la salernitana prepara la gara col prato

0

08/04/2014

SPORT
GREGUCCI: REBUS CENTROCAMPO

Manolo Pestrin mette nel mirino la gara col Perugia in programma il prossimo 27 aprile. L’ecografia di controllo a cui è stato sottoposto ieri il centrocampista ha escluso lesioni a carico del bicipite femorale, ma bisognerà attendere quella fissata per venerdì per avere un quadro più preciso e stilare previsioni circa i tempi di recupero. Il calciatore, infortunatosi durante il match col Pisa, si sta già sottoponendo alle terapie del caso e c’è ottimismo circa il suo ritorno in campo dopo la sosta di Pasqua. Contro il Perugia potrebbe tornare a disposizione anche Bianchi, mentre per Molinari ed Esposito il bollettino medico resta sul vago e si rinnova solo l’auspicio che quanto prima i due possano tornare in gruppo. A Prato Gregucci dovrà fronteggiare l’emergenza centrocampo. Pestrin non sarà disponibile e Montervino è squalificato. Resta il solo Perpetuini tra i calciatori che il tecnico ha schierato dal primo minuto nelle ultime gare. Due i candidato per far coppia con lui in cabina di regia: Capua e Volpe. Il primo non ha mai trovato spazio finora con Gregucci se non in Coppa Italia ma è sempre stato lodato dal tecnico che ne apprezza l’impegno e la serietà. Capua ha vissuto il suo miglior momento nell’ultimo periodo della gestione Perrone quando il tecnico adottò il 4-4-2 privilegiando in mediana la coppia Perpetuini-Capua. Per quanto riguarda Volpe, invece, l’impiego da playmaker non sarebbe una novità visto che proprio Gregucci lo ha proposto in questo ruolo in alcune partite. L’ex Lanciano, però, sta dando il meglio da trequartista, ruolo che, se Volpe fosse spostato qualche metro più dietro, resterebbe scoperto visto che Ampuero non ha convinto e Mancini solo ieri è tornato in gruppo. Con Capua titolare, Gregucci lascerebbe inalterato il terzetto di rifinitori per il quale avrebbe anche una soluzione in più rappresentata dal ritorno dalla squalifica di Gustavo. Con Volpe accanto a Perpetuini, invece, il tecnico dovrebbe scegliere il trequartista da collocare a ridosso di Mendicino. Detto di Ampuero e Mancini, preso atto che né Mounard né Gustavo sono a loro agio in quella zona di campo, non sarebbe da escludere la riproposizione in questo ruolo di Fofana. Sarebbe una sorta di 4-4-2 con il franco-maliano incaricato di dar sostegno a Mendicino che lascerebbe così la corsia sinistra dove è stato utilizzato nelle ultime due gare. A quel punto, con Foggia sicuro del suo posto a destra, ci sarebbe a sinistra un ballottaggio tra Gustavo e Mounard col primo favorito. Sarebbe una versione ancor più offensiva della Salernitana che, del resto, a Prato non avrà che un risultato a disposizione. Gregucci sta vagliando tutte le alternative e sceglierà anche in base alla condizione fisica dei singoli. In difesa dovrebbe esserci il ritorno di Piva a sinistra in luogo di Pasqualini.
fonte tvoggisalerno
articolo inserito dal”Salernitana club Costiera Amalfitana”08/04/2014

SPORT
GREGUCCI: REBUS CENTROCAMPO

Manolo Pestrin mette nel mirino la gara col Perugia in programma il prossimo 27 aprile. L’ecografia di controllo a cui è stato sottoposto ieri il centrocampista ha escluso lesioni a carico del bicipite femorale, ma bisognerà attendere quella fissata per venerdì per avere un quadro più preciso e stilare previsioni circa i tempi di recupero. Il calciatore, infortunatosi durante il match col Pisa, si sta già sottoponendo alle terapie del caso e c’è ottimismo circa il suo ritorno in campo dopo la sosta di Pasqua. Contro il Perugia potrebbe tornare a disposizione anche Bianchi, mentre per Molinari ed Esposito il bollettino medico resta sul vago e si rinnova solo l’auspicio che quanto prima i due possano tornare in gruppo. A Prato Gregucci dovrà fronteggiare l’emergenza centrocampo. Pestrin non sarà disponibile e Montervino è squalificato. Resta il solo Perpetuini tra i calciatori che il tecnico ha schierato dal primo minuto nelle ultime gare. Due i candidato per far coppia con lui in cabina di regia: Capua e Volpe. Il primo non ha mai trovato spazio finora con Gregucci se non in Coppa Italia ma è sempre stato lodato dal tecnico che ne apprezza l’impegno e la serietà. Capua ha vissuto il suo miglior momento nell’ultimo periodo della gestione Perrone quando il tecnico adottò il 4-4-2 privilegiando in mediana la coppia Perpetuini-Capua. Per quanto riguarda Volpe, invece, l’impiego da playmaker non sarebbe una novità visto che proprio Gregucci lo ha proposto in questo ruolo in alcune partite. L’ex Lanciano, però, sta dando il meglio da trequartista, ruolo che, se Volpe fosse spostato qualche metro più dietro, resterebbe scoperto visto che Ampuero non ha convinto e Mancini solo ieri è tornato in gruppo. Con Capua titolare, Gregucci lascerebbe inalterato il terzetto di rifinitori per il quale avrebbe anche una soluzione in più rappresentata dal ritorno dalla squalifica di Gustavo. Con Volpe accanto a Perpetuini, invece, il tecnico dovrebbe scegliere il trequartista da collocare a ridosso di Mendicino. Detto di Ampuero e Mancini, preso atto che né Mounard né Gustavo sono a loro agio in quella zona di campo, non sarebbe da escludere la riproposizione in questo ruolo di Fofana. Sarebbe una sorta di 4-4-2 con il franco-maliano incaricato di dar sostegno a Mendicino che lascerebbe così la corsia sinistra dove è stato utilizzato nelle ultime due gare. A quel punto, con Foggia sicuro del suo posto a destra, ci sarebbe a sinistra un ballottaggio tra Gustavo e Mounard col primo favorito. Sarebbe una versione ancor più offensiva della Salernitana che, del resto, a Prato non avrà che un risultato a disposizione. Gregucci sta vagliando tutte le alternative e sceglierà anche in base alla condizione fisica dei singoli. In difesa dovrebbe esserci il ritorno di Piva a sinistra in luogo di Pasqualini.
fonte tvoggisalerno
articolo inserito dal”Salernitana club Costiera Amalfitana”