficialmente dalla Segreteria nazionale di Unisin nel corso di tre assemblee che saranno tenute nei prossimi giorni a Roma, Milano e Napoli. Contestualmente prenderanno avvio anche le assemblee sulle altre piazze per consentire il massimo coinvolgimento delle lavoratrici e dei lavoratori sui temi contrattuali presentati da Unisin.

 

“Le tematiche principali della nostra piattaforma – spiega il Segretario Generale di Unisin-Confsal Emilio Contrasto – riguardano in primo luogo la salvaguardia ed anzi il rafforzamento della contrattazione nazionale ed integrativa, che sono oggetto di attacco da parte datoriale, ma anche la ridefinizione del ruolo stesso della banca, che veda i lavoratori del credito protagonisti di un rinnovato rapporto con la clientela, con le imprese, con i tessuti economici dei territori di riferimento. Da questo derivano la stretta necessità della difesa dell’area contrattuale e la nostra assoluta opposizione alle esternalizzazioni di personale e di lavorazioni al di fuori del settore bancario. È poi indispensabile – prosegue Contrasto – che le banche si impegnino attivamente per il rilancio dell’occupazione, soprattutto giovanile, e per la lotta alla precarietà e così pure che si tuteli la professionalità dei lavoratori attraverso l’implementazione della formazione specialistica e il rilancio dei percorsi professionali e di carriera. Non ultima, tra le esigenze di chi lavora nell’ambito creditizio, vi è anche quella della salvaguardia del salario e del suo potere d’acquisto”.

 

“L’obiettivo della piattaforma di Unisin – conclude Contrasto – è quello di restituire alle persone la dignità e il ruolo che l’Abi e le banche, negli ultimi anni, hanno cercato di calpestare, perché concentrate a praticare una logica di facile profitto fine a se stesso, completamente priva di strategie di medio-lungo periodo. È il momento di una strutturale inversione di tendenza, nell’interesse di chi lavora nel settore del credito, ma anche dell’intero sistema Paese, che ha bisogno che la banca torni ad essere volano dell’economia e su questo il Direttivo nazionale di Unisin si è espresso in modo molto chiaro”.

 

Roma, 11 aprile 2014